mercoledì 14 ottobre 2015

Santa Marta e il Sinodo parallelo

 
San Pietro e dintorni
marco tosatti
 
13/10/2015
Il Tagespost di oggi, in un articolo di Guido Horst ,  offre un interessante scorcio di come viene vissuto il Sinodo da parte di papa Francesco. 
E addirittura parla di “Sinodo parallelo” che avrebbe luogo a Santa Marta, con principale protagonista il Papa. 
Ma ecco una traduzione dell’articolo del giornale cattolico tedesco: “…C’è chi dice che, per quanto i due fronti si scontrino l’uno contro l’altro – e nessuno finora ha negato che questi fronti esistano – quello che appare sostanzialmente nella Sala del Sinodo – tutte queste cose non raggiungono il pubblico…Solo nei prossimi giorni emergerà quanti Padri sinodali desiderano cambiare la prassi della Chiesa. Come il cardinale Luis Antonio Tagle di Manila, uno dei quattro presidenti del Sinodo, ha detto qualche giorno fa davanti ai giornalisti: i trecento vescovi non si sono riuniti per non decidere nulla”. 


Ed ecco un brano che appare di un interesse particolare: “L’incertezza sull’esito di queste tre settimane di negoziati è resa ancora maggiore dal fatto che nel Residence del Vaticano, Santa Marta, ha luogo una specie di “Sinodo parallelo”: papa Francesco si incontra con partecipanti al Sinodo e con ospiti esterni per parlare con essi individualmente. Alla fine toccherà al Papa prendere una decisione sulle questioni ancora aperte e comunicare la sua decisione all’intera Chiesa in un testo conclusivo. Questo, comunque, è per ora il più grande interrogativo che incombe sull’intero Sinodo.”
Sembra davvero, come scrivono alcuni commentatori sui social network, che il Sinodo 2015 non abbia nulla da invidiare, quanto a curiosità e a colpi di scena mediatici, alle fiction televisive...