venerdì 2 ottobre 2015

Il Papa in ogni chiesa in cui è entrato ha offerto un tributo alla Beata Vergine Maria

Papa Francesco porta sempre i fiori alla Madonna. Perché? 
di Zelda Caldwell 

Avrete sicuramente notato che durante la sua visita negli Stati Uniti, ogni volta che il papa ha messo piede in una chiesa – prima di fare qualsiasi altra cosa – ha portato un mazzo o un vaso di fiori in una cappella dedicata alla Beata Vergine Maria. 
Lo ha fatto in ogni singola chiesa in cui è entrato. 
Da convertita, questo mi ha un po’ confuso. 
Non sono stato allevata nella tradizione di frequentare eventi annuali dedicati a maggio alla Madonna, che mi sono sempre sembrati estranei e diretti forse ai bambini. 
Capivo l’importanza di venerare Maria, ma lottavo con il concetto di offrire doni materiali a una sua rappresentazione artistica. 
Domenica mattina, ultimo giorno della visita del papa negli Stati Uniti, dopo la Messa nella chiesa del mio quartiere a Washington, D.C., ho deciso di fare una visita a Maria. 
Avevo visto farlo in precedenza a delle donne anziane, soprattutto filippine, e sapevo dove andare. 
Mi sono inginocchiata davanti alla statua di Maria con in braccio il Bambino Gesù e l’ho osservata. 
Mi aspettavo di non vedere altro che intonaco bianco, ma sono rimasta sgomenta nel vedere che guardava proprio me, con un’espressione materna e la mano libera aperta come se fosse un invito.
Ovvio! 
Queste immagini create da artisti intendono stupirci, e stimolare la nostra immaginazione perché possiamo contemplare adeguatamente Maria come nostra madre. 
Forse sono troppo propensa alla preghiera – i grandi musei del mondo sono pieni di guide di questo tipo. 
È per questo che sono state create, non solo per farci sentire acculturati. 
Ci ricordano che è nostra madre, e la madre di Gesù, e la risposta giusta è la reverenza. 
Che bravo figlio è papa Francesco a portarle dei fiori! 
Ho deciso di parlare ad alcuni altri bravi figli e di scoprire cosa li spinge a portare dei fiori a Maria. 
Margaret Rose Realy, oblata benedettina e autrice di A Garden of Visible Prayer, mi ha detto che offre fiori a Maria in segno di gratitudine: “I miei fiori a Maria sono un segno di gratitudine per il suo ruolo nella mia (nella nostra) salvezza. 
Sono anche offerti in gratitudine per i piccoli gesti di compassione di una madre – una cosa che non sono e che è mancata nella mia infanzia”. 
“È madre dando piccole lezioni. 
Le mie suppliche per capire mi portano la sua grazia, e lei mi avvolge nelle braccia dell’amore e bacia gentilmente la mia fronte con speranza e incoraggiamento”, ha aggiunto. 
Perché offrire fiori? 
“È il nostro simbolo di gratitudine, fiori del dono divino della natura. 
A volte ho bisogno dell’aspetto tattile e visivo per collegarmi a ciò che va oltre la mia umanità, oltre il nostro mondo. 
Offrire un dono terreno va al di là di parole e preghiere. 
È l’espressione di gratitudine di un figlio per una buona mamma, che vuole solo il meglio per la nostra anima”. 
La religiosa è rimasta molto colpita dalla reverenza del papa. 
“Quando vedo Francesco fare questo nelle chiese e nei santuari del mondo, penso che stia onorando sua madre ovunque va”. 
La blogger Joanne McPortland di Egregious Twaddle dice che mette dei fiori davanti a Maria a casa propria, “perché è Madre, perché sono cresciuta con i raduni di maggio e non avevo mai fiori da offrire, e quindi lo faccio ora”. 
Pat Gohn, autore di Blessed, Beautiful and Bodacious: Celebrating the Gift of Catholic Womanhood, mi ha detto che ha una statua di Maria a casa propria, che ha portato da un pellegrinaggio a Fatima. 
 “Compro spesso fiori per casa, li metto in un semplice vaso davanti alla nostra statua di Maria come ringraziamento per le sue tante intercessioni per me e per i miei cari. 
È anche un piccolo gesto che dimostra il mio affetto per lei. 
Quando vedo dei fiori davanti alla sua immagine, mi ricordo del suo amore per me, e che quell’amore porta grande bellezza e speranza nella mia vita”, ha dichiarato. 
Donare fiori le ricorda la maternità di Maria, ha detto. 
“Ricordo quando i miei figli erano piccoli e mi portavano manciate di fiori che crescevano nel nostro giardino. 
Accoglievo sempre questi gesti di amore con ammirazione e sorrisi. 
Sono ancora la figlia di Maria, e come San Giovanni cerco di prepararle una casa a casa mia (cfr. Gv 19, 27). 
Questo promemoria fisico – la statua e i fiori a casa mia – sono un simbolo della realtà spirituale del mio rapporto con Maria”. 
Le omelie e i discorsi pronunciati da papa Francesco durante il suo soggiorno negli Stati Uniti offrono molto materiale per ulteriori riflessioni e ispirazione. 
Allo stesso modo, l’esempio di questo semplice e frequente omaggio a Maria, nostra Madre, mi lascia molto più ricca di quanto ero una settimana fa. 

[Traduzione dall’inglese a cura di Roberta Sciamplicotti] 

Fonte : Aleteia