venerdì 21 agosto 2015

Chiesa e Monastero Cattolico di Mar Elian a Qaryqatayn (Siria) profanati e distrutti

ANSA Militanti dell'Isis hanno distrutto nelle scorse ore il monastero cattolico di Mar Elian a Qaryqatayn, vicino a Homs in Siria, costruito nel quinto secolo dopo Cristo. 
La stessa Isis ha diffuso un video con i bulldozer al lavoro tra le rovine. 
Nel video - in realtà una serie di fotografie in successione - si vede innanzi tutto la profanazione della chiesa, seguita dalla riesumazione dei resti di Sant'Elian - ucciso dai romani nel 285 - a chi il monastero era dedicato, e quindi la distruzione dello storico complesso, situato nel deserto siriano. 
Il monastero, considerato uno dei centri cattolici più importanti della Siria, era stato ricostruito a diverse riprese nel corso dei secoli e accoglieva ogni anno il 9 settembre in occasione della festa del santo, migliaia di pellegrini. 
Il responsabile del monastero, padre Jacques Mouraud, è stato rapito nel maggio scorso, probabilmente dall'Isis stessa. 
Fonte : Ansa ( con video )
Decine di cristiani rapiti 
Il complesso monastico si trova sulla strada che porta da Palmira verso la regione montagnosa del Qalamun, nella provincia di Damasco, al confine con il Libano. 
Secondo l’Osservatorio Human Rights in Siria. 
Decine di cristiani rapiti sono inoltre stati trasferiti dai militanti in una delle roccaforti di Isis, nel regione nord orientale della Siria. 
Per riprendere la zona di Qaryatayn, dove si trovano i più importanti giacimenti di gas del Paese e che dall’inizio di agosto è nelle mani di Isis, l’esercito siriano ha tentato una controffensiva su larga scala ma senza successo. 
I militanti dello stato islamico rapirono 230 persone, comprese molte famiglie cristiane, quando conquistarono Qaryatayn. 

Fonte : Corriere della Sera

16 commenti:

  1. La bestia avanza e qui si pensa a funerare i boss e cazziare gli alpini... dove andremo a finire...!

    RispondiElimina
  2. Come mai Galantino non si occupa dei cristiani perseguitati?

    sono sdegnato.

    la chiesa ormai è concentrata soltanto sulla difesa della natura.. E LA SALVEZZA DELLE ANIME????

    RispondiElimina
  3. Perché è politicamente scorretto e va contro i dettami dell'agenda del NWO, accogliamo a braccia aperte tutti, faremo una bella fine.......ma nessuno crede che arriveranno qua e invece li abbiamo dietro, vicinissimi a noi gonzi, altro che re di Roma.....voscenza benedica.

    RispondiElimina
  4. i "cattolici" nostrani "adulti" e apostati si vergognano di essere cristiani (hanno in odio quelli vestiti da prete o frate...) e stanno zitti davanti a questi massacri dei nostri fratelli di questi paesi dove i cattivi imperano... Ma "chi tace acconsente".!!!. (anzi sono convinto che alcuni, oltre a collaborare facendo sbarcare senza discernere, più islamici che è possibile.., magari sta già preparandosi, studiando bene, per essere pronto a cambiare casacca): dove andranno alla fine della vita se, quando messi alle strette da questi barbari che, non illudiamoci, non vanno tanto per il sottile, rinnegheranno Gesù, lo sa bene il loro padrone del regno delle tenebre.
    Un'arma sola abbiamo: il santo Rosario ed il Santo Sacrificio dell'Altare, di Riparazione e di Impetrazione, per prepararci a non tradire Dio, disposti anche al martirio. bruno

    RispondiElimina
  5. Pietà di noi Signore, contro di Te, abbiamo peccato.

    RispondiElimina
  6. Exsurge Domine! Quare obdormis?

    RispondiElimina
  7. ....si finanziano costruzioni di moschee in Italia e noi dobbiamo tollerare la distruzione di tesori della nostra fede e tradizione cristiana con tanto di foto ricordo vicino alle ossa profanate di un santo... Il Pontefice, Galantino etc, dov'è la loro condanna aperta e diretta, indicando col proprio nome e cognome la causa di tutto ciò!?!?

    RispondiElimina
  8. "Troverò ancora la Fede sulla Terra"?

    RispondiElimina
  9. "Troverò ancora la Fede sulla Terra"?

    RispondiElimina
  10. "Troverò ancora la Fede sulla Terra"?

    RispondiElimina
  11. Preciso meglio quanto sopra: “ ..senza discernere.. ”
    bruno

    RispondiElimina
  12. " senza discernere scrupolosamente fra persone buone che fuggono dai pericoli e che vanno, nel limite del possibile accolte, anche solo temporaneamente da fanatici terroristi che si infiltrano e sono potenzialmente pericolosissimi e vanno respinti"
    bruno

    RispondiElimina
  13. Il piccolo ma fastidioso problema e che la differenza antropologica tra un terrorista ed un individuo innocuo è pressappoco nulla almeno all'attuale stato della conoscenza scientifica, ma la soluzione sembrerebbe essere a portata di mano, la Cei infatti starebbe brevettando un metodo infallibile per individuare i terroristi.
    Funzionerebbe pressappoco così, facciamo entrare tutti, poi se qualcuno affettua un attentato con qualche centinaio di vittime, allora possiamo con assoluta sicurezza definirlo un "terrorista", Don Mazzi già si sta attivando per il piano di recupero, potrebbe per esempio essere utilmente reimpiegato per lezioni di Corano in Pontifici Seminari e Scuole cattoliche... per il ciclo del maiale non si butta via niente.

    RispondiElimina
  14. E il vescovo di Roma che fa? Mai una parola contro chi perseguita non si sa mai altrimenti la NWO come la facciao??
    Caro Bergoglio anche tu dovrai rendere conto!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chissa` se il Pappagallo Galantino prova altrettanto pena per i nostri fratelli siriani perseguitati!
      No... dell'imbarazzo!

      Elimina
  15. Speriamo che il conto non sia troppo salato

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.