domenica 12 ottobre 2014

La preparazione dei “novizi” della Messa “more antiquo”

È importante parlare della "Messa tridentina" su blog e forum, se non altro in questo modo si contribuisce a mantenere il tema “liturgia tradizionale” tra i principali argomenti di dibattito nell'orbe cattolico. 
Veniamo da decenni di ostracismo, dove quasi mai si sentiva parlare di Messa gregoriana in termini positivi. 
Da qualche anno la “cortina di ferro liturgica” è caduta, dunque possiamo parlarne liberamente. 
Secondo me uno dei principali problemi da affrontare è la scarsa preparazione dei “novizi” della Messa “more antiquo”. 
Molti fedeli sentono parlare su internet della sacralità della liturgia antica, della maestosità del latino, del decoro dei paramenti sacri, dell'armonia dell'intramontabile canto gregoriano, della riverenza della Comunione in ginocchio, e di altri aspetti del rito antico; così decidono di andare di persona a vedere di che si tratta. 
Ma andandoci senza nessuna preparazione, si ritrovano disorientati dalle “novità” alle quali non erano abituati, e finiscono per deporre l'entusiasmo che avevano prima di entrare in chiesa. 
È importantissimo prepararsi prima della Messa, imparando a memoria le preghiere riservate ai fedeli e i principali canti gregoriani. 

 Continua QUI