sabato 30 agosto 2014

Requiem per lo “Spirito del Concilio“. Solo negli USA però, in Italia invece…


Negli U.S.A. la distruzione e la dissoluzione della Sacra Liturgia è stata perpetrata assai prima di noi .
I drammatici risultati non si sono fatti attendere : la decimazione del clero diocesano e , in maniera ancor più vistosa, degli ordini religiosi . 
Dopo la furia rivoluzionaria post conciliare che ha falciato in pochi anni quanto  gli eroici cattolici americani avevano faticosamente costruito con le sole armi della devozione e della santità, la Provvidenza ha riservato proprio ad alcune Diocesi statunitensi la consolazione di mostrare al resto del mondo cattolico una nuova ed irrevocabile ripresa della Tradizione Cattolica . 
L'aspetto più visibile di questo nuovo modo di  " fare chiesa "  lo si percepisce soprattutto nella Sacra Liturgia - portata avanti, specie nella forma antica cosiddetta " straordinaria " da un Clero giovane , deciso e coraggioso. 
Daltronde dopo averne viste di tutti i colori la Comunità Cattolica statunitense per ispirazione dello Spirito Santo, che sempre assiste la Chiesa, ha cambiato registro dandosi una nuova impostazione soprattutto liturgica  da offrire alle  nuove generazioni  come antidoto per reagire alla peste lacista e modernista che tenta di abbattere assieme alla Chiesa Cattolica la civiltà cristiana e dignità dell'uomo.
In Italia la maggior parte dell'attuale Episcopato ,  indottrinato ideologicamente nei sempre più deserti Seminari, dove si respira ancora il pesante puzzo sessantottino, è decisamente contraria ad ogni espressione tradizionale non essendo  obiettivamente in grado di comprendere il fenomeno della rinascita dell'antica Liturgia soprattutto nei giovani :   l'avvenimento ecclesiale più importante ed incomprensibile in questo segmento storico della Chiesa . 
L'aumento considerevole dei Gruppi Stabili dei fedeli legati all'antica Liturgia ( in cui partecipano molti giovani ) ha dimostrato che NON si tratta di una fatua e effimera una moda  chic   che, come tutte le mode, finirà ...   
Ne è prova, paradossalmente la  continua persecuzione psicologico / pratica ad opera del Clero progressista contro i Sacerdoti , i Religiosi ed i Laici che desiderano seguire la Santa Liturgia avvalendosi delle espressioni oranti dei padri che coinvolge  in uno squallido  " pactum sceleris " anche  potenti ed onnipotenti gruppi carismatici .
Ciò nonostante i nostri Gruppi resistono ad ogni tipo di  persecuzione, sottile o grossolana che sia,  di coloro che dovrebbero  attuare umilmente una legge liturgica della Chiesa.
Rimane per questo incomprensibile , agli occhi di tutti coloro che amano la Santa Madre Chiesa con amore incommisurabile, che  gli Eccellentissimi Presuli , che pure si fanno vedere dovunque,  dalle situazioni laiche e religiose più disparate, si pongono invece assai lontano dalle celebrazioni dei " Gruppi Stabili " portate avanti  in maniera eroica, con grande sacrifici personali .
Pare evidente che per questo tipo di  Vescovi esistono fedeli di serie A e di serie B .
Un Padre Cappuccino ci suggeriva di mettere in risalto, ad esempio dei nostri fratelli nord americani, che si sta creando un " nuovo modo di fare Chiesa "  in cui "  secondo la Sua promessa, noi aspettiamo nuovi cieli e una terra nuova, nei quali avrà stabile dimora la giustizia ". 

Επίσης, σε μας τους αμαρτωλούς
 

CINCINNATI, Giovedì scorso e’ stata celebrata una Messa Solenne da Requiem nella Chiesa di San Martura nel centro di Cincinnati in suffragio dello Spirito del Concilio Vaticano II, di 52 anni che Martedì scorso è morto tranquillamente nel sonno  dopo aver sofferto una malattia progressivamente invalidante. 
Negli ultimi dieci anni della sua vita una nuova generazione di sacerdoti ha riesaminato il Concilio alla luce della Sacra Tradizione. … 
" Mentre la morte dello Spirito del Vaticano II era certamente attesa, siamo stati lieti di offrire la Messa per il suo riposo. "  …
Una parrocchiana ha significativamente dichiarato: 
"Non avevo visto paramenti neri da quando ero una bambina.
E tanto quanto io amo la canzone “ su ali d’ aquila” il canto della sequenza del Dies Irae mi ha fatto pensare intensamente ai Novissimi. "

Lo spirito del Vaticano II era sopravvissuto alla progressiva  diminuzione e all'invecchiamento di un numero considerevole di  hippies  che erano usciti dai seminari negli anni '70.
Della loro presenza rimangono che alcuni sbiaditi striscioni, mentre i tamburelli attualmente giacciono impolverati nei depositi .