domenica 29 giugno 2014

In festo Sanctorum Apostolorum Petri et Pauli

" Non amatis Petrum et Paulum? Et po test animus cuiusque Christiani non amare Petrum et Paulum? "
(Sant'Agostino lamentandosi con i  fedeli che non avevano partecipato alla celebrazione della Festa dei Santi Pietro e Paolo , Id., Sermone 298, 2, in PL 38, col. 1366).

«Nella Chiesa non esiste il ‘fai da te’, non esistono ‘battitori liberi’. 
Quante volte Papa Benedetto ha descritto la Chiesa come un ‘noi’ ecclesiale! 
Talvolta capita di sentire qualcuno dire: ‘Io credo in Dio, credo in Gesù, ma la Chiesa non m’interessa…’. 
Quante volte abbiamo sentito questo? 
Questo non va! 
C’è chi ritiene di poter avere un rapporto personale, diretto, immediato con Gesù Cristo al di fuori della comunione e della mediazione della Chiesa. 
Sono tentazioni pericolose e dannose. 
Sono, come diceva il grande Paolo VI, dicotomie assurde». 
Papa Francesco

"Un solo giorno è consacrato alla festa dei due apostoli. Ma anch'essi erano una cosa sola. 
Benché siano stati martirizzati in giorni diversi, erano una cosa sola. Pietro precedette, Paolo seguì. 
Celebriamo perciò questo giorno di festa, consacrato per noi dal sangue degli apostoli. 
Amiamone la fede, la vita, le fatiche, le sofferenze, le testimonianze e la predicazione."  

(Sant'Agostino)



Orémus pro Pontífice nostro Francisco

Nessun commento:

Posta un commento

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.