lunedì 17 febbraio 2014

No dei Papaboys all'ospitata a Sanremo 2014 del cantante blasfemo autore di "Messia Gay"

  Vergognoso che la rete che ha una redazione "Vaticana" (Rai - Vaticano) trasmetta e ospiti sull' "ammiraglia" Rai 1 (che trasmette ogni domenica gli Angelus del Papa) un simile cantante, autore di una canzone "Messia Gay". In questa canzone il cantante (gay praticante anche nella vita privata!) si paragona a S. Giovanni il Battista. E tiene ben specificare che egli non battezza con acqua... (si veda qui il testo blasfemo)
Oggi un picchetto di preghiera organizzato dai Papaboys per oggi 17 febbraio 2014 davanti alla Rai di Viale Mazzini a Roma. Si può leggerequi.
Raccolte già oltre 38.000  firme per chiedere l'annullamento dell'ospitata del cantante blasfemo (qui)
Firma QUI e
  qui la tua petizione (inserendo la tua mail, o votando con Facebook) contro questo cantante!Vergognoso che in Italia ci si "sbraghi" sempre per non urtare i musulmani, ma si permetta e si osanni a chi urta (o meglio offende!!) i cattolici!

Sanremo, Papaboys contro la Rai per Rufus: «È blasfemo»

L’Associazione nazionale: «Il repertorio dell'artista entra nel reato di offese a una confessione religiosa mediante il vilipendio, previsto e punito dal Codice penale»
di Vatican Insider del 17.02.2014




Anna Maria Tarantola
Anna Maria Tarantola


Picchetto di preghiera-protesta oggi davanti alla sede Rai di viale Mazzini 14 (Roma) dei Papaboys e di altre organizzazioni di giovani laici cattolici e alcune parrocchie romane per protestare contro la presenza al Festival di Sanremo «ldi Rufus, un cantante blasfemo invitato dalla Rai». Chiedono «l'intervento o le dimissioni dei vertici Rai, in primis la presidente Tarantola (che si dichiara cattolica, ma permette che si trasmetta dalla tv pubblica blasfemia) e del direttore Gubitosi», si legge sul sito dei Papaboys.       

Vengono riportati i commenti giunti sul profilo Facebook della redazione Papaboys, e nella pagina dell'Associazione nazionale Papaboys. «Ricordiamo - si legge - che la protesta non parte solo da un presupposto di offesa al sentimento religioso. Si tratta di violare le leggi dello Stato. Il repertorio dell'artista entra nel reato di offese a una confessione religiosa mediante il vilipendio, previsto e punito dall'art. 403 del Codice penale. Inoltre, l'articolo 25, primo comma, del Regolamento del Festival, afferma: “Gli artisti durante le loro esibizioni non potranno assumere atteggiamenti e movenze o usare abbigliamenti e acconciature in contrasto con i principi del buon costume ovvero in violazione di norme di legge o di diritti anche di terzi”».      

«Non faremo scandalo», assicura il direttore di Rai 1 Giancarlo Leone commentando le proteste. «Sapevamo chi era Rufus, lo abbiamo invitato», ha aggiunto Leone. E comunque Wainwright «canterà 'Across the Universe', che è un brano dei Beatles - ha annunciato il capostruttura Claudio Fasulo - e 'Cigarettes and Chocolate Milk'». «E poi - ha chiosato Luciana Littizzetto a stemperare le polemiche - lo mettiamo dopo Santamaria».

61 commenti:

  1. Sanremo blasfemo e gay (Rufus Wainwright )
    http://www.lanuovabq.it/it/articoli-sanremo-blasfemo-e-gay-diffida-al-festival-8450.htm

    Delirio omosessualista. di Paolo Deotto
    Jonathan, “diritti” in “movimento”
    http://www.riscossacristiana.it/delirio-omosessualista-viaggio-nella-fogna-profonda-di-paolo-deotto/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Capirai, Deotto è uno che definisce l'omosessualità una patologia...

      Elimina
    2. E quindi, siccome Deotto è un altro integralista criptosedevacantista che non capisce niente, anche le rivoltanti frasi citate nell'articolo sono da accettare?
      Certo che sei il collettore di ogni schifezza! Ti va bene tutto...l'unica cosa che ti prude è la dottrina cattolica! Vergognati!

      Elimina
    3. @ il nuovo:
      E con questo delirio hai praticamente dimostrato di aver saltato molte sessioni di catechismo, visto che nella Bibbia non vengono "apprezzati" i CULtori della sodomia.

      Andrea M.

      Elimina
    4. Il Nuovo

      beh adesso dopo questa tua ultima uscita comincio a capire tante cose... per esempio capisco ora che la costante sodomizzazione alla quale sottoponi le normali regole della logica e del buon senso sono il prodotto della forza dell'abitudine...

      Elimina
    5. Al nuovo
      È una novità che sia una patologia? Lo è sempre stato e sempre lo sarà

      Elimina
    6. E poi sfociano sempre nella degenerazione!
      Ne sono prova quei megaraduni di porci che organizzano annualmente!

      Elimina
  2. Da 2 "scomunicati" come fazio e litizzetto che ci si doveva aspettare, forse faranno partecipare Luxuria reduce dalla scarcerazione per raccontare la sua storia di discriminazione.....cosa non si fa per far guardare un cadavere decomposto e maleolente quale il festival di sanscemo....

    RispondiElimina
  3. Non ho ben capito cosa ci sia stato di moralmente "edificante" nelle scorse puntate di San Remo...
    Ho paura che non sia sto Rufus in fabula a fare la differenza.
    Credo faccia meno danni uno che dice esplicitamente cosa pensa (e forse più per farsi notare che per altro...), piuttosto che l'intero contesto pervaso da un'immoralità diffusa...
    Immorale... per un'Italia in cui aborto e divorzio sono legge...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Appunto cosa ci vogliamo stupire se per il mondo occidentale, invece che abominio, l'aborto è una conquista di civiltà??? Di due canzonette gay?? Ma fatemi il piacere.....rido di gusto!!

      Elimina
  4. Però mi sa che quest'anno tutti staranno collati alla TV per vedere se rufus canta o non canta... la Rai lo sa e si fará soldoni!

    RispondiElimina
  5. E ci voglion prender anche per il sellino i signori RAI tarantolati. La vergogna non san più dove abiti. E noi pagheremo queste schifezze blasfeme.
    Sanremo festival non sarà certo stato un palcoscenico di virtù in passato, ma a questi livelli non s'era mai scesi.
    Comunque io son anni ed anni che non lo guardo, e non lo guarderò, ma ho subito firmato la protesta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Premesso che non dovrebbe essere offeso nessuno: ditemi dove sta la differenza tra l'offendere un gay e l'offendere un cattolico.....sono curioso....

      Elimina
    2. Egr. Sig. Pastorelli,
      nonostante condivida spessissimo il suo pensiero, questa volta vorrei puntualizzare l'inutilità di firmare proteste o inscenare manifestazioni. L'unica cosa che può danneggiare il carrozzone immorale della televisione di stato è la mancanza di soldi. Gettare via il televisore e smettere di pagare la tassa. Quella è l'unica via. Quanti più lo capiranno, tanto più danno si farà.

      Elimina
    3. @ Anonimo 19:02 : avevo giusto fatto la stessa cosa diversi anni fa. Arrivò il controllore fiscale che, avendo constatato che effettivamente NON possedevo l'apparecchio tv ( mi avrà preso per un sottosviluppato mentale vedendo le tante immagini sacre in casa... ) mi obbligò a pagare il canone perchè avevo l'abbonamento Internet ... In caso di mancanza della TV i programmi si possono vedere anche su Internet . Così dovetti pagare il canone e visto che c'ero ricomprati l'inutile TV ...

      Elimina
  6. @ il nuovo:
    concentrati, se puoi, più su questo:
    Jonathan - “diritti” in “movimento”
    “L’unità familiare – generatrice di menzogne, tradimenti, mediocrità, ipocrisia e violenza – sarà abolita. L’unità familiare, che non fa altro che soffocare l’immaginazione e frenare il libero arbitrio, deve essere eliminata. Ragazzi perfetti saranno concepiti e cresciuti nei laboratori genetici. Saranno messi insieme in un ambiente comune, sotto il controllo e l’educazione di dotti omosessuali. Tutte le chiese che ci condannano saranno chiuse. I nostri soli dei saranno bei ragazzi. Aderiamo al culto della bellezza, morale ed estetica. Tutto ciò che è brutto e volgare e banale sarà annientato. Poiché noi siamo estranei alle convenzioni borghesi eterosessuali, siamo liberi di vivere le nostre vite secondo le leggi della pura immaginazione. Per noi il troppo non è abbastanza. La squisita società che deve emergere sarà governata da una élite costituita da poeti gay.”
    “.. è a questi personaggi malati che uffici governativi come l’UNAR chiedono consulenza
    E, dulcis in fundo,.......
    http://www.riscossacristiana.it/delirio-omosessualista-viaggio-nella-fogna-profonda-di-paolo-deotto/

    >
    http://www.lamanifpourtous.it/sitehome/manifesto/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo delirio non è la posizione della stragrande maggioranza degli omosessuali, come non è la posizione dei cattolici quella dei fanatici integralisti.
      Credo inoltre che quello scritto sia provocatorio, del 1987, e che miri principalmente a rappresentare le paure dei sessuofobici. Ed infatti questi ultimi ci sono cascati in pieno.

      Elimina
    2. Finalmente sono arrivati i fanatici integralisti!!!! Ecco gli evergreen del nuovo in tutto il loro splendore!
      Certo che ci vuole del fegato a difendere e giustificare frasi come quelle riportate eh...ma meno male che ci sei tu che hai una risposta pronta a tutto. Eri anche lì in spirito, nel 1987 e puoi testimoniare come queste parole siano provocatorie! E che diamine! Non saremo mica integralisti qui no?

      Elimina
    3. Se tu e Deotto leggeste le finalità dell'associazione Jonathan capireste subito che quello scritto è provocatorio e non è un manifesto delle intenzioni dell'associazione. Dovreste vergognarvi di farne un uso strumentale per attaccare un orientamento sessuale diverso dal vostro.

      Elimina
    4. Non tutti i gay sono sedevacantisti, ma tutti i sedevacantisti sono gay.

      Elimina
    5. Al nuovo
      Proponi a quel deficiente d'un tuo amico rufus di fare qualcosa di simile col maometto,

      Elimina
    6. Infatti!
      Il vigliacco!

      Elimina
  7. @ ilnuovo argomentazioni ZERO: vergognati te.

    RispondiElimina
  8. Chi voglia leggersi tutto l’articolo, non deve far altro che CLICCARE QUI
    http://www.alinvolo.org/fanzine/0406_gayrivol.htm

    http://www.riscossacristiana.it/delirio-omosessualista-viaggio-nella-fogna-profonda-di-paolo-deotto/

    f@ve.

    RispondiElimina
  9. Sì, certo, me la vedo la "sorella" di Monti impedire questa porcheria.

    Andrea M.

    RispondiElimina
  10. Chi voglia leggersi tutto l’articolo, non deve far altro che CLICCARE QUI:
    > http://www.alinvolo.org/fanzine/0406_gayrivol.htm


    http://www.riscossacristiana.it/delirio-omosessualista-viaggio-nella-fogna-profonda-di-paolo-deotto/

    RispondiElimina
  11. COMUNICATO STAMPA dei CIRCOLI TOSCANI de LA MANIF POUR TOUS ITALIA sul progetto “Omofobia, transfobia e bullismo” finanziato dalla Regione Toscana
    http://www.culturacattolica.it/default.asp?id=17&id_n=34845

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le Manif sono assolutamente ridicoli in questa loro iniziativa. Anzi, danno proprio un esempio di bullismo, perdendo così ogni credibilità-

      Elimina
    2. Ma tu, con questo tuo continuo isterismo a mettere il becco su tutto e tutti credi di essere credibile? Inutile che cerchi di fare la maestrina perfettina, quando poi bestemmi la Madonna, rifiuti la dottrina della Chiesa e adesso sostieni anche i pervertiti!
      Ogni tuo intervento è rivoltante ed inutile, l'odio per la Chiesa che promana da ogni tua parola è nauseabondo. E magari credi anche di essere cattolico...!
      Poveretto!

      Elimina
  12. Ma d'altra parte, che cosa ci si aspetta da una che si chiama Tarantola?

    RispondiElimina
  13. Chi volesse firmare online la petizione al Prdsidente RAI perché sospenda la comparsata del figuro a San Remo può farlo qui
    http://www.citizengo.org/it/4349-il-cantante-blasfemo-rufus-sanremo-coi-nostri-soldi?tc=gm&tcid=1990721
    Sono già diverse decine di migliaia le firme raccolte in difesa della nostra Fede
    Una volta tanto che non è de Mattei a chiedere firme facciamolo volentieri.
    Giorgio Severo

    RispondiElimina
  14. dante pastorelli17 febbraio 2014 22:56

    Anonimo17 febbraio 2014 19:02
    --------------
    Chi vuole passar un po' di tempo alla TV può girellare e trovare qualcosa di guardabile. C'è chi ama il calcio, c'è chi ama telefilm come don Matteo, c'è chi preferisce trasmissioni a carattere geografico, documentari ecc. Io in genere, oltre ai TG, guardo dei gialli di cui spesso e volentieri non riesco a veder la fine. Un po' di sonnifero mi aiuta la notte...

    RispondiElimina
  15. Dimenticavo. Io non son un firmaiolo, firmo soltanto, cioè raramente, ciò che m'interessa. Anche in passato abbiam raccolto tante firme, che han fatto sentir la voce di chi si opponeva al male dilagante: e non solo pro Missa antiqua, ma contro divorzio, aborto ecc. A difesa del card. Florit attaccato da don Mazzi e dalla sua eretica cricca appoggiata da intellettuali e futuri cardinali, in campo diocesano. Abbiamo perso? Non sempre. Nel caso di Florit abbiamo vinto. E poi, cosa importa? Anche se abbiamo aperto gli occhi a poche persone per me è sufficiente e sarebbe sufficiente ugualmente se non avessimo convinto neppure un solo cittadino. La testimonianza c'è stata. E così oggi: non ci si deve nascondere, perché la visibilità è la prima vera testimonianza. Testimonianza, cioè vita.
    Purtroppo oggi i cattolici non sanno più aggregarsi, in politica, nella scuola ecc. Sembrano scomparsi, han paura di presentarsi per quel che sono. In fondo la stessa cosa accade su questi blog. Queste battaglie anonime sono del tuttoinutili. Gettar via i PC?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dante, io apprezzo molto la tua posizione, credo anch'io che noi cattolici dovremmo "osare" di più.
      In passato mi sono sforzato di farlo, oggi la questione è più delicata, non per responsabilità esterne.
      ti faccio presente che ad oggi, proprio su un problema come questo, l'attuale presunto capo della Chiesa cattolica in persona si è già pronunciato: chi sono io per giudicare?
      Oggi ufficialmente, ogni iniziativa che prendiamo la prendiamo solo per noi stessi, che siamo soli e abbandonati.
      Forse anche per questo l'eventuale impegno avrà ancor più valore agli occhi di Dio, ma è anche vero che l'eroismo non può essere di tutti.
      Lo stesso Pietro fuggiva dalla croce di Nostro Signore.

      Elimina
  16. Il mio commento è qui:
    http://opportuneimportune.blogspot.it/2014/02/un-cantante-blasfemo-sanremo.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma a chi interessa il blog di uno che millanta di essere un sacerdote? Curati, megalomene!!!!

      Elimina
    2. Strano che non attacchi anche chi insulta o bestemmia... E sì che anche di quelli non ne mancano. Mi sai che sei anche tu di quelli a cui va bene tutto, tranne ciò che è cattolico

      Elimina
    3. Già un sacerdote che si nasconde dietro uno psudonimo mentre asserisce di dire cose conformi alla dottrina fa pensare. Se poi quando gli viene chiesto di guidare un rosario si defila alla Don Abbondio il dubbio circa la sua reale identità è più che ragionevole.

      Elimina
  17. "Queste battaglie anonime sono del tuttoinutili,," non sono d'accordo.. per me questa tua crociata contro l'anonimato non ha senso, Ha senso un minimo di informazione corretta, poi...vedremo...

    "...Garantire la libertà di espressione

    - Una legge bavaglio -

    Preservare il diritto alla libertà di espressione garantito dalla Costituzione Italiana all’Art. 21: “Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto ed ogni altro mezzo di diffusione”.

    Con la proposta di legge Scalfarotto (PD) sul Contrasto all’omofobia e alla transfobia si configura una violazione della libertà di pensiero, qualora non allineato ai fondamenti ideologici della legge. Cade così il fondamento di tutte le libertà civili e costituzionali, e si introduce il reato d’opinione, proprio dei governi a stampo totalitario.

    Chiunque dichiari qualsiasi cosa che possa costituire obiezione argomentata in merito al “matrimonio” omosessuale e alla possibilità di adozione per le coppie di persone dello stesso sesso, sarà perseguibile a norma di legge con pene fino a 4 anni di carcere.

    La proposta di legge che si intende approvare risponde ad una mera prospettiva ideologica, del tutto inutile sul piano legale, poiché persone con tendenze omosessuali, come ogni cittadino, già godono degli strumenti giuridici previsti dal codice penale contro qualunque forma di ingiusta discriminazione, di violenza e di offesa alla propria dignità personale..."
    http://www.lamanifpourtous.it/sitehome/manifesto/

    RispondiElimina
  18. ideologia del "gender" - nuovo totalitarismo,
    http://www.rassegnastampa-totustuus.it/modules.php?name=Content&pa=showpage&pid=143

    RispondiElimina
  19. Visto chi sono i big di Sanremo più noti a livello social? https://twitter.com/rockolpoprock/status/434326332512538624

    RispondiElimina
  20. Sapete l'ultima del vdr? Non vuole passaporto vaticano, vuole viaggiare come cittadino argentino col suo vecchio passaporto senza l'indicazione del suo nuovo status.....no comment......

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lasciamo stare questo pover'uomo ai suoi vaneggiamenti, ed aspettiamo che il Santo Spirito susciti un vero Pietro.

      Elimina
    2. Per cui, conseguentemente, rifiuta di essere il Sovrano della Monarchia Assoluta (forma di governo attualmente in vigore) nello Stato della Città del Vaticano!

      Elimina
  21. testi che l’UNAR proporrà alle scuole, e che, con l’ansia diffusa di essere “politicamente corretti”, si può scommettere che saranno adottati:

    - il testo destinato alla scuola primaria,
    http://www.riscossacristiana.it/newwebsite/wp-content/uploads/2014/02/File-completo-Scuola-Primaria.pdf
    - il testo per la scuola media,
    http://www.riscossacristiana.it/newwebsite/wp-content/uploads/2014/02/File-Completo-UNAR-Medie.pdf
    - il testo per i licei,
    http://www.riscossacristiana.it/newwebsite/wp-content/uploads/2014/02/File-completo-UNAR-Liceo.pdf
    Non c’è bisogno di aggiungere molto.

    RispondiElimina
  22. Mons. Luigi Negri: Avanza la dittatura

    Essa è una dittatura del massmediatico, del politicamente e del culturalmente corretto, che trova una tradizione cattolica ignorata dalla maggior parte dei giovani, ignorata perché la maggior parte di quelli che doveva parlargliene non gliene ha parlato in modo adeguato; trova una trama di vita sociale debolissima sul piano personale, sul piano della coscienza umana, sul piano della consapevolezza dei valori etici fondamentali; insomma trova un popolo disintegrato, che rischia di subire una dittatura senza neanche la nobiltà dell’opposizione

    http://it.gloria.tv/?media=571102















    RispondiElimina
  23. Avete presente i 56 tipi di gender selezionati da Facebook-usa? Troppo pochi. Questa è discriminazione
    http://www.tempi.it/avete-presente-i-56-tipi-di-gender-selezionati-da-facebook-troppo-pochi-questa-e-discriminazione#.UwM6XbmYbyc

    RispondiElimina
  24. Anonimo18 febbraio 2014 00:06
    ---------------
    Se per te sono inutili le raccolte di firme di persone che ci metton la faccia, per me sono inutili le sceneggiate anonime sui blog.
    Io non fo nessuna crociata, semplicemente vedo l'incoerenza tra le parole ed i comportamenti: si grida di voler difendere la Verità ad ogni costo, ma all'ombra dell'anonimato. Quest'incoerenza l'ho sempre disapprovata.
    Quanto al contenuto di leggi immorali ho firmato contro, non solo espresso opinione negativa in qualche blog. Come per il passato potrò dire: io c'ero.

    RispondiElimina
  25. Chi era che diceva che la 'dittatura del relativismo' era una fissa del vecchio papa tedesco? Beh, adesso siamo tutti gai, felici e contenti, ma chi siamo noi? Intanto il vdr ha il permesso di soggiorno annuale e passaporto e c.d.id. argentini rinnovati, si sa mai.....recapito in albergo soggiorno in vaticano con vista panoramica della piazza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un pontefice con permesso di soggiorno a tempo, dunque: speriamo si stufi presto di soggiornare in Vaticano e torni alle amate pampas!

      Elimina
  26. "Se per te sono inutili le raccolte di firme di persone che ci metton la faccia" NON ho detto questo, Il resto >> lo ribadisco e le mie non sono "sceneggiate".

    RispondiElimina
  27. La morale non può essere corretta se la filosofia è sbagliata
    http://www.quieuropa.it/luomo-moderno-ha-perduto-se-stesso-perche-ha-sostituito-dio-con-il-ciarpame/
    http://www.luogocomune.net/site/modules/newbb/viewtopic.php?topic_id=1073&forum=42

    RispondiElimina
  28. Rispetto chi ha deciso di aderire alla raccolta firme.
    Dopo aver visto la galleria di abusi liturgici del sito indicato al post pi recente, credo che lo spettacolo di sanremo sarà comunque più sobrio.
    Ho deciso di non partecipare alla petizione non perché non sia d'accordo in linea di principio, ma perché sarebbe un attacco diretto alla Chiesa (sedicente) cattolica.
    Voglio dire, i vescovi fanno sicuramente peggio, quindi eviterei di rincorrere falsi obiettivi.

    RispondiElimina
  29. dante pastorelli18 febbraio 2014 19:11

    Anonimo18 febbraio 2014 15:53
    -------------
    Non ne vedi sceneggiate dall'una e dall'altra sponda qui o altrove? Ho espresso un'opinione non sui tuoi singoli post ma su di un clima.
    Hai scritto "questa volta vorrei puntualizzare l'inutilità di firmare proteste o inscenare manifestazioni." Le firme, scusami tanto, son anonime o di persone che ci metton la faccia? E alle manifestazioni ci vann'ombre o persone anche ben riconosicibili? Via, non meniam il can per l'aia.
    Per te son inutili le firme di protesta, per me ce ne son di utili e firmo quelle che ritengo tali, mentre trovo prive di valore le tante rimostranze, le lamentele e, appunto, le sceneggiate da vandeani mascherati.

    RispondiElimina
  30. dante pastorelli18 febbraio 2014 19:14

    Intanto il Papa ha scomunicato il prete australiano sostenitore dei matrimoni gay. Un altro atto positivo.

    RispondiElimina
  31. Tutti i dirigenti Rai non sono stati ricevuti da Bergoglio in udienza generale?Questi sono i frutti.Solite chiacchiere convenzionali ecclesistichese emozioni qua emozioni là ognuno resti tranquillamente nei propri peccati e nella propria spazzatura

    RispondiElimina
  32. Io penso che l'iniziativa della petizione vada un po' corretta, mi spiego, raccogliere le firme va bene ma che senso ha mandarle alla direzione Rai? Perché questi dovrebbero andare contro i loro interessi, che sono ovviamente economici? Facciamo la petizione ma anziché mandarla alla direzione Rai mandiamola ai nostri rappresentanti ufficiali, che sono anche ben pagati, abbiamo un certo mons. Ravasi che si pavoneggia tanto dal tubo catodico, flirta con eretici ed atei, possibile che questo fior fiore di monsignor cardinale et arcivescovo, nella sua funzione di presidente del pontificio consiglio per la cultura oltre che fondatore del giardino dei gentili et altre amenità varie, non riesca a farsi sentire in Rai? E se non lui, possibile che Monsignor Vescovo dell'Urbe non riesca a trovare il numero di telefono della Rai sulle pagine gialle? Ma come, è così sollecito con gli sconosciuti, ma anche con i potenti della terra: ha scritto a Putin e telefonato ad Assad, ha impedito o anche solo rimandato lo scoppio della terza guerra mondiale, e non riesce a contattare la direzione Rai per chiedere una cortesia anche solo a titolo di favore personale?
    Ma se non interessa a loro, che sono tutti preoccupati per il vetus ordo che riciccia sempre nonostante i milioni spesi in "pesticidi" per eradicarlo dall'orbe cattolico, perché dovremmo andare a scomodare quelle autorità dichiaratamente anticristiche che non fanno altro che il loro "mestiere"?
    Se Dio non t'ascolta che fai chiedi a Satana di smetterla? E magari lo preghi regalandogli anche questa soddisfazione?
    Concludendo: la petizione ha senso logico solo se indirizzata alle competenti autorità, il resto è solo tentativo di creare ulteriore confusione.
    Per quello che ho visto in giro domenica, non mi è sembrato di sentire omelie in cui i preti chiamavano al boicottaggio per la serata incriminata tutto il popolo cattolico- sarebbe stata una bella prova quella di lasciare a zero l'auditel del festival solo per quella serata- al contrario penso proprio che Bergoglio e Ravasi saranno in prima fila ad applaudire. Se non dall'Ariston almeno dai sacri palazzi.Purtroppo.

    RispondiElimina
  33. Scusate ma perché non mandare la petizione all'organo competente?
    E cioè questo: http://www.pccs.va/index.php/it/
    "Pontificio Consiglio delle comunicazioni sociali"
    Non dovrebbero essere loro a tutelarci?

    RispondiElimina
  34. L'invio ad un organismo non esclude che si mandino le firme anche all'altro. Mi sembrerebbe utile.

    RispondiElimina
  35. Ogni tanto fa piacere trovare anime belle.......ma da lì non rispondono mai, si vede hanno altro da fare....

    RispondiElimina
  36. «Gay e immigrati servono per disgregare la società»
    Alexey Komov, ambasciatore russo all’Onu del Congresso Mondiale delle Famiglie
    http://www.effedieffe.com/index.php?option=com_content&view=article&id=284055:lgay-e-immigrati-servono-per-disgregare-la-societar&catid=35:worldwide&Itemid=152

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.