giovedì 26 dicembre 2013

Pisa. La Santa Messa nell'antico rito riprenderà sabato 11 gennaio 2014 nella chiesa di S. Apollonia

Le condizioni della Chiesa di San Giorgio ai Tedeschi a Pisa hanno progressivamente reso ardua la celebrazione secondo il Messale del 1962, che in questa Chiesa è stata ospitata per più di tre anni, fin dalla Quaresima del 2010, quando l'arcivescovo, applicando il motuproprio Summorum Pontificum, diede incarico a mons. Gino Biagini di officiare secondo l'antico rito romano ogni sabato pomeriggio. 
Dopo aver messo in vendita l’immobile (di proprietà dell’ospedale) di cui la Chiesa fa parte, è stato prima staccato il riscaldamento, poi ridotta la potenza dell’impianto elettrico, quindi (sei mesi fa) tagliata l’acqua. 
Circa dieci giorni fa, la luce è stata definitivamente staccata, tanto che le ultime due SS. Messe sono state officiate con luci di fortuna (candele, per lo più), come si vede dalla foto che alleghiamo. 
Grazie a Dio, le sollecitazioni giunte dal Comitato pisano San Pio V sono state ascoltate e l’arcivescovo Benotto ha disposto il trasferimento della S. Messa in rito antico nella Chiesa di S. Apollonia, in via S. Apollonia, dietro a piazza dei Cavalieri e nei pressi di Borgo Largo. 
Tuttavia, tale nuova sede attualmente necessita di alcuni adattamenti e in queste feste è occupata da alcuni eventi programmati già da tempo. 
Di conseguenza, pur se con sommo dispiacere, si comunica che la S. Messa in rito antico resterà sospesa per tutto il periodo natalizio, Epifania compresa, e riprenderà presso la Chiesa di S. Apollonia, sabato 11 gennaio, con il solito orario (ore 17.40 Rosario, ore 18 S.Messa) e cadenza (ogni sabato).

D.E.

Nessun commento:

Posta un commento

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.