mercoledì 4 dicembre 2013

Echi tridentini in cinematografia (di O. Preminger - 1963). I 50 anni de "Il Cardinale"

Di nuovo mercoledì.
Il prossimo film che segnaliamo di nuovo, compie quest'anno 50 anni: "Il Cardinale" è un bel film un po' particolare, ma di profonodi insegnamenti cattolici ed etici, e, indubbiamente, con belle scene e curato nei dettagli. Anche liturgici.
Ne avevamo già parlato qui nel 2010, in cui avevamo inserito tutto il filmato.
Non si tratta di una vera e propria "eco tridenina" in quanto girato nel 1963, tempo in cui la liturgia tridentina era ancora in vigore; ma lo è di sicuro per noi del XXI secolo.
Il film è "Il Cardinale", ambientato a Boston nel 1917 e parla di un giovane sacerdote vicario parrocchiale, che si trova di fronte la scelta di decidere tra gli insegnamenti della Chiesa o gli affetti più cari quando la sorella incinta deve partorire. Egli decide di salvare il bambino che nascerà. Manda poi un manoscritto al suo vescovo di Boston che lo trova ambizioso e lo manda in una piccola parrocchia povera e disastrata, dove assiste il parroco molto malato -amico del  vescovo- che gli impartisce insegnamenti e lezioni morali importanti.
Alla morte del vecchio parroco (1022) il Vescovo lo assume come segretario e lo porta a Roma
come suo assistente per il conclave (che eleggerà Pio XI). Mentre è a Roma rivela al cardinale la sua crisi sacerdotale e quindi viene deciso un periodo di sospensione sacerdotale che passerà a Vienna. Lì diventa insegnante di lingue, e quasi si innamora di una studentessa; ciononostante a questo punto decide di seguire la sua vocazione sacerdotale. Tornato a Roma viene promosso nella Segreteria di Stato ove gli vengono affidati vari incarichi che egli svolge con successo. Consacrato vescovo assiste all'entrata dei nazisti in Austria e ritrova la giovane studentessa, arrestata dalla Gestapo.
Tornato a Roma viene creato Cardinale e Arcivescovo a Boston. 


processione d'ingresso e ordinazione sacerdotale 
  

 *
 
Consacrazione episcopale


19 commenti:

  1. Un film ricco di riferimenti tridentini, ma senz' altro negativo e truculento è:

    "Comunione e delitti"

    RispondiElimina
  2. Perchè negativo e truculento? Io lo trovo molto umano - nel senso di 'debolezze umane'.
    Peter.

    RispondiElimina
  3. Intanto Dolan di New York, grande elettore di Francesco, subisce un vero diluvio di fuoco in patria. I dirigenti del tea Party definiscono Francesco marxista ed ipocrita.Credo sia profondamente ingiusto definire il papa ipocrita anzi. Il problema è che parla di tematiche economiche tipiche degli anni sessanta. Il mondo è andato avanti, con questi pronunciamenti si rischia di avere un esercito di generali... senza truppe.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Segnalo un bellissimo articolo di oggi: http://www.dagospia.com/rubrica-2/media_e_tv/1-calatrava-e-subito-il-vaticano-cala-le-braghe-al-contestatissimo-architetto-una-per-67733.htm

      Fare l'anticapitalista-pauperista a oltranza e poi permettere lo scialo di un milione di euro (di questi tempi poi) sotto il proprio naso, come lo chiamereste??? Spirito di carità?
      A casa mia è ipocrisia bella & buona!!!

      E se Dolan "grande elettore" è sotto un diluvio di fuoco, beh... che dire? Se l'è cercata lui e ben gli sta!!!!

      Elimina
  4. Non si tratta della consacrazione episcopale ma l'ordinazione presbiteriale di alcuni seminaristi.
    La consacrazione episcopale del protagonista del film è stata filmata all'interno della Basilca di Santa Maria sopra Minerva.

    RispondiElimina
  5. Film meraviglioso. Qualcuno riesce a darmi qualche indicazione utile ad individuare il canto processionale ed il magnifico Tu es sacerdos del momento della consacrazione? Non vorrei sbagliare, ma certe melodie non possono che essere cecilane..

    RispondiElimina
  6. E' un bel film. Purtroppo non piace molto a mic e a Luisa e questo ci addolora tutti un pochino.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma il certo numero di stupidate al giorno per farti notare lo devi proprio usare tutto?

      Elimina
  7. Per otto lunghi anni Papa Benedetto è stato oltraggiato in mille modi senza che nessuno della Curia romana ,cardinali, vescovi, sacerdoti intervenissero in suo favore.
    Mi chiedo se non sia la fine della primavera anche per Bergoglio: compare sui media americani con il busto di Lenin. Che sia la nemesi?

    RispondiElimina
  8. Benedetto XVI è stato tenuto sulle braci ardenti perché serviva per coprire gli scandali di ogni tipo che sotto GP2 erano sotto controllo e filtrati abilmente e poi fatti scoppiare ad arte e messi sul conto del papa panzer nazi e cattivo, poi la CC doveva tornare ai fasti cinematografici e teatrali e serviva un altro attore e così il pastore tedesco è stato messo a cuccia e alla catena, ora lo show impazza, non so fino a quando, ma al momento il vdr gode di un consenso immenso, ha pure un app per seguire le sue performances minuto per minuto, hilights compresi; spero che Dio farà piazza pulita di chi sta insudiciando la veste della Sua Sposa...certi posteggiatori la smettano di criticare altri bloggers, sono stucchevoli.

    RispondiElimina
  9. Cari amici,

    qualcuno che ha una formazione teologica forte o alla luce della Tradizione e degli insegnamenti dei Padri della Chiesa e quindi non parla per partito preso, può gentilmente rispondere a queste tre domande?

    1. Sono stato battezzato e cresimato dopo il Concilio II, mi chiedo se non devo rifare i sacramenti o se almeno il battesimo è valido?

    2. La confessione fatta da un sacerdote in unione allo spirito del Concilio II e allo spirito di Assisi è valida? Sono validi anche gli altri sacramenti,o cosa è o può essere invalido e perché?

    3. Vi chiedo se queste righe dicono il vero:

    “Il Nunzio Papale Cum ex [officio] del [apostolatus] di Papa che Paolo IV insegna: se qualcuno era un eretico prima dell’elezione papale, non può essere un papa valido, anche se è eletto unanimamente dai Cardinali. Canone 188,4 (1917 Codice di Legge del Canone) insegnano: se un uomo di chiesa (papa, vescovo, [etc].) diviene un eretico, perde il suo ufficio ipso facto anche senza qualsiasi dichiarazione di legge. San Roberto Bellarmino, Antonius, [deSales] Francesco, Alphonsus de Liguori, e molti altri teologi, insegnano che un eretico non può essere un papa: “Se comunque, Dio permette ad un papa di divenire dopo essere stato eletto un eretico in contumacia, cessa immediatamente di essere papa, e la sedia apostolica diviene vacante.” San Alphonsus de Liguori (Dottore della Chiesa).”

    Riguardo a questo, visto l’apostasia dilagante a Roma e visto il papa attuale, siamo in stato di sede vacante? Potrebbe applicarsi la regola su Giorgio Bergoglio? E anche su Wojtila potrebbe essere scomunicato dopo la morte per eresia come Onorio I?

    PS: Non è mia intenzione fare polemiche, vorrei semplicemente capire come voi vi trovate in questo momento storico.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fatti vedere da un buono psichiatra. Forse sei ancora curabile.

      Elimina
    2. Fatti un bel giro qui: chiesaepostconcilio.blogspot.com. Troverai varie persone che condividono i tuoi dubbi e anche qualcuno (anzi qualcuna) che ti risponderà nel senso che sotto sotto (ma neanche tanto) desideri.

      Elimina
    3. Grazie anonimo. Mi sono riavvicinato alla Chiesa da pochi anni ma voglio vivere e morire da cattolico e non da protestante.

      Non ho bisogno di nessun psichiatria: ho bisogno di un papa papa e di guide religiose autentiche salde nella veritá alla luce della Tradizione dei Santi e dei Padri della Chiesa.

      Grazie anonimo 11:40

      Elimina
  10. Scusate
    qualcuno potrebbe rendere scaricabile questo film su internet perche io purtroppo non riesco a trovarlo da nessuna parte

    grazie
    A

    RispondiElimina
    Risposte
    1. se installi emule lo trovi... :-)

      Elimina
    2. Torrent. Si trova benissimo.

      Elimina
  11. Bellisima la scena dove Nunzio e protagonista, vedendo la nunziatura invasa dai nazisti, quale prima preoccupazione hanno quella di consumare l'eucarestia per evitare che cada in mano agli aggressori. Solo poi prendono la fuga... Una vera conoscenza delle priorità!

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.