martedì 12 novembre 2013

Filippine devastate, preghiera e solidarietà concreta

“Città del Vaticano (AsiaNews) -
Un appello a favore delle popolazioni delle Filippine perché a lor giunga "la nostra preghiera" e un "aiuto concreto" è stato lanciato (domenica 10 novembre) da papa Francesco subito dopo la preghiera dell'Angelus coi fedeli in piazza san Pietro. … "Desidero assicurare - ha detto il Papa - la mia vicinanza alle popolazioni delle Filippine e di quella regione, che sono state colpite da un tremendo tifone. 
Purtroppo le vittime sono molte e i danni enormi. Preghiamo in silenzio e la Madonna per questi nostri fratelli e sorelle, e cerchiamo di far giungere ad essi anche il nostro aiuto concreto".
Dopo aver chiesto di pregare in silenzio per un breve tempo, il pontefice ha intonato l'Ave Maria”.

La Presidenza CEI stanzia tre milioni 

Tre milioni dalla Presidenza della CEI 
Alla solidarietà espressa da Papa Francesco nel corso dell’Angelus di domenica 10 novembre, si è subito aggiunto lo stanziamento disposto dalla Presidenza della Cei di tre milioni di euro dai fondi derivanti dall’otto per mille, da destinarsi alla prima emergenza.

L’appello di Caritas Italiana 

Il tifone Haiyan che ha colpito negli ultimi giorni le Filippine, ha lasciato dietro di sé decine di migliaia di morti, feriti, dispersi, probabilmente con numeri molto superiori alle stime attuali.
Migliaia di persone sono già ospitate presso Istituti, Parrocchie e strutture Caritas, e ad altre 8.000 persone verranno forniti brevemente generi di prima necessità.
Il Direttore di Caritas Italiana, don Francesco Soddu sottolinea “l’importanza di un aiuto concreto e immediato”. 
Ora il tifone rischia di colpire e di causare disastri anche in altri Paesi, come il Vietnam e il Laos. 
Caritas Italiana ha già stanziato 100.000 euro per questa terribile emergenza. Migrantes alla Comunità filippina in Italia Preghiera e solidarietà con il dolore e le preoccupazioni delle comunità cattoliche filippine in Italia sono espresse in un comunicato stampa della Fondazione Migrantes.
Sono oltre 150.000 i filippini che vivono e lavorano in Italia, la maggioranza dei quali cattolici.
Roma e Milano, rispettivamente con 34.000 e 35.000 filippini, sono le città con le comunità filippine più numerose.



COME AIUTARE CONCRETAMENTE I NOSTRI FRATELLI DELLE  FILIPPINE 


1) CARITAS  

Per sostenere gli interventi in corso, si possono inviare offerte a
Caritas Italiana, via Aurelia 796 –00165 Roma, tramite C/C POSTALE N. 347013 specificando nella causale: “Filippine”
 Donazioni on line su www.caritas.it
Offerte sono possibili anche tramite altri canali, tra cui:
UniCredit, via Taranto 49, Roma – Iban: IT 88 U 02008 05206 000011063119
Banca Prossima, piazza della Libertà 13, Roma
– Iban: IT 06 A 03359 01600 100000012474 Banco Posta, viale Europa 175, Roma
– Iban: IT91 P076 0103 2000 0000 0347 013 Banca Popolare Etica, via Parigi 17, Roma
– Iban: IT 29 U 05018 03200 000000011113 

2) PIME 

Anche il Pontificio Istituto Missioni Estere si mobilita direttamente per l’aiuto alla popolazione delle Filippine, colpite dal tifone Haiyan che ha lasciato dietro di sé migliaia di morti e tanta devastazione. L'Ufficio Aiuto Missioni della Fondazione Pime Onlus ha aperto una raccolta fondi per aiutare concretamente le vittime della catastrofe. 
I fondi raccolti saranno gestiti in loco dai missionari del Pime, presenti nelle Filippine dal 1968: pur non essendo i luoghi dove svolgono la loro missione tra quelli più direttamente danneggiati dal tifone, il Pime ha scelto ugualmente di farsi da tramite per mobilitare i propri benefattori in aiuto delle comunità colpite. Attraverso i contatti stabiliti sul posto dai missionari i fondi andranno a promuovere la ricostruzione delle abitazioni e dei villaggi distrutti. «Ora servono aiuti immediati: cibo, medicine, vestiario - racconta da Zamboanga il superiore regionale del Pime nelle Filippine padre Gianni Re -. 
Ma ci sarà molto da fare anche dopo, per la ricostruzione delle zone devastate». 


COME FARE PER INVIARE LA PROPRIA OFFERTA:

È possibile inviare un’offerta alla Fondazione Pime Onlus specificando il codice della causale: S123 – PER LE VITTIME DEL TIFONE HAIYAN.
Le offerte possono essere fatte pervenire alla Fondazione Pime Onlus tramite: -
Donazione on line direttamente sul sito www.pimemilano.com - c/c postale n. 39208202 intestato a Fondazione Pime Onlus Via Mosè Bianchi, 94 - 20149 MILANO 
- Assegno Bancario o Circolare, oppure Vaglia Postale a Fondazione Pime Onlus, sempre al ns. indirizzo - Bonifico Bancario intestato a Fondazione Pime Onlus - Credito Valtellinese S.C. - Piazza San Fedele, 4 - 20121 MILANO 
- IBAN IT 11 W 05216 01630 000000005733. 

Si raccomanda di inviare copia dell'avvenuto bonifico via fax al n. 02 4695193 o via e.mail a uam@pimemilano.com indicando nome, cognome e indirizzo (dati utili all'emissione del documento valido per la detrazione fiscale) 
- Carta di credito

Per informazioni: 

Centro missionario Pime di Milano, via Mosé Bianchi 94, 20149 Milano tel 02/43.822.317/ 3391098463 ; mail: segreteriariviste@pimemilano.com