giovedì 6 giugno 2013

In Australia pubblicità sacrilega e blasfema che manca di rispetto al Corpo di Cristo: l'Ostia inzuppata in una salsa

Pubblicità sacrilega di una crema/salsa (estratto di lievito) per insaporire i cibi. 

Non serve spiegarla: è già esplicitamente blasfema di suo!
... Non ci sono parole.
Propongo una cosa: perchè non farne una in cui il rabbino insaporisce con la salsa AussieMite e erbe amare ebraiche della pasqua giudaica? C'è da domandarsi poi perchè non abbiano scelto di insaporire un bel cosciotto di maiale con la salsa, e indurre in tentazione un musulmano...

15 commenti:

  1. Probabilmente, perché, a forza di stare zitti, i Cattolici danno l'impressione (sarà solo impressione?) di non dar peso a questo genere di azioni nefande.
    Chissà la "rivoluzione" che sarebbe accaduta nel caso in cui la pubblicità avesse toccato la sensibilità religiosa di un musulmano o di un ebreo!!!....

    RispondiElimina
  2. Il perchè è sewmplice, perchè l'unica religione che lascia la libertà di fare anche queste idiozie è quella cattolica (alla faccia delle leggende nere), mentre la parola libertà non è conosciuta nelle altre religioni, tanto osannate in questi ultimi 50 anni. Aspettiamo di vedere come ci conceranno i mussulmani così serviti e riveriti nel nostro Paese. Comunque alla fine ognuno farà i conti con l'unico vero Giudice: Gesù.

    RispondiElimina
  3. Leggevo su Focus un’analisi molto chiara sulla pubblicità degli ultimi anni. Si nota sempre un crescente riferimento sessuale nel messaggio,nello spot, nel cartellone, ecc. che comunque influenza anche se in maniera velata e inconscia le nostre preferenze.Siete d’accordo con questa analisi?

    RispondiElimina
  4. Ma dai, non riuscite neppure ad essere ironici. Non capite che non si tratta di una provocazione ma semplicemente di una scenetta scherzosa che prende spunto dalla ritualità cattolica? Anzi, secondo me ci fanno pure pubblicità all'interno di un paese a maggioranza protestante.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io mi sarei arrabbiato se avessero umiliato i miei genitori o mia moglie, non so te.
      Perché quando Nostro Signore viene avvilito da bestemmie del genere bisognerebbe "essere ironici"? Ma tu in chiesa ci vai? O sei uno dei cattolici moderni, adulti ed aperti per i quali la religione conta meno di un laccio di scarpa?
      Forse sei anche uno che è stato "ironico" quando un sedicente artista buttava m***a sulla faccia di Nostro Signore e hai dato del fascista a chi si è fatto un paio d'ore al freddo sotto l'acqua per una preghiera riparatrice.
      Vergognati!

      Elimina
  5. Che orrore, mai visto nulla di piu sacrilego, per di piu la Marmite e una cosa orripilante inventata dagli inglesi. I cattolici romani in Australia sono in minoranza e assimilati agli altri anglo australiani in costumi e lasciar fare, purtroppo e' una discesa liscia (smooth) di costumi e miserie. Mi auguro che le autorita' ecclesiastiche denuncino quei deficienti: e' il solo metodo per far pagare caro la loro insensibilita verso altre religioni.

    RispondiElimina
  6. Miei cari amici della redazione di MiL, prima di parlar male dei vescovi e dei cattolici del nuovo mondo bisognerebbe avere informazioni piu' accurate ed esser certi che proprio nessuno dira' qualcosa contro la pubblicita' blasfema.
    Infatti sul settimanale della diocesi di Sydney, the Catholic Weekly, e' stato scritto un articolo sul fattaccio ed e' stato piazzato in prima pagina. Oltre a risposte mediatiche si stanno anche organizzando iniziative concrete. I cattolici del nuovo mondo si sentono oltraggiati dal video blasfemo e lo faranno presto sapere a tutti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Noi non avevamo parlato male dei Vescovi: ci eravamo posti la domanda su cosa facessero... e lei ci ha dato la risposta. Se ci dà qualche riferimento o i link, saremo lieti di pubblicare la notizia sul post.
      A presto
      Roberto

      Elimina
  7. Nel vangelo di Giovanni c'è qualcuno a cui viene dato un pezzo di pane intinto: è Giuda nell'Ultima Cena...

    RispondiElimina
  8. Non credo che le ostie siano state consacrate, quindi si tratta solo di una banale scenetta...comunque l'obiettivo di questi pubblicitari è riuscito. Sanno fare bene il proprio lavoro. E voi di Mil siete cascati nella trappola come pere cotte...avremmo mai sentito parlare di questa marca di salse in Italia se non avessero avuto questa trovata? Ebbene sono riusciti a fare giarare la pubblicità in tutto il mondo...con buona pace per i loro portafogli.
    La prossima volta ignoriamo...chiniamo il capo...e preghiamo per la loro conversione. Tanto il principe di questo mondo è Satana e finché non tornerà Nostro Singore dovremmo sopportarlo. Amen.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. bhè già che ci siamo allora invitiamolo pure a cena...tanto dobbiamo conviverci...

      Elimina
  9. ma perché al posto delle osite non usare un bel panino al prosciutto?
    sai quanta gente ci verrebbe in chiesa!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.