venerdì 29 marzo 2013

propter Parasceven - "venit Joseph ab Arimathaea "

"Post haec autem rogavit Pilatum Ioseph ab Arimatheaea, ... ut tolleret corpus Iesu. ..."









"Erat in loco ubi crucifixus est, hortus: et in horto monumentum novum... Ibi ergo propter Parasceven Iudaeorum, quia iuxta erat monumentum, posuerunt Iesum"


29 commenti:

  1. Antonio Peschechera da Barletta29 marzo 2013 17:23

    In questo giorno così unico e santo, non posso smettere di pensare all'opera di salvezza operata dall'Unico Dio vivente che è Gesù Cristo e che si lascia condurre alla crocefissione come agnello muto per la salvezza della mia anima e di quanti credono unicamente e solamente in Lui e non in tutti gli autori di favole scritte dopo di Lui e non solo in senso temporale. Ci pensino i nostri Pastori quando vanno agli incontri ecumenici e raccontano alla gente semplice la bugia che le religioni sono tutte uguali e tutti abbiamo lo stesso dio: tutti gli altri forse, ma non noi cattolici che abbiamo creduto in Lui e nella Santissima Trinità.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Proprio ieri l'Ordinario di Cagliari nelle Orazioni precedenti l'Adorazione oltre alla nefandezza del definire unica l'alleanza nostra con quella dei giudei ( ma allora la teologia della sostituzione?) si pregava per la libertá religiosa.....Da Mane a notte.

      Elimina
  2. L'avevano predetto un anno fa!

    http://messaggidagesucristo.wordpress.com/2012/04/21/12-aprile-2012-il-prossimo-papa-potra-essere-eletto-dai-membri-allinterno-della-chiesa-cattolica-ma-sara-il-falso-profeta/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma vatti a coricare, Satana! Mo ci avete rotto con tutti sti commenti malevoli sul papa, solo perchè non indossa pianete, camici col pizzo e tutte le cose che piacciono a voi...

      Elimina
    2. Ci piacerá quando dirá qualcosa di Cattolico.

      Elimina
    3. Ci mancavano i messaggi di Gesù... Solo dei deficienti possono credere a queste fesserie. I fondamentalisti adorano il dio-scimmia.

      Elimina
  3. Ma questa signora chi è? Ha visioni di Gesù che le parla? Come mai non si sa niente? Su internet ci scrivono molte persone e molte cose bisogna prenderle con le pinze.
    Ciò non toglie che la pensi anche io così, però bisogna stare attenti a chi è la vera fonte.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il fatto è che sta qui è da oltre un anno che prevedeva l'esilio di Benedetto XVI e l'elezione di un falso profeta... Aveva pure scritto che, durante la Settimana Santa, il falso profeta avrebbe compiuto un atto sacrilego che avrebbe turbato la Fede... Ed ecco puntuale che Francesco ha fatto la lavanda dei piedi ad una musulmana...

      Elimina
    2. Certo che è scioccante! ma si può essere sicuri che sia stato pubblicato nel 2012 e che non sia stato aggiunto ad arte dopo l'elezione Bertoglio. Come si fa a controllare?

      Elimina
    3. Io, prima del conclave, cercavo su internet informazioni sui vari papabili, e assicuro che quei messaggi erano già presenti prima dell'elezione di Francesco. Anzi, c'erano già prima che il conclave si aprisse (dato che io li avevo letti a inizio marzo).

      Elimina
    4. Che conseguenze può avere per un cattolico? Se questa cosa è vera, la nostra è una posizione molto difficile! È possibile conviverci? In che modo? Conosci nella storia situazioni simili e soprattutto testimonianze di come qualche santo vi ha fatto fronte?

      Elimina
    5. Bene, fatevi seguaci dell'ennesima santone. Fatevi dare anche i numeri per la lotteria, già che ci siete!

      Elimina
    6. I messaggi riportati dalla veggente tratteggiano una situazione che, per me, esiste davvero ma che per quelli come ilnuovo dovrebbe quantomeno apparire verosimile. E invece la sua malafede lo spinge a buttare tutto in "caciara". Augurati davvero che questa veggente sia una mitomane sennò un posto prenotato all'inferno per l'eternità non te lo toglie nessuno caro il mio Nuovo.

      Meo.

      Elimina
  4. Quanto fa schifo questo forum

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Solo uno sciocco non puó non vedere il cambiamento di Dottrina Cattolica nei Papi postconiliarii Francis compreso.Purtroppo é vero anche Ratzinger ha ammesso che la Gaudium et Spes fu un vero e proprio Contro Sillabo. Pertanto chi ha una mens logica e razionale non puo ' che esser Cattolico Tradizionale.

      Elimina
    2. riesci a rintracciare il passaggio dove BXVI disse che la Gaudium et spes fu un vero e proprio contro-Sillabo?

      Elimina
  5. ~ Joseph Cardinal Ratzinger, Principles of Catholic Theology,
    (San Francisco: Ignatius Press, 1987) pp. 381-2.
    Loricordó anche nel 1986 a Toronto durante una conferenza al locale seminario
    SVEGLIATEVI!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E ha fatto bene, il sillabo ha solo una valenza politica.

      Elimina
    2. Certo ha valenza come Quanta Cura...Modernistucolo.

      Elimina
  6. A questo punto m'interrogo sulla permanenza a Castel Gandolfo, un tentativo di allontanarlo o la volontà di allontanarsi? E lo spostamento al Mater Ecclesiae? Quando nel novembre 2012 sono state congedate le visitandine che vi risiedevano, era già nota a qualcuno la decisione del Papa? Questi lavori di ristrutturazione che stanno obbligando Benedetto XVI a stare lontano dal Vaticano sono stati decisi perchè già era decisa la sua rinuncia? Non si erano detti "sorpresi" lor cardinali? Ma se la struttura era vivibile per le suore perchè non dovrebbe esserlo per il Papa? Non trovate un pò assurdo che il Papa sia costretto ad un domicilio che, ci dicono, temporaneo in attesa che la sua futura casa sia ristrutturata quando la Chiesa dispone del più grande patrimonio immobiliare del mondo? E se Benedetto, dopo aver tenuto a sè il titolo di Papa emerito con una grande forzatura (di cui era pienamente consapevole) come a voler rimarcare che resta ugualmente Papa, volesse, vivendo in una delle 2 residenze papali ufficiali, sottolineare ancora di più quest'aspetto e creare una sorta di dualismo? Aspetto gli insulti deIlNuovo.

    Meo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il 17 febbraio, quindi ben prima dell'elezione di Bergoglio, la veggente scriveva: "Il falso profeta occuperà ora la Sede di Roma". Il 25 febbraio: "Seduto sulla sedia di Pietro, questo impostore griderà ad alta voce e proclamerà orgogliosamente la sua soluzione per unire tutte le chiese in una sola. Salutato come un moderno innovatore, egli sarà applaudito dal mondo laico perché giustificherà il peccato". Il 13 marzo, giorno in cui avvenne l'elezione di Bergoglio: "Il Mio amato Papa Benedetto XVI è stato perseguitato ed è fuggito, come era stato predetto. Io non ho designato questa persona che sostiene di venire nel Mio Nome".

      Poi, come scritto sopra, a metà marzo predisse il "gesto nefando" che sarebbe avvenuto durante i riti della Settimana Santa... Ed ecco che Francesco ammette alla lavanda dei piedi una donna musulmana.

      Insomma, io solitamente a veggenti e simili non ci credo, ma questa ci ha proprio indovinato... E le sue previsioni (Bergoglio, secondo lei, vorrà una "religione mondiale" all'insegna del sincretismo, e nelle Messe non avverrà più la Transustanziazione) non presagiscono niente di buono.

      Elimina
    2. La penso come te.
      Questa veggente ha azzeccato intanto l'addio di Benedetto XVI e questo è un dato di fatto, poi anche i più scettici devono riconoscere che la ricostruzione della profezia è quantomeno verosimile.
      Ve l'avevo detto io che "Deus nobiscum" e questi messaggi mi danno ancora più forza per combattere. Aprite gli occhi finchè siete in tempo o la vostra ignavia la pagherete cara nell'eternità.

      Meo.

      Elimina
    3. Riguardo alla lavanda dei piedi ad una musulmana, non si potrebbe arguire che si tratta di un dovere di carità cristiana. Infatti la carità è anche verso i nemici, come insegna Gesù. Scusate, faccio l'avvocato del diavolo, ma non scrivo per fare polemica con voi, Meo e Silver, bensì solo per capire meglio. Grazie.

      Elimina
    4. SCUSATE, MANCAVA UN PUNTO DI DOMANDA
      Riguardo alla lavanda dei piedi ad una musulmana, non si potrebbe arguire che si tratta di un dovere di carità cristiana?
      Infatti la carità è anche verso i nemici, come insegna Gesù. Scusate, faccio l'avvocato del diavolo, ma non scrivo per fare polemica con voi, Meo e Silver, bensì solo per capire meglio. Grazie.

      Elimina
    5. Se mi invitassero ad una celebrazione in una moschea, o in una sinagoga, presenzierei per rispetto verso chi mi ha invitato, ma certamente non prenderei parte in alcun modo ai loro riti. Cosa può comprendere, della lavanda dei piedi del Giovedì Santo, una persona che addiruttura rinnega la religione di cui quel rito fa parte? Io penso che molti, abbagliati dal momento, sottovalutino la gravità della situazione: Francesco ha fatto passare il messaggio "uomini, donne, cattolici, musulmani, cosa cambia?". Nemmeno i wojtyliani più inferociti sarebbero arrivati a tanto.

      Ormai non è più "essere paranoici", ma è constatare la realtà dei fatti: con Francesco la Chiesa è sempre meno cattolica, sempre meno legata alle sue radici, sempre più sincretistica. Ha ragione la veggente di cui sopra, che avverte che Francesco sarebbe il falso profeta di cui parlano le Scritture.

      Elimina
  7. Per chi non lo sapesse, la lavanda dei piedi non è cosa così importante, dal momento che è stata ripristinata molto recentemente nella liturgia romana. Quello che è importante nel Giovedì santo è la commemorazione della Cena e l'Istituzione dell'Eucarestia tra i 12 apostoli (uomini e discepoli di Cristo).
    La lavanda dei piedi scende come conseguenza da questi presupposti: Eucarestia, istituzione del sacerdozio che comportano a monte la sequela a Cristo.
    La simbologia fino ad ora utilizzata consisteva appunto nel lavare i piedi ad altri sacerdoti. Come nel Vangelo. In questo c'era una perfetta continuità con il messaggio dell'istituzione dell'Eucarestia.

    RispondiElimina
  8. Nel suo Vangelo per Giovanni la lavanda dei piedi sta al posto del racconto della istituzione della Eucaristia, perché il contenuto è identico. La lavanda dei piedi è il gesto supremo di Cristo, il Figlio di Dio, che discende dal cielo e che ama, e quindi serve i suoi discepoli. Il Sacramento dell’Eucaristia è il segno perennemente efficace e reale della presenza dell’amore di Gesù che si dona e che per noi muore e risorge.
    I discepoli sono esortati da Gesù dopo la lavanda dei piedi a mettersi a lavare i piedi degli altri, facendosi servi del prossimo. Prima però, insisto, essi devono lasciarsi lavare i piedi dal Signore, cioè devono credere in lui e fidarsi di lui.
    Questo ci insegna che la fede è l’atto centrale della vita del discepolo, e cioè, che dapprima occorre fidarsi del Signore e lasciar fare a lui e solo dopo viene l’impegno di carità, mettendosi al servizio degli altri. Diversamente ci sarebbe sì amore verso gli altri, ma questo si ridurrebbe a semplice umana filantropia, cosa ben diversa dalla carità evangelica
    Gesù infatti destina la lavanda dei piedi ai Suoi ossia a coloro che appartengono al Corpo di Cristo,ossia coloro che avendo ricevuto il Battesimo sono già mondi nel corpo, tranne che nei piedi,perchè camminando sulla terra ,essendo carne peccano comunque. Allora Gesù gli lava i piedi ossia con l'acqua dello Spirito gli perdona i peccati e li rende puri per ascendere a Lui in cielo.
    Chi lava i piedi ad un musulmano che non appartiene al Corpo di Cristo, svilisce il significato spirituale della lavanda dei piedi andando a lavare fuori dal Corpo di Cristo i piedi a qualcuno che non appartiene allo stesso. Come Giuda tradisce perchè se ne esce per andare a servire qualcun altro che non è mondo. Giuda uscì dalla sede dove si svolgeva la cena (simbolicamente il Vaticano) per andare in altro luogo (nelle carceri) e lo fa nel buio , la televisione non lo riprende, in qaunto chi opera la Verità lo fa alla luce, chi commette iniquità si nasconde.
    Il gesto nefando è il tradimento nell'aver dissacrato il significato originario dettato dallo Spirito Santo cosìcome originariamente esposto dai Padri della Chiesa, svilendo il mistero di Cristo, non servendo più con umiltà Cristo, ma servendo qualcun altro facendosi vedere umili agli occhi della gente. E così il Vangelo si trasforma in una bella favoletta da leggere sotto il profilo umano, perdendo la sacralità che invece contiene e rappresenta ossia la Parola di Dio,il Verbo di Dio.

    RispondiElimina
  9. Se la lavanda dei piedi equivale alla Eucarestia, è come aver dato da mangiare il corpo di Cristo a qualcuno privo del Battesimo, della Confessione e quindi in peccato mortale indegno di riceverla.
    L'Eucaretia si trasforma da cibo spirituale a sempice condivisione del pane comune. Quello che vogliono

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.