venerdì 1 marzo 2013

Dom Gerard e Benedetto XVI


Dagli amici di Romualdica:

Oggi [ieri per chi legge] 28 febbraio 2013 ricorre il quinto anniversario della morte di Dom Gérard Calvet O.S.B. (1927-2008), fondatore e primo abate del monastero Sainte-Madeleine di Le Barroux, e l'ultimo giorno di pontificato di Papa Benedetto XVI. 

Oremus:
Præsta, quæsumus, Domine, ut anima famuli Tui Geraldi abbatis, quem in hoc sæculo commorantem sacris muneribus decorasti, in cælesti sede gloriosa semper exultet. Per Dominum nostrum Jesum Christum, Filium Tuum, qui Tecum vivit et regnat in unitate Spiritus Sancti Deus per omnia sæcula sæculorum. Amen.


5 commenti:

  1. Il Papa poteva ma non doveva dimettersi.
    Ormai assistiamo attoniti, come nel V sec.alla fine dell'Impero romano,alla fine della Chiesa cattolica. Distrutta dal suo interno e abbandonata dai suoi pastori. Se il papa diserta chi rimarrà ancora?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I semplici fedeli che affollano San Pietro?

      Elimina
    2. Vedo e sento troppo pessimismo su questo blog.
      Al contrario i fedeli preso atto della situazione si steingono intorno al Papa emerito e pregano per il prossimo Vicario di Cristo.
      Io ho fiducia in Dio e confido nella poyenza della preghiera.
      Chi ha poca fede si abbatte facilmente e vede intorno a se solo catastrofe. Io vedo che la Chiesa si compatta nonostante i vertici si affannino per una posizione di prestigio che potrebbe rivelarsi una condanna ed alcuni catastrofisti consapevoli che con Benedetto XVI hanno perso una grande occasione per remare per conto della barca di Pietro.
      Mi aspetto ora un gesto di umilta' da parte per essere degni di navigare su questa barca e di scovare insieme agli altri fratelli, i sovversivi che si nascondono presso di essa.
      Bisogna remare tutti insieme per approdare nel porto sicuro. . . . Il Manto della Madonna e le braccia di Cristo.
      La Chiesa ha vissuto momenti peggiori di questo, anche se la situazione non e' certo facile.
      Abbiamo vissuto un periodo di pace e di prosperita' economica e paradossalmente questo ci ha fatto perdere di vista i veri valori e l'obiettivo primario per un Cristiano. . . . La salvezza dell'anima nostra.
      Bene c'e' da rimboccarsi le mani. Ci aspetta un periodo economico abbastanza buio. C'e' da lavorare non ci sara' piu' tempo per cazzeggiare. Questo e' tempo di preghiera!!!!!

      Elimina
  2. Per sapere se l'abdicazione pontificia - comunque legittima - sia stato un atto opportuno o inopportuno, di umiltà o di mancanza di coraggio dovremmo sapere senza ombra alcuna di dubbio o di congettura le ragioni che hanno spinto J. Ratzinger a spogliarsi del munus petrino.Ritengo che esprimere delle valutazioni senza una piena cognizione di causa esponga al pericolo di formulare un giudizio temerario.
    Pensiamo piuttosto a pregare N.S. che ci mandi un pontefice secondo il Suo cuore.
    Buona domenica a tutti.

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.