sabato 19 gennaio 2013

Francia, dilaga la Messa tradizionale! 83 su 95 diocesi hanno una S. Messa antica settimanale!

"La Tradition avance! Secondo i dati elaborati dalla combattiva associazione “Paix Liturgique”, su 95 diocesi francesi, ben 83 beneficiano ogni settimana della Messa di San Pio V. Ormai in Francia il movimento tradizionale è un fiume in piena che dilaga e abbatte le ultime strenue resistenze delle anziane e demoralizzate truppe moderniste. Sono sempre più numerosi i fedeli transalpini che scelgono di nutrire la propria anima abbeverandosi alla pura fonte del Santo Sacrifico della Messa celebrato col “rito di sempre”. Il fatto che a sostenere la Messa tridentina siano prevalentemente i giovani, consente di pronosticare che la forte avanzata della liturgia tradizionale sia destinata a proseguire senza sosta, anche perché le vegliarde truppe moderniste si stanno assottigliando sempre di più, e quindi le ultime sacche di resistenza verranno spazzate via nel giro di breve tempo. Ormai appare evidente che la “Linea Maginot” modernista è stata sfondata! La lotta continuerà senza tregua sino a quando il diritto dei fedeli a poter vivere “l'esperienza della Tradizione” non sarà garantito dappertutto."

da Cordialiter del 17.01.2013

8 commenti:

  1. Mamma mia...... che notizia! complimenti per lo stile sembra un dispaccio di guerra, una notizia dell'istituto Luce: altro che propaganda fascista! Sembrerebbe quasi una notizia vera, state sicuri che qualsiasi "demoralizzato" con questa pia illusione si risolleverà

    RispondiElimina

  2. ahahaha !!!!!!! e infatti cosi è ....... contento ora !!!!!!!!!

    RispondiElimina
  3. non così in Italia, dove le truppe bugniniane e mariniane serrano le file e dilagano . Continuano le distruzioni deglialtari con avallo della CEi, nomine di vescovi spirto conciliaristi( ermeneutica della rottura) .

    RispondiElimina
  4. Non è che il sito Cordialiter, acceso di un encomiabile ma un forse ingenuo sacro entusiasmo, pecca un po' (ma solo un po'...) di eccessivo ottimismo?. La percezione mia e di molti, sulla Chiesa di Francia e sulla Chiesa in generale, è un po' diversa. Con tutto il rispetto di Cordialiter: "L'ottimismo è una falsa speranza ad uso dei vili e degli imbecilli." Georges Bernanos.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ad alcuni non resta che illudersi.

      Elimina
  5. Evidentemente cordialiter non conosce la Francia e i francesi. Chi partecipa alla Messa di sempre è un piccolo gruppo. Nella stragrande maggioranza dei casi, le motivazioni di chi vi partecipa sono politiche... Purtroppo la tradizione in Francia è riservata a poche élite nostalgiche della monarchia e dell'Ancien Régime. Una famiglia medio-borghese o aristocratica (o per lo meno erede di una nobiltà ormai decaduta) non può che essere tradizionalista, mentre il popolo, che si sente escluso e non adatto a questo tipo di tradizione più adatta alla corte del Re sole che a un comune mortale, abbandona sempre di più la pratica religiosa oppure è in balia del clero modernista, frustrato e devastatore che non sa più cosa inventarsi per distruggere quel che rimane della fede. Fra qualche anno occorrerà cambiare rotta: cedere la talare bianca al clero africano e chiedere che vengano loro a riportare un briciolo di fede in Francia e in tutta Europa...

    RispondiElimina
  6. Penso che chi partecipa alla Messa moderna sia il più delle volte politicizzato ideologicamente, soprattutto i celebranti.
    Penso che, statistiche alla mano, andare a Messa sia sempre più un fenomeno di nicchia.
    Penso che a Nostro Signore nel numero dei suoi seguaci non gliene sia mai importato molto.
    Penso che il sorpasso, magari tra qualche anno, sarà inevitabile, non per meriti tradizionalisti ma per assenza di avversari.
    I tradizionalisti resistono, i modernisti si dissolvono nel nulla.
    Questa penso sia la realtà dei fatti. Questo confermano anche le statistiche su matrimoni religiosi o civili e divorzi o separazioni e convivenze.

    RispondiElimina
  7. Ma se ci pensate non dovreste essere molto soppresi dato che il maggiore esponente dei Cattolici Tradizionali (Lefebvre) era un Francese, e la maggior parte dei seminari della FSSPX sono appunto in Francia.

    Anche se è vero che la Chiesa Cattolica in Francia soffre una grave crisi, almeno nelle nostre Chiese italiane anche con il NOM i banchi con inginocchiatoi sono stati mantenuti, in Francia da alcuni video e immagini che ho visto sembra che siano completamente assenti.

    Luigi

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.