lunedì 9 luglio 2012

Taranto. Festa della Madonna del Carmine, Santa Messa in Rito Antico e nuovo Inno composto da Mons. Valentino Miserachs.



Ancora una volta gli Amici Pugliesi stanno elevando le nostre disorientate menti con delle iniziative intraprese nel solco del Motu Proprio "Summorum Pontificum" e dei princìpi liturgici instancabilmente promossi dal nostro amatissimo Papa Benedetto XVI "qui vivat diu et feliciter".
I copiosi frutti spirituali del "sentire cum Ecclesia" si sono riversati sui gruppi direttamente coinvolti ( Confraternite, Scholae Cantorum, Ministranti fecondati da nuova nuova linfa vitale ) e sull'intera Comunità dei fedeli a beneficio della spiritualità e della devozione.
Unendoci spiritualmente agli amici tarantini esprimiamo anche l'efficacia di un viaggio nell'antichissima e gloriosa Arcidiocesi di Taranto fondata, secondo la tradizione, dall'Apostolo Pietro che ha donato alla Chiesa una schiera di Santi e di uomini e donne Consacrati.

Domenica prossima, 15 luglio, sarà celebrata a Taranto la Santa Messa in forma straordinaria, alle ore 20,15, nella piazza antistante la Taranto, Chiesa del Carmine.

Si tratta di un evento per diverse ragioni: si celebrerà all'aperto, su un palco appositamente predisposto, nella centralissima piazza Giovanni XXIII e la celebrazione interesserà un numero di fedeli grandemente superiore al già cospicuo gruppo stabile che abitualmente segue a Taranto la Messa "tradizionale".

Per la prima volta inoltre dall'inizio dell'applicazione a Taranto del "Summorum Pontificum", la Santa Messa in forma extra ordinaria "entra" - o sarebbe meglio dire "torna" dopo più di 40 anni - nell'ambito dei festeggiamenti che l'Arciconfraternita del Carmine organizza in onore della propria Titolare.

Sono festeggiamenti che, in ogni occasione e appuntamento, sin dall'inizio della novena di preparazione, vedono un gran concorso di fedeli: per moltissimi di loro si tratterà quindi del primo "incontro" con la Santa Messa "tradizionale".

L'Arciconfraternita del Carmine, che conta attualmente circa 1800 componenti, fra Confratelli e Consorelle, è un sodalizio che sin dalla sua erezione canonica (nel 1675; ma la fondazione risale probabilmente a circa un secolo prima), si è reso benemerito nella città di Taranto, per le opere di carità e per la difesa e la conservazione delle tradizioni della pietà popolare, in particolare quelle legate al culto mariano ed eucaristico, e alla Settimana Santa.

La sera del 15 luglio, la Santa Messa nella forma straordinaria sarà preceduta dalla solenne cerimonia di professione delle nuove Consorelle.

La celebrazione della Santa Messa sarà curata come sempre dall'Ufficio Diocesano per la Liturgia.
Celebra mons. Marco Gerardo, Direttore dell'Ufficio e Padre Spirituale della Confraternita. I canti liturgici saranno eseguiti dalla Cappella Musicale "Una cum Angelis", della stessa Arciconfraternita, diretta da Antonio Perrella.
Nell'occasione, come antifona Mariana, a conclusione della Santa Messa, sarà eseguito l'Inno alla Madonna del Carmine, composto appositamente da Mons. Valentino Miserachs, e da lui donato alla nostra Cappella Musicale.

G.S.
Foto: la Venerata immagine della Madonna del Carmine, esposta alla venerazione dei fedeli in occasione dei festeggiamenti.

Nessun commento:

Posta un commento

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.