giovedì 14 giugno 2012

Tolentino, tradizionale festa del Sacro Cuore di Gesù

Il Culto del Sacro Cuore di Gesù si diffuse in tutta Europa a partire dalla fine del XVIII secolo, in seguito alle visioni di S. Maria Margherita Alacoque. 
A Roma presso la chiesa di S. Teodoro in Campo Vaccino nel 1729 venne istituita una Confraternita sotto il titolo di Santissimo Cuore di Gesù i cui membri erano tenuti ad esercizi ed opere di Pietà. 
La devozione verso il  Sacro Cuore di Gesù  fu introdotta nella Città e Diocesi di Tolentino dal Vescovo Domenico Spinucci (1777-1796) che  ordinò che in ogni chiesa vi fosse un altare con l’immagine del Sacro Cuore. 
Agli inizi del secolo XIX alcuni ecclesiastici e nobili si adoperarono per creare anche a Tolentino una Confraternita dedicata al Sacro Cuore di Gesù. 
La Confraternita venne istituita il 14 giugno 1805 da Mons. Vincenzo Maria Strambi, vescovo di Macerata e Tolentino. 
Il 21 giugno, Festa del Sacro Cuore, i Confratelli vestirono per la prima volta il sacco, uniformandosi nel titolo, nell’abito, nelle pratiche della povertà e del silenzio e negli altri esercizi di pietà e di penitenza, alle regole dell’Arciconfraternita di S. Teodoro di Roma, alla quale la confraternita tolentinate fu subito aggregata. 
A causa delle  soppressioni napoleoniche (8.VII. 1808) la Confraternita dovette cessare l'attività che riprese il 30 dicembre 1815;  subito i Confratelli avanzarono una supplica al Papa Gregorio XVI perché volesse loro assegnare la chiesa di S. Benedetto da Norcia, abbandonata dai Monaci dopo la soppressione. 
Il Pontefice, con Breve del 17 dicembre 1835, concesse in perpetuo alla Confraternita la proprietà della chiesa e dei locali . Allora l’Architetto Luigi Fontana ingrandì la chiesa e provvide anche della decorazione interna ed esterna dell’edificio.
Dopo un lungo periodo di chiusura, a causa dei danni del terremoto, con l'elezione al Soglio Pontificio di Papa Benedetto XVI i Confratelli, grati al Signore per il dono del nuovo Papa, accellerarono fortemente i lavori di restauro. 
La Chiesa finalmente fu riaperta,  fra il giubilo del popolo, nella Solennità di Cristo Re dell’Universo il 24 Novembre 2006 da Sua Eminenza Rev.ma il Card. Francis Arinze, Prefetto della Congregazione per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti, che ha consacrato l’Altare ( originale)  ponendovi le Reliquie di San Raniero Martire, San Benedetto da Norcia, San Josè Maria Escrivà, Santa Giacinta Marescotti e Santa Rosa Venerini. 
La festa del Sacro Cuore dell’Anno del Signore 2012 avrà questi orari : 

VENERDI' 15 GIUGNO 

- Ore  17,00 esposizione del Santissimo Sacramento, coroncina del Sacro Cuore canto delle Litanie, 
Ore 18,00 il Rev.do P. Giuseppe Ave, Oratoriano della chiesa monumentale di San Filippo Neri, reciterà l’Atto di Consacrazione e di Riparazione al Sacro Cuore e impartirà la Benedizione Eucaristica. - 
Ore 18,30 Santa Messa celebrata da P.Giuseppe Ave; - 
Ore 21,00 arrivo delle Confraternite Cittadine e celebrazione della Santa Messa, in rito romano antico, celebrata dal Parroco don Andrea Leonesi.

Nessun commento:

Posta un commento

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.