martedì 6 settembre 2011

S. Messe tradizionali in diocesi di Šiauliai (Lituania)

Vi presentiamo alcune immagini che illustrano alcuni momenti di due Ss. Messe celebrate in Diocesi Šiauliai (Lituania, suffraganea dell'Arcidiocesi di Kauna, s-sito ufficiale-) nella forma Extraordinaria del Rito Romano.
Le prime si riferiscono al Pontificale celebrato a Kražiai (distretto della Municipalità di Kelmė).

Le foto che seguono invece si riferiscono alla S. Messa celebrata nella Cattedrale dei Santi Pietro e Paolo di Šiauliai (Lituania, Diocesi della Contea di Šiauliai Si vede, a sinistra, un vescovo assistere in coro. Molto probabilmente è il Vescovo diocesano (seduto sulla propria cattedra), S. E. Mons. Eugenijus Bartulis.



fonte: Una Voce New Hampshire via Acción Litúrgica
foto: Mindaugas Puidokas

13 commenti:

  1. <span>Deo gratias !  
    Grazie Redazione, anche per le foto.  
    Guardandole, specialmente la 2.a e 3.a, mi viene da esclamare: questa sì , la riconosco, è la vera Messa di sempre, quella che non tramonterà mai perchè è Opera di Cristo Signore, mezzo e Dono Divino di salvezza, mediante la sua Chiesa, che in essa trova fondamento e nutrimento spirituale imperituro, inesauribile, la Fonte della Divina Grazia e della Vera Fede !....  
    Queste sono le immagini della nostra Speranza, i segni dei germogli della nuova Primavera della Chiesa, non quella infausta conciliare, ma quella VERA e PERENNE, che rifiorirà per opera e volontà del Signore, Lui che laetificabat iuventutem nostram.....facendo rinascere dopo lungo sonno, sbandamento e offuscamento, la Chiesa di sempre, in tutto il suo splendore: la futura Gerusalemme Celeste, che già fin da questo tempo transeunte, insieme con la Comunione dei Santi Lo loda, ringrazia e LO adora, Lo celebra nell'unico modo che a LUi , Vittima perfetta e Sacerdote eterno, Dio di eterna Gloria, si conviene : con la Liturgia Divina imperitura, che  mani d'uomo non possono e non dovevano modificare o ri-formare !  
     
    (PS  se gli esperti eventualmente notassero qualche difetto, io credo che il Signore stesso, nel tempo, porterà a perfezione quell'opera di buona volontà che è intrapresa -dietro Sua ispirazione- da coloro che Gli sono fedeli e Lo adorano in Spirito e Verità, in perfetta umiltà, e da Lui stesso saranno istruiti a celebrarLo in forma sempre più perfetta, così come è sempre Lui che ci conduce alla vera santità, soccorrendo la nostra buona disposizione con la sua Grazia.....)</span>

    RispondiElimina
  2. adde:

    ....Lui che.....laetificabat    et laetificabit   iuventutem nostram  !
    :)

    RispondiElimina
  3. Idem atque te sentio, frater carissime!
    Memento ad invicem apud altarem Dei Altissimi.

    RispondiElimina
  4. Sarebbe bello ricevere notizie sull'applicazione del Motu proprio nel resto dell'europa. Cosa succede nelle diocesi Spagnole, Francesi o Tedesche? Esistono altre parrochie tradizionali come a Roma? ci sono diocesi virtuose come quella di Imperia? 
    Le altre conferenze episcopali sono piu ricettive nell'ascoltare i suggerimenti di papa Benedetto rispetto alla nostra?

    RispondiElimina
  5. Per la Germania ecco un elenco aggiornato al 5 settembre dei luoghi ove viene offerta la Messa tradizionale.
     Si ha quasi l´impressione che nell´eretica (sia fuori che dentro la Chiesa cattolica) Germania ci siano più Messe more antiquo che nella "cattolicissima" Italia.

    RispondiElimina
  6. ecco il link: 
    http://www.pro-missa-tridentina.de/heilige-messen/regelmaessige-gottesdienste_1.htm

    scusa.

    RispondiElimina
  7. Non a caso credo, circa 20 Messe sono officiate dalla Fraternità San Pietro: è lecito azzardare l'elementare ipotesi che ove la FSSP è più radicata, la Messa more antiquo è più diffusa, non a caso in Italia essa è solamente a Roma e Venezia. Probabilmente ciò è determinato sopratutto dalla forte presenza di preti tedeschi o quantomeno germanofoni nella Fraternità, mentre di italiano credo essa abbia ben poco. Il Signore ci doni vocazioni: oremus!

    RispondiElimina
  8. Considerando che nei seminari FSSP si insegna in tedesco (Witzgradbad in Germania) o in inglese (Denton negli USA), l'assenza di preti italiani in quella benemerita fraternita` non e` sorprendente.

    RispondiElimina
  9. a Wigratzbad si insegna anche in francese; e i giovani italiani non dovrebbero certo farsi spaventare dal fatto di usare un'altra lingua, che è un arricchimento

    RispondiElimina
  10. una curiosità (non una critica) che non riuscirò mai a soddisfare: ma com'è che sti paramenti francesi à la moutarde sono arrivati persino in Lituania?

    RispondiElimina
  11. trovo estremamente illogico però che a grisignano nel seminario di Cristo Re si insegni in francese! ma pure in italia gli istituti tradizionalisti non vogliono insegnare in italiano??? E' ORA DI AVERE UN SEMINARIO TRADIZIONALE A ROMA DOVE SI INSEGNI A SACERDOTI ITALIANI.....

    RispondiElimina
  12. <span><span>Vengono</span><span>,</span> <span>se non</span> <span>sbaglio</span><span>,</span> del <span>tesoro</span> <span>della Cattedrale di</span> <span>Vilnius.</span></span>

    RispondiElimina
  13. Ma perché criticate la messa per chi non conosce il latino, la messa comprensibile in cui la gente si sente in contatto con Dio come amico?
    Concordo con il fatto che si può raramente celebrare una messa così ma non sempre. perché se no San Giovanni XXIII per cosa ha fatto il Concilio? Lui si che capiva la povertà.

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.