Post in evidenza

URGENTE APPELLO AI GRUPPI STABILI ITALIANI: comunicateci conferme o variazioni alle vostre Messe

ABBIAMO URGENTE BISOGNO DEL VOSTRO AIUTO!  Viste le ultime notizie sulla CEI e sulle risposte dei Vescovi  sul Summorum Pontificum i...

giovedì 19 maggio 2011

Il monumento dei sedevacantisti


Quest'orribile ammasso di ferraglia alto cinque metri che deturpa ora piazza dei Cinquecento, di fronte alla Stazione Termini a Roma, dovrebbe rappresentare nelle intenzioni un monumento al beato Giovanni Paolo II e simboleggerebbe il suo "spirito di accoglienza".

In realtà, come opina il Forum catholique, non può trattarsi d'altro che d'una perfida provocazione di circoli sedevacantisti, desiderosi di infangare la memoria del Beatosubitosantopresto lasciando intendere, come chiaramente la statua cava vuole insinuare, che "sotto il vestito, niente": subdolo riferimento alla vacanza della sede romana che solo in apparenza sarebbe stata occupata da Woityla; oppure, secondo altre interpretazioni, malevola allusione alla inconsistenza delle sue posizioni teologiche.

Quest'obice esploso con una crapa pelata sopra, questa garitta da troll, questa deformità contrabbandata per arte "moderna e suggestiva" (sono le parole del sindaco Alemanno), è stata appena inaugurata con la benedizione del cardinal vicario (e la gioia beota d'ordinanza del solito parroco che ha perso il senso del ridicolo, per il quale il colosso rappresenterebbe di Giovanni Paolo "soprattutto il suo essersi aperto al mondo, il suo essere il papa dei viaggi che ha voluto abbracciare l'umanita' nel suo vissuto" e soprattutto "sta a raffigurare anche la bellezza, con quel suo mantello lungo, che riprende la famosa immagine del papa mentre gioca con un bambino, abbracciandolo nel suo mantello rosso").

Leggete sul monumento anche il fantozziano commento di Fides et forma, che sottoscriviamo di tutto cuore.

Enrico

93 commenti:

  1. <span>http://tinyurl.com/5wvuzwz qui c'è il riferimento a una votazione del Corriere della sera e dice che oltre il 90% della gente è contraria. Meno male!! Votate anche voi!!!</span>

    RispondiElimina
  2. Questo monumento è degno del papa che fù, lui deturpò la Santa Chiesa con le sue squallide aperture gli artisti deturpano lui nel rappresentarlo giustizia è fatta.

    RispondiElimina
  3. ma quello è GPII oppure Dwisiz?

    RispondiElimina
  4. Francesco Colafemmina19 maggio 2011 16:32

    Oppure Darth Vader senza la maschera? 

    RispondiElimina
  5. Il monumento non mi piace.
    Ma, caro Enrico, non mi piace nemmeno che lei scriva "Beatosubitosantopresto".
    Non è corretto.
    E non dica che magari si limita a ripetere ciò che magari dicono i sedevacantisti.
    Ripetere ciò che altri dicono di offensivo, equivale a reiterare l'offesa...
    Umilmente, corregga il post...

    RispondiElimina
  6. Ma ste "opere d'arte" perchè non se le tengono in casa loro? Dove sono i Michelangelo i Donatello, i veri artisti insomma?

    RispondiElimina
  7. Redazione di Messainlatino.it19 maggio 2011 17:38

    "Ripetere ciò che altri dicono di offensivo, equivale a reiterare l'offesa..."

    Se è solo per questo, l'ha ripetuta anche Lei.

    Enrico

    RispondiElimina
  8. Purtroppo anche l'arte Sacra deve subire le innovazioni "moderniste" che pongono il Sacro allo stesso livello di una qualsiasi opera, al limite del profano... Di fronte a tale bruttezza non ci sono commenti da fare, si finirebbe per fare peccato. Però miei cari fratelli, di una cosa vi prego e vi scongiuro.  Smettiamola (me compreso) di usare espressioni come "<span>Questo monumento è degno del papa che fu...". Sappiamo bene che GPII, purtroppo, ha commesso degli errori, ed ahimè alcuni di questi si sono rivelati anche molto gravi, ma sono certo che questo papa, in tantissime occasioni sia stato "costretto" a seguire purtroppo il male minore... Non comportiamoci come figli di nessuno, ma come figli di Dio... Difendiamo la nostra fede fin'anche dovesse costarci il martirio ma senza mai abbandonare, come tanti sacerdoti e Santi hanno già fatto in passato (anche difronte a scomuniche vedi ad es. l'immenso Don Dolindo Ruotolo), le virtù a cui il Signore ci chiama a praticare, come la carità e l'obbedienza.
    </span>

    RispondiElimina
  9. Come ho scritto al video:
    http://it.gloria.tv/?media=158212  questo monumento è davvero orrendo e sotto mille punti di vista....

    non ho ben capito se l'ardire che il monumento possa essere dei sedevacantisti, posta da Enrico, sia una realtà oggettiva...poichè all'inaugurazione c'è il cardinale Vallini e il sindaco di Roma, non mi pare roba da sedevacantisti.... ho capito male io? :-D

    Ma vedendo il sorridente e pacioccone Banfi potrebbe semprerare LA STATUA ALL'IDOLO DEL "PAPA-LAICO" , tante per usare le sue parole di quella sera a Matrix, DAVANTI AD UN RUINI SORRIDENTE e divertito.... "UN PAPA CHE NON SEMBRAVA IL PAPA", diceva qualche fedele in san Pietro quella mattina....davvero un complimento santo!!  il tutto e il contrario di tutto....

    RispondiElimina
  10. <span>Come ho scritto al video:  
    <span>http://it.gloria.tv/?media=158212</span>  questo monumento è davvero orrendo e sotto mille punti di vista....  
     
    non ho ben capito se l'ardire che il monumento possa essere dei sedevacantisti, posta da Enrico, sia una realtà oggettiva...poichè all'inaugurazione c'è il cardinale Vallini e il sindaco di Roma, non mi pare roba da sedevacantisti.... ho capito male io? :-D  
     
    Ma vedendo il sorridente e pacioccone Banfi potrebbe sembrare LA STATUA ALL'IDOLO DEL "PAPA-LAICO" , tante per usare le sue parole, di Banfi, di quella sera a Matrix, DAVANTI AD UN RUINI SORRIDENTE e divertito.... "UN PAPA CHE NON SEMBRAVA IL PAPA", diceva qualche fedele in san Pietro quella mattina....davvero un complimento santo!!  il tutto e il contrario di tutto....</span>
    <span></span>
    <span></span>

    RispondiElimina
  11. Più che una provocazione, a me pare solo una roba di arte contemporanea.

    RispondiElimina
  12. :-D  insomma, come a dire "chi di spada ferisce, di spada perisce"..... perdonami Luigi, ma non è mancanza di rispetto la mia, se ho scritto anche altrove che è  ORRENDA è perchè NON ci vedo affatto quel Papa, ergo potrebbe essere invece un complimento... i commenti poi della gente sono chiarissimi, nel video,..... gente semplice che si scusa della propria ignoranza e dice chiaramente ciò che vede.... ma stando alle battute forse è lo scotto che quel Papa deve pagare dal momento che ha permesso  lui stesso la devastazione, con certa arte moderna, di non pochi Cristi, Crocifissi e Madonne...(con il silenzio e il lasciar fare, basti pensare alle devastazioni kikiane ) come a dire: chi la fa l'aspetti....
    perciò non sentiamoci offesi se qualcuno ci vede rispecchiato un certo spessore di quel Pontificato, perchè purtroppo ciò potrebbe essere la sacrosanta verità....o meglio, certi FRUTTI.... e la verità fa male...

    RispondiElimina
  13. :-D  l'ammasso e il vuoto!

    RispondiElimina
  14. Ci hanno organizzato su anche un bel concertino, con artitsi del calibro di Wolfgang Amedeus... Minghi? Minghi! E poi dicono che la chiesa non è al passo coi tempi! Tempi volgari, Chiesa volgare.

    RispondiElimina
  15. Brucia così tanto la verità?
    Eppure quel post che hai cancellato non l'ho scritto io, cosi come nè io nè voi avete scritto le offese presenti in quel thread, anche se, come vi ho fatto notare, non le avete cancellate...

    RispondiElimina
  16. "...oggi la gente crede perché obbedisce. Non obbediscono perché credono. Questo non significa avere la Fede soprannaturale, significa avere l’obbedienza. 
    Voi siete Cattolici se obbedite. Non se credete. Ora,  l’obbedienza è una conseguenza della Fede...." Mons A.De Galarreta nel 2008 in occasione di ordinazioni sacerdotali (blog NON POSSUMUS). Spesso si leggono persone che obbediscono e basta senza valutare l'immondizia che ci circonda...anche nella Chiesa. Altrochè sedevacantismo, qui si tratta di qualunquismo cattolico, gravissima malattia odierna che affligge i papofili ad oltranza che non vogliono assolutamente ragionare ma solo disporre della virtù, alcune volte comoda, dell'obbedienza senza alcun discernimento.

    RispondiElimina
  17. Anche a me sembra che il monumento risponda egregiamente  a tutto l'insieme del pontificato: un abbraccio fraterno ad ogni religione ed umano poichè salvi "tutti" con il sacrificio, diventato ora mensa, del Calvario.
    Quindi una "vastità" accogliente tutti con sopra una testa woityliana senza copricapo papale per dimostrare la democraticità del pontificato beatoesantosubito. ;) .L'artista si è ispirato anche alla chiesa-monumento eretta per Padre Pio, dove le linee e l'architettura ricordano più la dottrina massonica che la dottrina cattolica.Il moderno è questo ed Woityla che nel moderno viveva e di questo si beava ha ricevuto uno splendido monumento che ricorda lui in completezza. 8-) Vox populi, vox Dei. L'artista ha sintetizzato la vox populi efficacemente.Per la vox Dei, ho forti dubbi,però...

    RispondiElimina
  18. ...che in fondo è una "qualità" da vigliacchi, che non si assumono la responsabilità di quel che fanno, come quello che obbedì all'ordine superiore di sganciare la bomba atomica....
    ma non è obbedienza: è adeguamento al relativismo imperante, al TUTTI LIBERI voluto dall'imperator concilio, che è la vera autorità a cui tutti pare che debbano inchinarsi.
    Ora, in nome dell'imperator concilio ci si deve intruppare tutti in fila guardando (e pregando?) verso Assisi3 dicendo in coro: "che beello...che santo raduno! è Dio che lo vuoole !....perchè l'ha voluto il Papa beato GPII...tutto bello tutto santo ciò che ha fatto....tanto più Assisi ad libitum!...."

    RispondiElimina
  19. il degrado artistico segue a ruota quello dottrinale, liturgico e morale, of course....
    il trionfo del brutto, come abbiamo detto più volte e come egregiamente mostra ed espone il dotto F. Colafemmina !
    (viene alla mente quel titolo dell'opera di <span>Martin MOSEBACH:  L'eresia dell'informe<span> )</span></span>

    RispondiElimina
  20. <span>il degrado artistico segue a ruota quello dottrinale, liturgico e morale, of course....  
    il trionfo del brutto, come abbiamo detto più volte e come egregiamente mostra ed espone il dotto F. Colafemmina !  
    (viene alla mente quel titolo dell'opera di <span>Martin MOSEBACH:  L'eresia dell'informe....)</span></span>

    RispondiElimina
  21. :-D mardunolbo, veramente stavolta pare che la vox populi sia espressamente contraria.... allo scoprimento dell'obbrobrio si avverte un GELO tangibile.... ma chi oserebbe, nell'epoca del politicamente corretto, gridare alla Fantozzi, come ben ha espresso Francesco in FidesetForma: MA E' UNA CAGATA PAZZESCA!!" :-D  eppure dalle espressioni della gente la sintesi era questa.... ma quella vox populi non verrà ascoltata.... è gente ignorante! SEMPLICE! noi non siamo critici d'arte, non capiamo nulla....perciò rallegriamoci e subiamoci ORA QUI SULLA TERRA questo girone infernale, supplicando Iddio che ci risparmi quello eterno.... ;)

    RispondiElimina
  22. P.S.
    sto per andarmi a vedere Rigoletto con la famigliola.... quando canteremo VENDETTA, vi penserò tutti!!!! :-D :-D :-D :-D :-D

    RispondiElimina
  23. eh...ma il Signore si fa attendere, perchè Lui dice: "A me la vendetta...", vero ?  :)

    RispondiElimina
  24. questa statua sta a Michelangelo come Giovanni Paolo II sta a Giulio II...

    RispondiElimina
  25. Enzo G. Castellari19 maggio 2011 19:33

    Il semplice fatto che l'arte moderna sia brutta, e che il monumento sia un'opera d'arte moderna, non significa che l'abbiano fatta dei sedevacantisti. C'è una spiegazione più semplice: fa semplicemente schifo.

    RispondiElimina
  26. non mi piace la statua ma da qui ad arrivare ai sedevacantisti.... mi spiegate il ragionamento per favore? Non voglio essere ironico ma sinceramente non ho capito come mai dovrebbe essere opera  loro.
    Grazie!

    P.S. Mi scuso se mi son espresso in modo inadeguato ma non sapevo come chiederlo  diversamente....

    RispondiElimina
  27. Sedevacantisti?
    Sinceramente non li conosco personalemente, ma penso che qui si sbagli il colpo (sempre che tu Enrico, non abbia voluto provocare): questo è il degno frutto della Chiesa conciliare e della sua neoarte!

    RispondiElimina
  28. scusate...io sto facendo un po' fatica, a cercare, leggere e capire che cosa accade nella Chiesa del 3. millennio, dove è difficilissimo orientarsi!
    sono alle prese con internet, che ci dà tante notizie e informazioni che nelle parrocchie nessuno si sognerà mai di darci.
    Il giorno della beatificazione, in varie chiese della mia città, molti mi hanno riferito che l'unico motivo che hanno potuto addurre, tutti i celebranti con poche parole, mi pare, è proprio questo di  "essere stato GPII un grande comunicatore, uno che sapeva parlare a tutti i popoli  alle diverse culture ecc...."
    Beh, a parte questo  talento che possono avere anche i grandi leaders politici , o uomini di spettacolo e altro, mi sto chiedendo da tempo quanto possiamo riuscire a distinguere  e far nostro tra le cose buone che questo papa beato ha detto e fatto, e quanto invece ci dovrebbe far prendere le dovute distanze...
    E  se vado a leggere un elenco di affermazioni eretiche che lui ha (o asvrebbe) fatto, c'è da rimanere esterrefatti....e chiedersi: ma non potevano pensarci un po' di tempo e studiare meglio tutto il pontificato prima di beatificarlo ?
    vi dirò che non ci si capisce più niente, se le cose di tanta serietà ora si conducono alla meno peggio !
    a se cominciamo a pensare che la Chiesa può beatificare un papa eretico o anche scivolante verso l'eresia, in molte, troppe affermazioni e circostanze, a che punto arriveremo  di caos ?
    Ecco l'elenco che ho letto, con il confronto tra affermazioni eretiche e quelle ortodosse:
    http://holywar.org/101heres.htm
    se qui c'è un sacerdote, mi può aiutare a capire se veramente il Papa beatificato ha detto quelle cose, così divergenti dalla Dottrina Cattolica ?
    e possibile mai che nel condurre il processo di beatificazione non le hanno considerate per niente, o minimizzate ?

    RispondiElimina
  29. ITER PARA TUTUM19 maggio 2011 20:17

    Non saprei dire se i sedevacantisti gioscano o meno di questo orribile documento. So che il sindaco Alemanno, anzichè esaltarlo e magari pagarlo profumatamente, dovrebbe quanto meno far multare lo "scultore" per abbandono di immondizia sulla pubblica via!

    RispondiElimina
  30. Redazione di Messainlatino.it19 maggio 2011 20:20

    Ho sempre più l'impressione che i tradizionalisti abbiano problemi con la figura retorica dell'ironia.
    Ovvio che il riferimento ai sedevacantisti era scherzoso: come dire, solo chi odia il beato Giovanni Paolo II avrebbe potuto confezionargli una porcata del genere.
    Enrico

    RispondiElimina
  31. correggo: questa mi pare  la pagina in italiano

    <span>http://holywar.org/101eres.htm</span>

    <span><span>
    </span></span>

    RispondiElimina
  32. Romano de roma19 maggio 2011 20:38

    volevo far notare che vista la somiglianza con l'antico bagno Vespasiano di Roma...ho paura che la statua verra' usata impropriamente....!

    RispondiElimina
  33. Romano de roma19 maggio 2011 20:38

    volevo far notare che vista la somiglianza con l'antico bagno Vespasiano di Roma...ho paura che la statua verra' usata impropriamente....!

    RispondiElimina
  34. Romano de roma19 maggio 2011 20:39

    volevo far notare che vista la somiglianza con l'antico bagno Vespasiano di Roma...ho paura che la statua verra' usata impropriamente....!

    RispondiElimina
  35. Per una volta mi sento modernista. E' il bellissimo e degno monumento che raffigura il peso e lo spessore di questo papa. Dopo la santificazione si provvedera' a riempire la cavita' con le immagini in oro dei suoi collaboratori.

    RispondiElimina
  36. Pare solo a me o la faccia più che a Giovanni Paolo assomiglia a Mussolini?

    RispondiElimina
  37. Uno che tenta di essere cristiano19 maggio 2011 20:51

    Opera orribile, brutta, irrispettosa (sembra un bagno mobile con la porta aperta e con una testa sopra), offensiva e vergognosa.
    Trovo obbrobrioso che ci sia stato anche chi ha trovato il coraggio di benedire una simile raffigurazione.
    Mi dispiace per Giovanni Paolo II perchè non merita di essere rappresentato da una simile schifezza artistica.

    RispondiElimina
  38. Beh,il Duce ha fatto tanto per Roma.Anche l'inizio dei lavori della nuova Stazione TerminiEra giusto commemorarlo ;)

    RispondiElimina
  39. Chiarissima l'ironia della redazione: se volevano rovinare Giovanni Paolo II nell'immaginario dei romani non potevano fare di meglio!


    Partecipo al gioco in corso  e a me vengono in mente:

    - un toupè della Carrà

    - un grasso Montalbano

    ma anche

    . un flessibile

    - un cannello ossiacetilenico-

    RispondiElimina
  40. E' orribile.
    Non ho parole.
    A pensare che in Piazza dei Cinquecento, circa un mese prima che i Piemontesi invasero Roma, il Beato PIO IX inaugurò la fontana in un mare di folla intorno al Romano Pontefice.
    Oggi, diversamente dall'epoca, si dedica un'opera mostruosa ad un Papa.
    Questo ci deve far pensare a come la "BRUTTEZZA" imperante é entrata nella norma e siamo disabituati a reagire e contestare il BRUTTO che ci sta UCCIDENDO.
    Dalle brutte periferie, alla brutta moda, ai piercing (violenza su se stesso)...per finire all'architettonica bestemmia delle chiese costrite da 40 anni a questa parte..........dove lo stesso GP II é corresponsabile di tante colate di cemento armate, che sono più CONTENITORI domenicali che luoghi di percezione del Sacro.
    Meditiamo.

    RispondiElimina
  41. <span>
    <p>E' orribile.
    </p><p>Non ho parole.
    </p><p>A pensare che in Piazza dei Cinquecento, circa un mese prima che i Piemontesi invasero Roma, il Beato PIO IX inaugurò la fontana in un mare di folla intorno al Romano Pontefice.
    </p><p>Oggi, diversamente dall'epoca, si dedica un'opera mostruosa ad un Papa.
    </p><p>Questo ci deve far pensare a come la "BRUTTEZZA" imperante é entrata nella norma e siamo disabituati a reagire e contestare il BRUTTO che ci sta UCCIDENDO.
    </p><p>Dalle brutte periferie, alla brutta moda, ai piercing (violenza su se stesso)...per finire all'architettonica bestemmia delle chiese costrite da 40 anni a questa parte..........dove lo stesso GP II é corresponsabile di tante colate di cemento armate, che sono più CONTENITORI domenicali che luoghi di percezione del Sacro.
    </p><p>Meditiamo.
    </p></span>

    RispondiElimina
  42. Chi è che diceva... "la bellezza salverà il mondo"?

    RispondiElimina
  43. Ormai non c'è più un limite all'orrore e dire che papa Benedetto parla di Estetica e teorie del Bello!Forse Vallini dovrebbe frequentare la Facoltà di Storia dell'Arte alla Sapienza visto che nella Chiesa il Bello sembra sul viale del tramonto.
    Più che un monumento è un insulto al Papa e al buon senso dei cittadini e dei cattolici.
    Pio XII ,romano verace,avrebbe dettoè una puzzonata!

    RispondiElimina
  44. Caro Enrico,
    non conosco i sedevacantisti; ma non credo che odino Giovanni Paolo II né alcun altro Papa. Semplicemente non lo riconoscono come Papa... però la battuta l'hai azzeccata lo stesso, perché di certo quel tizio (come si fa a chiamarlo artista?) che ha pensato e realizzato quella schifezza non ha ci messo NIENTE che possa neppure lontanamente ricordare un simbolo papale. Chi vedesse quel monumento-documento senza sapere chi rappresenta, a tutti può pensare tranne che ad un Papa...
    Molto più rico di simboli il monumento di Varese dedicato a Paolo VI!

    RispondiElimina
  45. caro Enrico....non me la faccia dire tutta..... :-D  se tale è il ragionamento che dobbiamo pensare di Kiko con le sue icone?
    bè, effettivamente.....
    e poi basti vedere certa arte  nelle "nuove" chiese.....per capire che Di Cristo ci si riempie la bocca, salvo poi trattarlo, anzi, mistificarlo nella così detta ARTE.....
    Comunque se è quello il frutto che ispira il nuovo beato, c'è poco da stare allegri.... l'arte è sedevacante da un bel pò o peggio, hanno sfrattato i veri artisti scegliendo coloro che meglio eseguono il vuoto e la confusione che vive la fede oggi....

    RispondiElimina
  46. E' la celeberrima frase che DOSTOJEVSKIJ mette in bocca al Principe nella sua opera "L' IDIOTA"

    RispondiElimina
  47. Monumento di Beato o Benito (M.) ?!

    RispondiElimina
  48. <span>Questo monumento è degno del papa che fù, lui deturpò la Santa Chiesa</span>
    <span>fai pena parlando in quedtop modo, vergognati!</span>

    RispondiElimina
  49. <span><span>Questo monumento è degno del papa che fù, lui deturpò la Santa Chiesa</span>  
    <span>fai pena parlando in questo modo, vergognati!</span></span>

    RispondiElimina
  50. lei dovrebbe essere più cristiano caro francesco
    e usare parole meno pesanti e offensive

    RispondiElimina
  51. ma che ve frega se la statua è brutta, infondo si tratta di un monumento a un papa non papa non è così?

    RispondiElimina
  52. "il dotto" ahahahahha

    RispondiElimina
  53. e già vendetta! una virtù cristiana

    RispondiElimina
  54. al super esperto Pastorelli DANTE suggerisce i 27 anni di pontificato d'una Chiesa "vuota" di governo

    ma professò mi faccia il piacere mi faccia

    RispondiElimina
  55. è vergognoso usare la bruttezza di una statua come pretesto per sparlare di un Papa

    RispondiElimina
  56. egr. leonardo, LEI che è tanto più colto del dott.. Colafemmina, (filologo e critico d'arte)
    ci spieghi dunque l'assunto estetico di quell'opera d'arte e in che modo essa rappresenti o meno la persona ritratta e l'epoca contraddistinta dal suo pontificato; ci spieghi COME l'artista ha voluto simboleggiare qualcosa di quel pontificato, se è riuscito nel suo intento, se egli ha rappresentato nella scultura il sentimento comune delle folle che applaudono al papa "magno", e in quale misura è riuscito a dare voce al sentimento delle folle che hanno riempito le piazze del mondo, osannandolo  al suo arrivo nei tanti suoi viaggi  (ma non le chiese di certo....), il suo aprirsi a tutti i popoli e a tutte le culture del mondo.....
    ci spieghi, dotto leonardo, gli intenti dell'artista, il rapporto tra segno e significato racchiusi in quell'opera, ci spieghi ! siamo qui tutt'occhi e oprecchie a leggere e apprendere la sua dotta lezione.    Prego , dia inizio alla SUA lezione  !

    RispondiElimina
  57. <span>egr. leonardo, LEI che è tanto più colto del dott.. Colafemmina, (filologo e critico d'arte)  
    ci spieghi dunque l'assunto estetico di quell'opera d'arte e in che modo essa rappresenti o meno la persona ritratta e l'epoca contraddistinta dal suo pontificato; ci spieghi COME l'artista ha voluto simboleggiare qualcosa di quel pontificato, se è riuscito nel suo intento, se egli ha rappresentato nella scultura il sentimento comune delle folle che applaudono al papa "magno", e in quale misura è riuscito a dare voce al sentimento delle folle che hanno riempito le piazze del mondo, osannandolo  al suo arrivo nei tanti suoi viaggi  (ma non le chiese di certo : PIAZZE PIENE, chiese vuote....), il suo aprirsi a tutti i popoli e a tutte le culture del mondo.....  
    ci spieghi, dotto leonardo, gli intenti dell'artista, il rapporto tra segno e significato racchiusi in quell'opera, ci spieghi ! siamo qui tutt'occhi e oprecchie a leggere e apprendere la sua dotta lezione. </span>
    <span>      Prego , dia inizio alla SUA lezione  !</span>

    RispondiElimina
  58. una persona come questo sig. leonardo, che ha il senso dell'umorismo sotto  lo  "0"
    e che NON ricorda neppure le parole più note della Bibbia, e che  non ha capito affatto il senso ironico sia del psot sia dei commenti, e che non ha la minima capacità di ragionare  su  quale sia l'oggetto del dialogo, il rapporto tra  immagine proposta, persona, osservatori, pubblico valutazioni estetiche,s toriche ecc. ecc..... di fatti e persone,
    un simile blogger che riesce solo a pensare di dover fare la guerra a tutti quelli che hanno qui fatto un sorriso su un monstrum, simbolo di un'intera epoca di DECADENZA del bello/buono/vero ...beh...non può  essere altro che un neocatecumenale !

    RispondiElimina
  59. <span>una persona come questo sig. leonardo, che ha il senso dell'umorismo sotto  lo  "0"  
    e che NON ricorda neppure le parole più note della Bibbia, e che  non ha capito affatto il senso ironico sia del psot sia dei commenti, e che non ha la minima capacità di ragionare  su  quale sia l'oggetto del dialogo, il rapporto tra  immagine proposta, persona, osservatori, pubblico valutazioni estetiche,s toriche ecc. ecc..... di fatti e persone,  
    un simile blogger che riesce solo a pensare di dover fare la guerra a tutti quelli che hanno qui fatto un sorriso su un monstrum, simbolo di un'intera epoca di spaventosa DECADENZA del bello/buono/vero, e di tutta la Chiesa e delle espressioni visibili della società che da essa NON viene più educata a tali valori perenni, causa la dissipazione desolante e progressiva della vera Fede....uno che non riesce a vedere e a capire tutte queste realtà qui espresse in forma d'amara ironia, laddove si ride per non piangere.....</span>
    (v.   facit indignatio versus qualescumque potest.....)
    <span>...beh...non può  essere altro che un neocatecumenale !</span>

    RispondiElimina
  60. <span><span>una persona come questo sig. leonardo, che ha il senso dell'umorismo sotto  lo  "0"    
    e che NON ricorda neppure le parole più note della Bibbia, e che  non ha capito affatto il senso ironico sia del post sia dei commenti, e che non ha la </span>minima capacità di ragionare <span> su  quale sia l'oggetto del dialogo, il rapporto tra  immagine proposta, persona ritratta, osservatori, pubblico, valutazioni estetiche, etiche,  storiche ecc. ecc..... di fatti e persone,    
    un simile blogger, che riesce solo a pensare di dover fare la guerra a tutti quelli che hanno qui fatto un sorriso su un</span> monstrum, simbolo di un'intera epoca<span> di spaventosa DECADENZA del bello/buono/vero, e di tutta la Chiesa e delle espressioni visibili della società che da essa NON viene più educata a tali valori perenni, causa la dissipazione desolante e progressiva della vera Fede....uno che non riesce a vedere e a capire tutte queste realtà qui espresse in forma d'amara ironia, laddove si ride per non piangere.....</span>  
    (v.   facit indignatio versus qualescumque potest.....)  
    <span>...beh...non può  essere altro che un neocatecumenale !</span></span>

    RispondiElimina
  61. Il bello, anche nelle sue forme più profanate, mantiene ancora un quanto meno ipotetico richiamo al Perfettamente BELLO, cioè a Dio. Pertanto, che la c.d. "arte moderna" sia il trionfo del brutto, mi sembra molto chiaro, dove vada a parare.  La morte della luce, la persita del centro ed altri titoli, dicono tutto.

    RispondiElimina
  62. <span>Ho sempre più l'impressione che i tradizionalisti abbiano problemi con la figura retorica dell'ironia.  </span>
    Ahimè!
    E' PROPRIO VERO!
    Me ne sono dovuto accorge a mie spese tempo fa.

    RispondiElimina
  63. Beh, non sono un segreto la stima e il rispetto che leonardo mostra per Francesco Colafemmina, ad esempio quando, sotto le vesti di "gio", considerava che il blog di Colafemmina non era cattolico!  :)

    RispondiElimina
  64. Azio Conte di Inveruno20 maggio 2011 09:35

    A onor del vero questa statua non fa semplicemente schifo, è proprio una porcheria, sia dal punto di vista dell'arte che della realizzazione. La verità è che ci stiamo facecndo abbindolare con questa fantomatica Arte Moderna che altro non è una menzonia inventata dagli uomini per gli uomini affinché, quest'ultimi, credano nella presenza reale di un movimento di Arte Moderna che possa minimamente dar credito a questi 4 ciarlatani i quali campano sull'inganno delle persone altrui.

    RispondiElimina
  65. leonardo....se ho nominato RIGOLETTO, si spera che lei sappia come andrà a finire quella VENDETTA..... la mia era una battuta ironica, un monito a tutti noi, un pensiero condiviso anche con serenità, l'ho accennato anche sopra "chi di spada ferisce, di spada ferisce...." mi spiace che non l'abbia capita!
    ;)

    RispondiElimina
  66. <span>leonardo....se ho nominato RIGOLETTO, si spera che lei sappia come andrà a finire quella VENDETTA..... la mia era una battuta ironica, un monito a tutti noi, un pensiero condiviso anche con serenità, l'ho accennato anche sopra "chi di spada ferisce, di spada perisce...." mi spiace che non l'abbia capita!  
    ;) </span>

    RispondiElimina
  67. Redazione di Messainlatino.it20 maggio 2011 10:31

    Cosa ci sia di particolarmente offensivo, e soprattutto poco cristiano, nella battuta di Colafemmina, non l'ho capito. È solo un modo di burlarsi di un simile obbrobrio, che non può non attrirare su di sé, naturalmente, il dileggio.

    FZ

    RispondiElimina
  68. Redazione di Messainlatino.it20 maggio 2011 10:33

    Solo dei sedevacantisti avrebbero potuto raffigurare un papa così... "vuoto"...

    FZ

    RispondiElimina
  69. Redazione di Messainlatino.it20 maggio 2011 10:38

    <span>Solo dei sedevacantisti potrebbero raffigurare un papa così... "vuoto"...  
     
    FZ</span>

    RispondiElimina
  70. Redazione di Messainlatino.it20 maggio 2011 10:40

    Senza arrivare a tanto, anch'io, in verità, mi chiedevo quanto ci vorrà prima che qualcuno provi ad "entrare" nella statua, e magari farsi scattare una foto.
    Forse avremo presto i video su YouTube.

    FZ

    RispondiElimina
  71. mai statua fu così rapresentativa: sotto il vestito ...niente.
    è proprio vero: chi di spada ferisce di spada perisce. Rivedendo le immagini di GPII, avete fatto caso a come è pessimamente raffigurata la immagine sacra di Nostro Signore Gesù Cristo inchiodato alla croce alla estremità in alto del bastone che egli portava con sè nelle sue uscite? ditemi voi cosa c'è di rispettoso in quella immagine, anzi quella immagine è il contrario del sacro: è dissacrante! possibile ch emai nessunoi si sia posto il problema, neanche GPII, di quanto dissacrante e ridicolizzante fosse quella scultura?.

    RispondiElimina
  72. Redazione di Messainlatino.it20 maggio 2011 11:42

    Se l'è posto Benedetto XVI, il problema: infatti appena si è 'assestato', ha quasi contemporaneamente spedito a prender polvere sia quell'orribile ferula contorta con le braccia spioventi, sia il Piero Marini; archiviando così, Deo gratias, il woitylismo liturgico.
    Enrico

    RispondiElimina
  73. X Ingrid. Il dioscorso è vasto ed insieme molto semplice. C'è una degenerazione ecclesiale che alcuni vedono come illanguidimento dello spirito riformatore del Concilio (neocatec.,focolarini, giullarini, masochini e sadomasochini + tutti gli altri variegati movimenti social-ecclesiali). Altri lo vedono come intorpidimento dalle verità espresse per qualche secolo. In mezzo a questo obnubilamento moderno di adattamento della Chiesa al mondo, alla massoneria, alle lobby br'nay-britte eccetera, il demonio agisce con gioia pregustando i milioni di anime in perdita, papa ignaro e forse ignavo. Tutto qui:apparentemente semplice e chiaro!  

    RispondiElimina
  74. Ebbrava la Redazione!
    Ho qui l'articoletto fresco fresco dal giornale Libero,che voi aborrite, ma sul quale c'è intervista a Oliviero Rainaldi, lo scultore che rappresenterebbe il "vuoto".
    " E' stato elogiato da molti per aver calato nella modernità l'iconografia classica papale [secondo me elogiato anche da padre Lombardi :-D ] ed al contempo criticato da altri per la scelta di aver eliminato il corpo del beato nella sua opera......Una cosa che ricordo con chiarezza pensando a Papa Woityla è il,vento.....e la scultura è vuota perchè immagino il suo corpo pieno di spirito, quindi un passaggio dal corpo fisico al CORPO PNEUMATICO. iL MANTO è un poco gonfio come se ci fosse vento all'interno, come se venisse dilatato dal vento....
    ..ci sono state due proposte, come avviene solitamente e poi una di queste è stata scelta..HA PASSATO IL VAGLIO DI TUTTI:COMUNE DI ROMA, SOVRINTENDENZE,      -IL VATICANO- [notare bene!]. ovviamente il bozzetto su cui avrei poi lavorato doveva mettere d'accordo tutte le personalità coinvolte [papa compreso e benedicente, di certo]..."
    Laonde, dopo queste parole dirette dello scultore:
    1 Guai se redazione, tripparoli, simoniaci e caterine girovaganti osano ancora porre osservazioni negative sui deisderi vaticani e forse papali,pure! :-P
    2 La scultura è rappresentativa perfettamente del corpo penumatico e dello spirito pure pneumatico che ha contraddistinto il papato del beatosantosubito innominabile per estrema reverenza [perdona Karol, ma devo scherzare un po' dopo pregherò per te, anche]
    3La scultura è l'iniseme democratico dei desideri armonizzati a pari condicio tra vaticano, comune di roma, modernità ecclesiale e sovrintendenza con tendenza! :-P
    4 Il vuoto è quindi estremamente rappresentativo, come dicevo anche prima, e non solo io, di tutto ciò che ha caratterizzato il papato woityliano: parole, ovvero ARIA ! :-P [fritta anche ma certamente profumata di viaggi esotici con balli leggiadri ed anche un po' lubrichi..]

    RispondiElimina
  75. Velester, non affliggerti, è un'opera degnamente rappresentativa che ricorderà a tutti la vera memoria che otterrà tra poco il beatosantosubito...

    RispondiElimina
  76. ..Cara Redazione, si è anche affrettato, il papa beato ora, a nominare il Kiko argugliatore ,eccelso teologo e scultore artista, futuro cardinal di chiesa universal-massonica, come consigliere dell'evangelizzazione neocatecumenizzata mondiale. Non lo sapete? :-E

    RispondiElimina
  77. Ho sempre pensato che a Piazza Termini mancasse una statua che caratterizzasse il luogo come in altre piazze romane. Mi pare che l'obiettivo nel bene e nel male sia stato raggiunto.

    Anche il riferimento alla stazione e all'accoglienza mi sembra appropriato.

    Ma si dovrebbe trattare dell'accoglienza ai pellegrini alla Citta' Santa?

    E qui cominciano gli interrogativi.

    Si nota subito che il Vicario di Cristo viene rappresentato senza simboli cristiani. Anche il mantello aperto ha evitato l'imbarazzo di raffigurare la croce pettorale. Neppure il ruolo pontificio (non si pretendeva la tiara...).
    Anche lo spazio aperto (la garitta insomma) non reca nessun simbolo che riferisca all'accoglimento nella pace di Cristo. L'unica vera pace.
    Piu' che con Mussolini noto una certa rassomiglianza con Rod Steiger.
    La condanna dell'Osservatore Romano indica che ormai siamo al di la' del bene e del male.
     La si potrebbe sostiture con un grandioso monumento a Innocenzo XI.

    Diverra' uno dei momenti su cui i romani e i turisti si sbizzarriscono in definizioni come il Vittoriano o la teca di Meyer.

    FdS

    RispondiElimina
  78. Ho sempre pensato che a Piazza Termini mancasse una statua che caratterizzasse il luogo come in altre piazze romane. Mi pare che l'obiettivo nel bene e nel male sia stato raggiunto.

    Anche il riferimento alla stazione e all'accoglienza mi sembra appropriato.

    Ma si dovrebbe trattare dell'accoglienza ai pellegrini alla Citta' Santa?

    E qui cominciano gli interrogativi.

    Si nota subito che il Vicario di Cristo viene rappresentato senza simboli cristiani. Anche il mantello aperto ha evitato l'imbarazzo di raffigurare la croce pettorale. Neppure il ruolo pontificio (non si pretendeva la tiara...).
    Anche lo spazio aperto (la garitta insomma) non reca nessun simbolo che riferisca all'accoglimento nella pace di Cristo. L'unica vera pace.
    Piu' che con Mussolini noto una certa rassomiglianza con Rod Steiger.
    La condanna dell'Osservatore Romano indica che ormai siamo al di la' del bene e del male.
     La si potrebbe sostiture con un grandioso monumento a Innocenzo XI.

    Diverra' uno dei momenti su cui i romani e i turisti si sbizzarriscono in definizioni come il Vittoriano o la teca di Meyer.

    FdS

    RispondiElimina
  79. Enzo G. Castellari20 maggio 2011 15:30

    Guardi che il sedevacantismo è, tra le varie follie che popolano lo zoo tradizionalista, quella forse di minore gravità, se paragonata a quello che leggo per esempio di Morselli e CaterinaLD.

    RispondiElimina
  80. Principe di Chatillon20 maggio 2011 15:38

    Forse hanno semplicemente finito il bronzo...ma mi piacerebbe vedere la faccia dello scultore. Forse per la sua di bronzo ce n'è a sufficienza. 8-)

    RispondiElimina
  81. Benedetto XVI avrà, come sostieni tu, spedito a prender polvere ferula contorta e Marini, ma in compenso si è affrettato a farne entrare tanti altri come Kiko per esempio... e allora come la mettiamo...?

    RispondiElimina
  82. mardunolbo principe di Funambopoli20 maggio 2011 17:42

    Lo scultore si chiama Oliviero Rainaldi. Ha lavorato 4,5 tonnellate di bronzo in meno di tre mesi...
    -tanto bronzo,molto vuoto,ed in poco tempo ti preparo un bel beato-
    E' il motto della chiesa moderna! L'artista ha solo reso l'idea al meglio.... :-D

    RispondiElimina
  83. E' stato un eretico tanto si merita, e non mi vergogno minimamente, bisogna vergognarsi di aver obbedito a lui.

    RispondiElimina
  84. Il monumento non va assolutamente abbattuto. E' infatti la migliore rappresentazione possibile di 30 DI VACUITA'. Resti dov'è, a imperitura memoria e imperituro monito.

    RispondiElimina
  85. Filippo ( ecclesionegazionista)20 maggio 2011 21:29

    Un papa "vuoto" ovvero se-vacante !

    Io penso però che tale monumento non sia brutto. Sono sicuro che anche il Servo di Dio Paolo VI lo avrebbe apprezzato...

    RispondiElimina
  86. non  c'è da ridere. E' molto serio. questa bruttezza  patetica  si riverbera sulla Chiesa e l'ha voluta e
    benedetta . La bellezza (un tempo) dava lustro e testimonianza della fede cattolica.
    che succede se la BRUTTEZZA da' testimonianza della fede cattolica ?
    succede che le persone sensibili e normali sono allontanate anzchè attratte. succede che una persona normale vedendo questa statua ride o se è gentile fa finta di nulla.insomma non è per nulla
    una testimonianza di spiritualità e di fede.

    RispondiElimina
  87. Leonardo: se non è d'accordo, argomenti, puntualizzi, porti tesi contrarie. Il suo "vergognati" è da Beppe Grillo.

    RispondiElimina
  88. Lei è idealmente e esteticamente incoerente. Date le posizioni da lei espresse nei suoi precedenti messaggi, quella statua dovrebbe piacerle, e molto.

    RispondiElimina
  89.  C'è un substrato "demonico" nell'arte moderna che che Hans Sedlmayr e pochi altri hanno esplorato (pensate a Munch!). Monumenti come questi si salvano da essere un'evocazione infera solo grazie alla loro sciocca banalità.

    RispondiElimina
  90. "4,5 tonnellate di bronzo in meno di tre mesi". Caspita, al suo cospetto Stakanov era un bamboccione assenteista. Potenza dello "spirito del concilio"!!

    RispondiElimina
  91. Grazie per la censura

    RispondiElimina
  92. I sedevacantisti tesisti sono dei veri operatori d'iniquità e figli del principe di questo mondo. La loro bravura si basa proprio sull'infiltrismo, sul farsi passare per bravi cattolici d'altri tempi con buone intenzioni giocando sulla buona fede del prossimo. All'Università cattolica da anni diffondono le loro pubblicazioni blasfeme e infiltrano i gruppi studenteschi: possibile che il Rettore ancora non prenda posizione? Sono guidati da un tizio famosissimo di 45 anni ancora iscritto lettere con pizzetto e occhiali neri, molto ambiguo sotto tutti i punti di vista. Il loro "istituto" vicino a Torino è una vera e propria setta esoterica sulla falsa riga di tante altre presenti in quella provincia. Preghiamo perchè questo genere di provocazioni scultoreo-sedevacantiste facciano la fine che meritano.

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.