martedì 10 maggio 2011

Filoni promosso a Papa Rosso


Mons. Fernando Filoni

Promoveatur ut amoveatur? Chissà: è certo che quello di sostituto della Segretaria di Stato è un ruolo chiave nell'organigramma vaticano, che conferisce al suo titolare l'effettivo controllo di tutti i dossiers più importanti. L'attuale Sostituto, mons. Fernando Filoni, è noto per essere, oltre che sponsor dei neocatecumenali, un elemento ostile alla restaurazione liturgica intrapresa (timidamente) da Benedetto XVI. Se un'immagine vale mille parole, guardate la foto a fianco... Il problema è che la nomina a Prefetto di Propaganda Fide lo rende arbitro del futuro delle diocesi di mezzo mondo (non a caso il titolare di quella carica è soprannominato il "Papa Rosso") e gli garantisce un galero cardinalizio a breve.

Il nuovo Sostituto sarà il sardo Giovanni Angelo Becciu, attuale Nunzio nella delicata sede di Cuba. Le informazioni che ne abbiamo ci inducono ad un cauto ottimismo.

Vedremo che cosa farà il nostro uomo all'Avana nel nuovo ruolo: meglio del predecessore, ci vorrà poco.

Enrico


Dal bollettino odierno della Sala Stampa della S. Sede:

Il Santo Padre Benedetto XVI ha accolto la rinuncia presentata, per raggiunti limiti d’età, dall’Em.mo Card. Ivan Dias all’incarico di Prefetto della Congregazione per l’Evangelizzazione dei Popoli ed ha chiamato a succedergli nel medesimo incarico S.E. Mons. Fernando Filoni, Arcivescovo tit. di Volturno, finora Sostituto per gli Affari Generali della Segreteria di Stato.

 S.E. Mons. Fernando Filoni
È nato a Manduria, diocesi di Oria e provincia di Taranto (Italia) il 15 aprile 1946.
È stato ordinato sacerdote il 3 luglio 1970. Incardinato nella diocesi di Nardò.
È laureato in Filosofia e in Diritto Canonico.
Entrato nel Servizio diplomatico della Santa Sede il 3 aprile 1981, ha prestato successivamente la propria opera presso le Rappresentanze Pontificie in Sri Lanka e in Iran, presso la Segreteria di Stato, in Brasile e nelle Filippine.
Il 17 gennaio 2001 è stato eletto alla sede titolare di Volturno, con dignità di Arcivescovo e nominato Nunzio Apostolico in Giordania e in Iraq. Ha ricevuto l’ordinazione episcopale dal Beato Giovanni Paolo II nella Basilica Vaticana il 19 marzo 2001.
Il 25 febbraio 2006 è stato nominato Nunzio Apostolico nelle Filippine.
Il 9 giugno 2007 il Santo Padre Benedetto XVI lo ha nominato Sostituto per gli Affari Generali della Segreteria di Stato.
Conosce il francese, lo spagnolo, l’inglese e il portoghese.

Il Papa ha nominato Sostituto per gli Affari Generali della Segreteria di Stato S.E. Mons. Giovanni Angelo Becciu, Arcivescovo tit. di Roselle, finora Nunzio Apostolico in Cuba.

S.E. Mons. Giovanni Angelo Becciu
È nato a Pattada (Sassari) il 2 giugno 1948.
È stato ordinato sacerdote il 27 agosto 1972.
Si è incardinato a Ozieri.
È laureato in Diritto Canonico.
Entrato nel Servizio diplomatico della Santa Sede il 1° maggio 1984, ha prestato la propria opera successivamente presso le Rappresentanze Pontificie in Repubblica Centroafricana, Sudan, Nuova Zelanda, Liberia, Gran Bretagna, Francia, Stati Uniti d’America.
Il 15 ottobre 2001 il Beato Giovanni Paolo II lo ha nominato Nunzio Apostolico in Angola, elevandolo in pari tempo alla sede titolare di Roselle, con dignità di Arcivescovo.
Il 15 novembre dello stesso anno è stato nominato Nunzio Apostolico anche in São Tomé e Principe.
Ha ricevuto la consacrazione episcopale il 1° dicembre 2001.
Il 23 luglio 2009 il Santo Padre Benedetto XVI lo ha nominato Nunzio Apostolico in Cuba.
Conosce il francese, l’inglese, lo spagnolo e il portoghese.

115 commenti:

  1. Il "papa rosso" è quello da cui dipendono le diocesi in terra di missione e che ha un ruolo decisivo nella presentazione dei candidati all'episcopato in tali diocesi. Si prevede un altissimo numero di vescovi neocatecumenali e la corrispondente punizione di vescovi, quali quelli del Giappone, che si oppongono al Cammino. Se ci tiravamo la zappa sui piedi ci facevamo meno male. Mi chiedo davvero se i tempi della Grande Apostasia siano così lontani.

    RispondiElimina
  2. Che bei paramenti, sono disegnati da Massoni? Ops! Missoni?

    RispondiElimina
  3. Ma tanto a cosa servono le missioni e la Propaganda Fide se tutte le religioni sono sullo stesso piano e non c'è più nessuna necessità di convertire gli "altri"?

    RispondiElimina
  4. Forse c'è bisogno di convertire i dollari in euro.......

    RispondiElimina
  5. Quella è una casula non un grembiulino! ahahah

    RispondiElimina
  6. Enzo G. Castellari10 maggio 2011 19:27

    Ottimo, altro cardinale neocatecumenale (prevedo un fantastico conclave! Ma sarà ancor più fantastico vedere arrampicarsi sui vetri insaponati i vari detrattori del CN quando il feticcio bianco sarà della setta), pergiunta uno che riempirà tutte le diocesi del mondo non Europeo di neocatecumenali. Chissà se la religione cattolica esisterà nella prossima generazione.

    RispondiElimina
  7. Pensiamo alla gioia dei Vescovi di quei paesi che hanno avuto grossi problemi dai neocatecumenali!!!
    Credo vi siano 2 errori di fondo nella definizione dei criteri con cui nominare i Vescovi ad ogni livello.
    Giovanni Paolo II si preoccupava di capire se "amavano Cristo" . Ma amare Cristo vuol dire anche amare la Sua Chiesa e con essa il suo Magistero.
    Benedetto XVI considera la Vigna non Sua ma del Signore, e quindi è aperto a che tutte le componenti siano rappresentate.
    Peccato che dove arrivano certuni ( Diocesi di Milano docet), si fa piazza pulita di tutti gli altri.
    Abbiamo avuto la grande fortuna di avere questi 2 Pontefici straordinari , ciascuno con le sue grandi doti: speriamo che il prossimo abbia il dono di sapersi preoccupare della "governance".
    Nel nuovo millennio, dove la Chiesa dovrà giocare un ruolo di minoranza, occorre essere attrezzati per la "Buona Battaglia".
    Vescovi che spacciandosi per teologi,cominciano a minare i fondamentali ( vedi Forte e la Ressurrezione) sarà bene non averne più intorno.
    Dario

    RispondiElimina
  8. A parte il fatto che non ci sarà più nessun limite all`estensione del cnc e alla diffusione delle sue prassi acattoliche ciò che mi riempie di fremore è la frase: "gli garantisce un galero cardinalizio a breve"...
    E penso alle varie profezie, a quelle della beata Emmerich.

    RispondiElimina
  9. Enzo G. Castellari10 maggio 2011 20:33

    Chi sono i due pontefici straordinari? Pio IX e Leone XIII?

    RispondiElimina
  10. <span></span>
    <span>Aggiungo che, o Benedetto XVI non è informato dell`attiva opposizione di Filoni al SP, del ruolo opaco per non dire oscuro, da lui giocato in situazioni note di cui il Papa ha subito le conseguenze, non sa che Filoni ha protetto, coperto i dirigenti neocat e li ha incoraggiati a disobbedire al Papa quando aveva trasmesso le sue decisioni sulle modifiche del "rito" neocat...o Benedetto XVI sa e, mi duole dirlo, gli va bene così, del resto Filoni è sempre stato descritto come un uomo che gode della fiducia del Papa, mai molto lontano da lui in ogni sua trasferta.
    </span>

    RispondiElimina
  11. Andrea Carradori10 maggio 2011 20:47

    Ovvio che sarebbe approdato ad una Congregazione.
    Avrebbero potuto fare diversamente ?
    Perchè ? Non si è macchiato di colpe : Ha sempre svolto il suo compito ...
    Forse troppo diligentemente ...

    RispondiElimina
  12. Sarà bene non andarvi più intorno!

    RispondiElimina
  13. Il costume da Arlecchino gli si addice perfettamente, mitra compresa.

    RispondiElimina
  14. Sabotare il SP era forse un suo compito?
    Aiutare il cnc nella sua disobbedienza al Papa era forse un suo compito?
    Fare pressioni sui vescovi affinchè aprino grandi le porte al cnc, con tanto di tappeto rosso, era forse un suo compito?

    Ma forse il tuo commento Andrea, era solo ironico...

    RispondiElimina
  15. <span>io non ho più parole! </span>
    Confido solo nella Promessa dell'Unico che può salvare e salva continuamente, nonostante le apparenze, la Sua Chiesa!

    RispondiElimina
  16. Ecco alcune parole di sacerdoti presenti alla Messa di Mestre celebrata da Benedetto XVI, parole che, ne sono convinta, non dispiaceranno al nuovo papa rosso :'( *DONT_KNOW* .


    PARLANO I SACERDOTI
    «Clima indimenticabile Ma perché tanto latino?»

    Religiosi entusiasti per la partecipazione, qualche critica alla scelta della lingua ufficiale per la Messa e i canti
    … Più di qualcuno, però, non lesina critiche a una liturgia a tratti un po’ fredda, con i passaggi in latino, soprattutto, che hanno faticato a raggiungere le persone.
    «Tutte queste persone dimostrano che la fede resta un luogo di ricerca e risposta: tutto è andato alla perfezione anche se la liturgia è stata un po’ troppo priva di ritmo», spiega monsignor Dino Pistolato, delegato patriarcale per la carità.
    … asserisce don Narciso Danieli pastore di Santa Maria Goretti - I giovani, in particolare, hanno saputo cogliere la bellezza di un respiro universale. Personalmente avrei preferito una liturgia meno ingessata per favorire il coinvolgimento e per permettere al calore presente di manifestarsi completamente all’esterno».
    Però sarebbe stato meglio evitare il latino visto che se non si celebra nella lingua parlata, il rito è incomprensibile e rischia di non esser un gesto evangelico», condivide don Gianni Fazzini, amministratore di Altino e direttore dell’ufficio pastorale per i nuovi Stili di vita che al parco ha distribuito 60 mila volantini contro la privatizzazione dell’acqua. …

    No comment...

    RispondiElimina
  17. <span>Chissà se la religione cattolica esisterà nella prossima generazione</span>

    c'è da chiederselo seriamente. Questa cristianità è in crisi forse irreversibile. Ma se la 'religione' sparirà, resterà la Fede in una Persona, che prima o poi si riaffermerà quando e come il Signore vorrà.

    RispondiElimina
  18. un ammiratore del rito tridentino10 maggio 2011 21:39

    quel copricapo colorato mi sembra più da gaypride

    RispondiElimina
  19. tanto per restare in tema di oppositori alla restaurazione liturgica, qualcuno sa novità riguardo alla successione a Tettamanzi? sto seriamente cominciando a preoccuparmi che venga nominato mons. Bruno Forte...

    RispondiElimina
  20. Uno che tenta di essere cristiano10 maggio 2011 22:25

    Un'altra zappata nei piedi da parte dei vaticani. Chi semina vento raccoglierà tempesta.

    RispondiElimina
  21. il camice è un optional...basta avere qualcosa di bianco sotto, come la talare vescovile bianca che fa tanto vescovo di missone...

    RispondiElimina
  22. Cara mic, temo che gli avvenimenti stiano correndo al tempo in cui ciascuno di noi dovrà fare le sue scelte... il Signore permette tutto questo per purificare le sue pecore... vedremo.

    RispondiElimina
  23. Io ho sempre preso in giro di gusto i sedevacantisti... ma adesso non rido più.

    RispondiElimina
  24. Tempesta di scisma neocat, quando i tempi saranno maturi. Vedremo se avranno il coraggio di ricordare lo "scisma" lefebvriano.

    RispondiElimina
  25. La grandezza di un buon governo è dovuto alla grandezza dei collaboratori.Confesso che non capisco più papa Benedetto:in fatto di nomine non ne azzecca una.Sceglie sempre gente che gli rema contro.
    Forse l'età...forse qualcos'altro ma sembra un pontefice in sonno.

    RispondiElimina
  26. Ho come l'impressione che con una caramella o due accontenti noi tradizionalisti (Ranjith, motu proprio) per poi spalancare le porte ai diversamente credenti...

    RispondiElimina
  27. <span>«Tutte queste persone dimostrano che la fede resta un luogo di ricerca e risposta: tutto è andato alla perfezione anche se la liturgia è stata un po’ troppo priva di ritmo», spiega monsignor Dino Pistolato, delegato patriarcale per la carità. </span>

    Da queste parole devo dire che monsignor Pistolato (nomen omen) fa bene il suo lavoro di delegato patriarcale per la carità: che continui, allora, a farci una carità.

    RispondiElimina
  28. Andrea Carradori10 maggio 2011 23:32

    Sono sempre ed esclusivamente loro i distruttori della serietà liturgica : i preti !
    Una cerimonia attira e fa pregare ? Loro debbono parlarne male !
    La gente è contenta perchè è rimasta edificata da tanta bellezza ?
    Loro debbono dire il contrario !
    Sobillatori : ecco quello che sono !!!

    RispondiElimina
  29. Andrea Carradori10 maggio 2011 23:37

    Non solo ironico, cara Luisa.
    Nell'ottica vaticana dove avrebbero potuto mandare l'Eccellentissimo ?
    Tuttosommato non ha fatto niente di male ... ha obbedito ed ha interpretato.
    Un Sostituto alla S d S lo si fa prefetto di Congregazione oppure, come nel caso di Mons. Montini, Arcivescovo di una sede cardinalizia.
    Penso che al prossimo Conclave dovremmo flagellarci per giorni ... affinchè il buon Dio possa avere misericordia della Sua Chiesa !

    RispondiElimina
  30. micapizza&fichi10 maggio 2011 23:42

    Premesso che:
    -leggere reiterate e gratuite critiche al Papa (questo in particolare) da parte di gente così fervidamente cattolica è un dolore...
    -anch'io ritengo Mons.Filoni, per quel poco che sono riuscito a sapere, come minimo estraneo (forse contrario) al cattolicesimo più puro
    Vorrei suggerire che:
    -l'errore caso mai fu nel 2007, a farlo entrare in segreteria di stato, da dove ha fatto i danni maggiori
    -essere tolti dopo meno di 4 anni da un incarico tanto delicato dovrebbe far fischiare le orecchie...
    -il promoveatur ut amoveatur è l'unica soluzione possibile, specie in assenza di accuse dirette ed inconfutabili del "promosso"
    -non è che il "papa rosso" sia poi così papa, per quanto possa essere rosso, o color cardinale: c'è pur sempre Ouellet.
    -non mi fascerei la testa prima di essermela rotta, tanto più che chi ha levato il dente del giudizio sa come trattare le gengive...
    -il Cammino ha fatto quel che ha voluto fin quando non gli sono stati posti dei limiti: non ha ancora risposto si, ma sa di doverne uno
    -chi perde il potere che aveva, non immediatamente se ne creerà altrove... tanto più che lo accoglie è pure avvertito...
    Insomma:
    -perchè non essere innanzitutto contenti che il personaggio non sia più là dove ha fatto danni?
    -e che forse certi figuri, compassati e col grembiule, abbiano recepito il messaggio che proprio tonti non lo sono, in Vaticano?
    -o si preferisce seminar zizzania contro il papa, che tra poco deciderà anche del successore del Card. Levada alla DCF?
    Ricordare "il Nemico" di M. O'Brien: Stato e Dottrina devono essere coesi, contro ogni ostile Vettore...     
      

    RispondiElimina
  31. micapizza&fichi10 maggio 2011 23:51

    Dormissero tutti come lui... la Chiesa rifiorirebbe!

    RispondiElimina
  32. micapizza&fichi10 maggio 2011 23:53

    Correggo e chiedo scusa:
    ..."tanto più, quando chi lo accoglie è pure avvertito..."  

    RispondiElimina
  33. Andrea Carradori10 maggio 2011 23:54

    La Chiesa più purificata di così ... è ridotta ad uno scheletro ...
    Purificazionedellamemoria   + richiestadiperdonoperlepresuntecolpe + adulazionealmondo + dialogoconinoncredenti + dialogocontuttelefedi + troppisoldiaipreti + mondanità + spettacolarizzazionedellaltirgia + desacralizzazione = scheletro della Chiesa sposa di Cristo.
    Signore salva la tua Chiesa !!! 

    RispondiElimina
  34. No, Elio. Lui non sceglie gente che gli rema contro. Anzi. Da qui si vede quello che veramente pensa, ma non vuole dire apertamente. Lui deve far credere che nulla è cambiato, mantenendo un tono di continuità con la tradizione. In realtà vuole la rottura. Così manda avanti i nuovi nominati che domani avranno la maggioranza per rompere. Le sembra di non capire più il Papa, semplicemente perché lei se lo era immaginato diverso, perché i media istruiti dai futuri padroni del mondo volevano presentarcelo come conservatore. Così da fare digerire i cambiamenti, sottili, ma profondi, benché imbellettati d'antiquariato. E' tragico, ma è inesorabile che prima o poi noi lettori ci arrediamo alla realtà: ci siamo ingannati. O peggio: siamo stati ingannati.

    RispondiElimina
  35. Un altro che si illude. Vedrà di nomina in momina come cadranno tutte le illusioni! Certo che è duro arrendersi all'evidenza.

    RispondiElimina
  36. viva papa Benedetto! e vai sei forteeeeeeeeeee!

    RispondiElimina
  37. Ma non sarà uno scisma perchè la Chiesa sarà diventata la chiesa immaginata, voluta e ottenuta da Kiko Arguello (o da chi lo protegge...), con la "liturgia" uscita dalla sua mente celebrata dai suoi presbiteri usciti dai suoi seminari, con la struttura parrocchiale idem, con lo spazio sacro violentato e distrutto dalla sua "nueva estetica", lo scisma lo provocheranno coloro che non accetteranno di sottomettersi a quella iniquità, ma spero che i miei  occhi si fermeranno definitivamente senza che debbano vedere realizzato quello che per ora è solo un incubo, un incubo che vedo disegnarsi, che è già in via di realizzazione.

    RispondiElimina
  38. <span><span>Un sostituto è promosso in quel senso, o dovrebbe esserlo, solo se ha operato e opera per il bene della Chiesa e se gode della fiducia del Papa.    
    Come ho già detto o il Papa non sapeva nulla delle manovre oscure di quel collaboratore che ha remato, e senza dubbio continuerà a farlo, contro la sua volontà, o il Papa sapeva e non ha considerato che quell` opposizione dovesse essere motivo di allontanamento=sanzione.  
    Io, semplice fedele, quando vedo un collaboratore remare contro la volontà del Papa, volontà espressa, non che me la sogno, quando so che lo stesso ha spronato un movimento a disobbedire apertamente al Papa, mi dico che quel collaboratore, che egli sia sostituto o "gratte-papiers", personaggio importante o ultimo tagliamatite nell`ultimo ufficio vaticano, merita di essere allontanato e sono sconcertata quando lo vedo invece promosso e ad un posto dove potrà continuare, con ancor maggior potere e efficacia, la sua opera di opposizione e di diffusione del suo caro movimento e delle sue prassi.</span></span>

    RispondiElimina
  39. ... o se non li abbiamo già superati e ci siamo nel bel mezzo !

    RispondiElimina
  40. <span>già chi sono ? vedo bene San PioV e San PioX </span>

    RispondiElimina
  41. più che purificata è sfigurata e asfittica per l'eclissi del Logos.

    RispondiElimina
  42. tanta gente qui su MiL che vola alto sarà presto costretta al rude atterraggio...

    RispondiElimina
  43. Andrea Carradori11 maggio 2011 09:14

    Dovremmo tutti immedesimarci nel "clima" che aleggia dentro le sacre mura dove " di dorme con un occhio solo" ...
    Il Beato Predecessore dell'attuale Papa, il Papa della dimenticatissima Lettera Apostolica "Dominicae Cenae", essendo giovane ed energico ( cioè perfettamente in grado di poter prendere in mano una scopa per fare pulizia...) fu impallinato ... preferì andarsene in giro per il mondo a "confermare nella fede i fratelli" ridoonando un indiscusso interesse per la centralità della Sede Apostolica.
    Non parliamo del pre-Giovanni Paolo II, quando, leggendariamente, narrano che accadde di tutto e di più.
    Neppure Sisto V, nella situazione attuale, riuscirebbe a cambiare la situazione curiale  ! 
    Solo un evento esterno, una persecuzione o un miracolo, riuscirà a salvare la Chiesa a tutto beneficio della salevzza delle anime !

    RispondiElimina
  44. a giudicare dalla foto mons. Filoni più che papa rosso senmbrerebbe un papa arcobaleno, o un papa iridato!

    RispondiElimina
  45. Stefano78(Giustificazionista..ma non troppo)11 maggio 2011 09:29

    Filoni allontanato dalla Segreteria di Stato. Sicuramente un buon passo. Messo all' Evangelizzazione? Sicuramente un grosso problema.

    Questo è il termometro di ciò che accade ora in curia. Si tappa una falla e si apre una voragine. Ma certamente, credo, sia meglio che Filoni sia lontano dalla segreteria di stato. Meglio così che come prima. Secondo voi alla segreteria di Stato poteva influire di meno?

    RispondiElimina
  46. <span>chi perde il potere che aveva, non immediatamente se ne creerà altrove... tanto più che chi lo accoglie è pure avvertito...  </span>

    uno come Filoni il potere ce l'ha a prescindere...

    <span>-il Cammino ha fatto quel che ha voluto fin quando non gli sono stati posti dei limiti: non ha ancora risposto si, ma sa di doverne uno </span>

    cioè? che significa?

    RispondiElimina
  47. Più che il papa rosso potremmo allora definirlo il il papa rozzo.

    RispondiElimina
  48. Dev'essere un messaggio in codice, tipo radiolondra: il filone è cotto... il cammino ha mangiato... il kiko kukka il kako...

    RispondiElimina
  49. forse è come dici, però meglio non sputarci su quella caramella...

    RispondiElimina
  50. Beh a quel punto, signora Luisa, se ci toglieranno anche la messa antica, dovremo trarre le conclusioni... e informarci su dove si trova la più vicina chiesa ortodossa.

    RispondiElimina
  51. a Roma questo si chiama consolarsi "co' l'aglietto"

    RispondiElimina
  52. <span>


    </span>



    <p><span><span><span>Cari fratelli, pur affidandoci a Cristo Risorto, occorre timidamente dire che queste scelte di BERTONE ancora una volta permesse dal Santo Padre sono FATALI, sebbene il Signore alla fine sa come accomodare le cose! FILONI, che nella gestione della Curia Romana si è distinto per DISUMANITA’, userà gli stessi criteri a Propaganda Fide. I suoi poteri sono enormi: realmente avrà un potere grandissimo nella scelta della gerarchia, sui religiosi, distribuzione di sussidi delle Pontificie Opere Missionarie. Chi ne beneficerà? Soprattutto i NEOCAT. Sì, ci sono i cardinali, i nunzi ecc., ma sapete che tutti si accodano al Monarca!</span></span></span>
    </p><p><span><span><span>Sul nuovo Sostituto</span><span>? Bene, siamo passati da un NEOCAT ad un appassionato FOCOLARINO! È tutto detto … non partecipo tutto ciò per fare pettegolezzo, è triste e bisogna pregare molto! La Madonna ci assisterà …</span></span></span>
    </p>

    RispondiElimina
  53. Certo che se uno va a intervistare sempre gli stessi preti, cosa ci si deve aspettare? Cosa può dire un prete che "<span>al parco ha distribuito 60 mila volantini contro la privatizzazione dell’acqua"?? Ovvio che ai media interessano solo questi pretacci, ma non è certo allineato a loro tutto il clero veneziano!!</span>

    RispondiElimina
  54. Ecco dunque sorgere lo stesso dilemma da 45 anni a questa parte: a chi dobbiamo obbedire?

    RispondiElimina
  55. <span>anche per i focolarini i dogmi sono un'optional. Sono stati visti musulmani fare la comunione a S. Maria Maggiore ai funerali della Lubich...</span>
    I movimenti, forse tranne qualche eccezione, sono un segno della frammentazione anziché della 'primavera' della Chiesa.

    RispondiElimina
  56. Francesco Cavallo11 maggio 2011 10:38

    Personalmente ho molta fiducia in Benedetto XVI. Il problema è che Benedetto XVI troppo spesso - soprattutto in fatto di nomine - ha le mani legate... Ragazzi è uno contro migliaia...

    RispondiElimina
  57. <span>
    <p><span><span><span>Alla CDF, e se fosse designato (in effetti si è auto-designato) BRUNO FORTE? Mio DIO salvaci!</span></span></span>
    </p></span>

    RispondiElimina
  58. fatti e parole11 maggio 2011 11:29

    <span><span>Solo un evento esterno, una persecuzione o un miracolo,</span>  
    tutti e due: in ordine cronologico, prima l'una, poi l'altro, esattamente come detto dalla  Madonna a Fatima  nel 1917.  
    Ora ci tocca vivere la prima fase (già scatenata dopo il 1969 contro i fedeli irriducibili della Messa antica, e in progressivo inasprimento, v. ultimo post redazionale di oggi), e sarà ancora lunga.  
    Alla veggente Christina Gallagher, negli anni '90 la Madonna ha detto:<span> "Figli Miei, la calamità è iniziata. L’influenza del principe delle tenebre è attorno a voi. Armatevi del Mio Rosario. La Mia Chiesa sarà scossa fin dalle sue fondamenta".</span></span>

    RispondiElimina
  59. fatti e parole11 maggio 2011 11:36

    visto che i focolarini sono inclini all'irenismo e al sincretismo, siamo messi proprio bene : dalla padella nella brace !

    RispondiElimina
  60. fatti e parole11 maggio 2011 11:52

    <span>
    <p>più che le mani, ha la mente strettamente vincolata al mitico concilio, che accoglie/permette di TUTTO e di più, ovvero avalla il relativismo, dottrinale e liturgico, ritenendolo cosa buona o "migliorabile"......ed i lupi la fanno da padroni, determinando di fatto nomine e direzione da dare alla Barca, qualunque sia la volontà del timoniere, dall'anno 2005  in poi. E il timoniere li lascia fare.
    </p></span>

    RispondiElimina
  61. mi pare che molte illusioni o anche molte incertezze negli ultimi tempi siano cadute!
    E Magister che riduce tutto a fedeli al Papa ed "anticonciliaristi"! Non è così semplice né banalizzabile il problema.

    RispondiElimina
  62. Ma che mani legate, nessuno ha le mani legate, bisogna fare il proprio dovere anche dinnanzi ad un possibile martirio!

    RispondiElimina
  63. micapizza&fichi11 maggio 2011 13:24

    A) Niente segreti, niente arcani, tutto trasparente
    B) Niente eucaristie tipo "tavolata finale" di "Spazio verde" o "A come agricoltura".
    Volete voi?
    Se sarà sì sarà sì, se sarà no, vedremo che cosa succederà.
    La palla è già stata mandata oltre la rete: o cade (punto "nostro"), o in qualche modo ce la ritirano di qua.  

    RispondiElimina
  64. micapizza&fichi11 maggio 2011 13:25

    Mangiato pesante? Che incubo!

    RispondiElimina
  65. micapizza&fichi11 maggio 2011 13:31

    Verissimo che non è così banalizzabile.
    E come "ci marciano" i banalizzatori, quando gli "anticonciliaristi" riescono a far sembrare tra i "fedeli al Papa" coloro che ormai se ne fanno un baffo di dogmi e liturgia, ma sono sempre pronti a farsi vedere "amici del papa". Il quale, beninteso, non è sciocco. Anzi!
    La "stima" per Forte, Filoni, Martini o Schonborn, non vuol dire che sia d'accordo rispettivamente con le leggende sulla resurrezione, gli arcani neocat, certe tesi bioetiche da Corsera, l'obsolescenza del celibato sacerdotale o certi artisti lasciati esporre al museo diocesano...
    E' che Benedetto XVI ha chiaro il proprio ruolo: tentare di unire prima di scacciare; non separare grano buono e zizzania; affidarsi a Dio prima che al proprio potere; convertire il peccatore con la misericordia. E -con pazienza- preso atto che chi gli è contro perseverà, metterlo dove fa meno danni!   

    RispondiElimina
  66. micapizza&fichi11 maggio 2011 13:33

    Purtroppo non si può escludere che le vicende prendano pieghe tragiche. Non che finora il pontificato di Benedetto sia stato una passeggiata. Il Signore gli ha concesso la salute e tante croci e cattiverie. Dio solo sa il bene che da questo sant'uomo verrà alla Chiesa intera.  E rimango stupefatto dal leggerlo criticato da chi ha a cuore una Chiesa come Dio comanda, ben diversa da come è diventata in quresti ultimi anni.

    RispondiElimina
  67. Ue' tutti esegenti del Papa che "ignora", "raggirato",  "tenta di unire prima di scacciare"..... ma a voi certe cose chi le ha dette?

    Parliamo dello stesso Ratzinger che introdusse i neocat in germania, che ne ha approvato statuto e catechesi, che ha intimato ai vescovi giapponesi di non chiudere il kikianesimo prima dell'arrivo di un suo inviato (quando?) ???????

    RispondiElimina
  68. <span>Intanto venerdi prossimo esce l'istruzione attuativa del MP.
    </span>

    RispondiElimina
  69. se è vero, vedo che un neocat è più informato di noi. Non più tardi del 5 scorso P. Nuara è stato ancora vago... Sabato ci sarà il convegno Summorum Pontificum, peraltro inquinato dalla presenza di vescovi "ibridi"... E' probabile che l'uscita non possa non tardare oltre.

    RispondiElimina
  70. Ratzinger "conobbe" e "incoraggiò" il neocatecumenalismo in Germania quando ancora non lo conosceva.
    Tutto il resto è una leggenda costruita ad arte dai diretti interessati.
    Cmq. Chiaro che i lupi che lo circondano sono Kiko e i suoi scagnozzi. Carmen teneva a bada GP2, Kiko è il principale lupo contro B16.

    RispondiElimina
  71. <span>Mi sono abbastanza scocciato di essere "tacciato" di neocat. Non lo sono, anche se non ci vedo niente di male a esserlo, per coloro che gli piace, visto quel che dice la Chiesa di loro.</span>
    Per quanto riguarda l'istruzione, basta leggere il bollettino informazioni del Vaticano.

    RispondiElimina
  72. grazie dell'informazione

    RispondiElimina
  73. <span>Per chi è interessato, si chiama</span> "Universae Ecclesiae"

    RispondiElimina
  74. Mi piacciono i suoi commenti, micapizza....., li leggo sempre con attenzione, ma quando lei scrive:<span>" E -con pazienza- preso atto che chi gli è contro perseverà, metterlo dove fa meno danni!" , non posso non dirmi che non qualificherei "pazienza" ,"misericordia", "tentativo di unire", il mandare ad evangelizzare chi farà molti danni, e non "meno danni", dal momento  che impianterà non la  Chiesa di Cristo ma la chiesa di  Kikio con la sua struttura, le sue prassi, il suo cammino iniziatico che, fintanto non  saranno pubblicati i suoi testi, autorizza l`osservatore a dire che un gruppo con i metodi e la struttura di una loggia massonica è entrato nella Chiesa ed è incoraggiato e legittimato dalla sua suprema autorità.
    </span>

    RispondiElimina
  75. il fatto è che su certe dicerie non abbiamo controllo perché non c'è documentazione certa. Invece documentazione e testimonianze su cos'è davvero l'entità Cnc ci sono; ma sono totalmente ininfluenti, almeno nei confronti di chi dovrebbe tenerne conto...

    RispondiElimina
  76. vorrei far notare che la frase "il papa è con voi" rivolta ai neocatecumenali è stata AGGIUNTA A BRACCIO dal Santo Padre e NON prevista nel discorso originale

    RispondiElimina
  77. <span>Concordo con "micapizza.."</span>

    RispondiElimina
  78. Caro Micapizza,
    tutto quello che dice è ragionevole e sarebbe anche giusto se il Papa, per istituzione divina, dopo essersi affidato a Dio, non FOSSE TENUTO ad esercitarlo, il suo potere...

    RispondiElimina
  79. ..........con Filoni povera Cina.......

    RispondiElimina
  80.    
    Ho conosciuto nella mia prima giovinezza (anni cinquanta) al collegio dei salesiani un don Filoni che era "consigliere". Nei salesiani il consigliere era quello che manteneva la disciplina e debbo ammettere che era estremamente efficiente: menava a destra e a manca come un ossesso. Si aveva una gran paura di quell'uomo prepotente e manesco. Oltretutto dal momento che era bello, molto alto, atletico, mi son sempre chiesto perchè si fosse fatto prete. Come educatore era nullo: usava solo il bastone e mai la carota. Probabilmente sfogava un certo suo sadismo e forse nel suo piccolo, esser temuto, per lui era già gratificante.
    Dico questo perchè me lo rivedo in questa foto del Monsignor Filoni suo omonimo. Una assomiglianza impressionante. Stesso sguardo prepotente. Che sia parente ? bisogna che chieda al collegio dei salesiani.
    Se la somiglianza è anche nel carattere posso comprendere le preoccupazioni che si sono esternate in questo forum. Certo poi non aiuta la foto: sembra un travestimento da carnevale di viareggio, oppure, meglio, sembra una di quelle caricature clericali che si vedono al gay-pride per irridere la Chiesa.
    Che Iddio ci assista !

    RispondiElimina
  81. micapizza&fichi11 maggio 2011 17:22

    La Cina (per i cattolici) è già "povera" adesso. Sembrerebbe che ora invece sia una specie di parco dei divertimenti, che si appresta a diventare la casa degli Addams a causa di Mons. Filoni...

    I Neocat sono degli "entusiasti", molto "pompati", capaci di decisioni e scelte di vita ammirevoli, che quando li senti, presi uno per uno, la prima volta ti pare di essere quasi ateo e quando li vedi tutti insieme ti rendi conto che c'è qualcosa che non quadra...

    La Chiesa (il Papa) li vede e li sente: non può non apprezzarli, per la gioia trascinante in un panorama di mortaccioni lamentosi ed induriti (la "cioia" per Benedetto XVI è consustanziale alla retta fede); non può non redarguirli sapendo che sempre di una "riserva indiana" si tratta, per cui la pretesa di "insediarsi" armi e bagagli nel tessuto "normale" è sempre problematico.

    La Chiesa (il Papa) sa bene che anche il "tessuto normale" è oggi problematico. Specie le parrocchie, invecchiate e schicciate di troppe cose da fare, ulteriormente impacciate da direttive diocesane date da vescovi più propensi a suggerire il fare che la contemplazione e l'adorazione.

    Diciamo che ci sarebbe bisogno di tutti, cercando di convertirci tutti, tenendo presenti i limiti propri di ciascuno ed il particolare momento culturale, fatto di moltissima libera uscita e pochissima vita di caserma, essendo venuti meno (nella prassi e nel valore attribuito) l'obbedienza e il comando.

    Chi "comanda", sapendo che lo hanno dipinto come un cerbero, un mastino, un pastore tedesco, un panzer kardinal e via sparando scemenze, con il contributo di parroci e catechisti (ripeto: sapendolo e non essendolo, preferendo la pazienza, la chiarezza e la logica), chi comanda dunque poteva essere così sciocco da farsi fare il verso da quella pletora di massoni incaricati di sbertucciarlo ad ogni diktat o minaccia di retate? Mica scemo! Esercita il comando con l'esempio (è chiaro come predilige le liturgie) e senza imporre nulla che vada al di là del buon senso di fare come lui, senza bisogno che urli che bisogna farlo. Dopo di che muove le pedine che può muovere, mentre il mondo (mica i soprammobili di casa nostra) muove a sua volta le pedine che è in grado di controllare (è evidente che ne controlli qualcuna anche dentro i sacri palazzi).
    Da abile nocchiero Benedetto sta cercando di mettere al sicuro la barca, senza buttare nessuno dalla nave e senza virate pericolose, che potrebbero far cascare qualcuno dal ponte...
    Dovremmo essergliene grati, perchè è vero che noi saremmo anche pronti per l'arrembaggio, ma siamo quattro gatti: il miliardo e passa di nostri fratelli e sorelle, finirebbe sugli scogli.   
       

    RispondiElimina
  82. Roberto Martelli11 maggio 2011 18:04

    A dare il galero ed un posto in conclave ad uno dei tuoi.

    RispondiElimina
  83. Roberto Martelli11 maggio 2011 18:07

    Buona la seconda!

    RispondiElimina
  84. Roberto Martelli11 maggio 2011 18:18

    Lasciamo perdere .......

    RispondiElimina
  85. Roberto Martelli11 maggio 2011 18:37

    Mi perdoni se glielo dico: ma a me sembra che lei sia sotto gli effetti di qualche allucinogeno; la realtà è esattamente l'opposto di quella che lei descrive; la barca sta caracollando malamente verso il suo naufragio ecumenista ed il nocchiero, tracciata la rotta, si sta adoperando con tutte le forze per bloccarne il timone. Gli squali pregustano il lauto banchetto.

    RispondiElimina
  86. OK, Micapizza, ma in tutto quel profluvio di cose che hai detto, il Signore, dov'è?

    RispondiElimina
  87. Mica solo la Cina, il cnc ha praticamente in "appalto" il sud america da almeno una 10ina di anni, molti prelati sono convinti che sia un valido antidoto alla teologia della liberazione (contro la quale effettivamente si impegnano) e da ultimo mi dicono che anche negli USA stiano prendendo piede forte, in una chiesa segnata dallo scandalo pedofilia, i neocat si sono stretti attorno ai vari vescovi e parroci.........in fondo lasciati soli quei religiosi non avevano alternative.....

    RispondiElimina
  88. <span>Buonissima la seconda...</span>

    RispondiElimina
  89. Cara Mic, il giochetto è stantio...
    Il Signore lo adoro e lo prego, per quanto mi è possibile. Non devo nominarlo mentre parlo d'altro o faccio il pieno di benzina.
    Giochetto davvero non degno della stima che ho normalmente per i yuoi interventi.
    Quanto a Roberto Martelli, si consoli: mai fumata nemmeno una comune sigaretta.  

    RispondiElimina
  90. tra gli squali pinneggiate pure voi due?

    RispondiElimina
  91. micapizza&fichi11 maggio 2011 22:04

    Come facilmente desumibile, nei due interventi qui vicini Ospite=micapizza&fichi". Non mi ero accorto che questo PC non mi dava in automatico il riconoscimento. Pardon.

    RispondiElimina
  92. Enzo G. Castellari11 maggio 2011 22:30

    Speriamo allora che i neocatecumenali vadano in Cina ad evangelizzarla: confidiamo nelle autorità cinesi affinchè si adoperino con ogni mezzo, nella tutela del maoismo, a fare così anche il bene della chiesa universale.

    RispondiElimina
  93. <p>Nessun giochetto di nessun tipo, ma tra arrembaggio e nocchieri e parrocchie stantie e varie mosse da scacchiera, in realtà mi ero un po' persa e su qualche parametro non mi tornano i conti. Tutto qui.
    </p>

    RispondiElimina
  94. siete tutti dei gran maligni.... ovvio che il povero B16 è stato costretto dalle oscure manovre di palazzo dei cardinali feroci che lo circondano , a nominare Filoni! Lui non avrebbe voluto, infatti citando la predica fatta a ... poi quella di ....fatta il .... eccetera eccetera, il papa, in realtà voleva tuttaltro e lo dimostra con la frasetta detta il giorno 05 del mese (boh!) in quei due minuti in cui parlava dei vescovi...
    Caterina ha capito tutto e mi darà ragione... ;) :-D . Il povero papa è strumentalizzato !

    RispondiElimina
  95. caro enzo, certi commenti non sono un servizio alla chiesa universale.

    RispondiElimina
  96. Ma no da Arlecchino, sono i colori della pace, mutuati, per chi non lo sa, dall'eredità ecologista del III Reich. :-D

    RispondiElimina
  97. ;) lo dicevo sempre che c'è chi vola tra le nubi e poi quando atterra, sempre atterra sulla pista B16; quella è e su quella insistono anche se finisce di colpo nel vuoto liturgico, e dottrinale..  

    RispondiElimina
  98. taratantatatà ...risponderanno tutti in coro "al papa al papa andiam...al papa che è bontà.." Purtroppo  cara Annarita chi non vuol vedere non vedrà mai, specialmente se il fariseismo è compenetrato nella mente. Il Sinedrio aveva pronunciato la condanna cominciando a credere al Messia, ma che comunque disturbava gli equilibri di potere consolidato. Per questo furono colpevoli secondo i Vangeli, ma non secondo il teo-filosofo del 2000 p.C. che ha compreso meglio degli evangelisisti ;)  

    RispondiElimina
  99. Ahhh,be, caro Micapizzae fichi, se l'è inscì sem ben a post! mi hai proprio rincuorato :"E' che Benedetto XVI ha chiaro il proprio ruolo: tentare di unire prima di scacciare; non separare grano buono e zizzania; affidarsi a Dio prima che al proprio potere; convertire il peccatore con la misericordia. E -con pazienza- preso atto che chi gli è contro perseverà, metterlo dove fa meno danni!  " bene intanto andiamo a berci una birra e prendere un panino con busecche mentre il papa decisionista agisce... :(  

    RispondiElimina
  100. Chi salverà la Cina dall'eresia neocat inglobata nella "chiesa universale" sarà forse proprio il governo cinese, già abbastanza refrattario al papa ed all'obbedienza al papa dei vescovi "non ufficiali". I quali poverini, proseguono un'obbedienza reale ad una solidarietà molto, ma molto virtuale. Ma! C'è da chiedersi in quale padella sia meglio farsi cuocere: fritti o cotti a vapore? 

    RispondiElimina
  101. Grazie a Franco! Le esperienze personali sono sempre molto significative e quest mi sembra molto, molto interessante.

    RispondiElimina
  102. esatto ! il bene della Gran Chiesa Universale benedetta dall'ONU e dai vari principi di questo mondo..

    RispondiElimina
  103. Enzo G. Castellari12 maggio 2011 00:56

    Insomma, onu o no, l'importante è che usino il Kalashnikov

    RispondiElimina
  104. che commento cristiano.

    RispondiElimina
  105. Il ragionamento di micapizzaecc , sul piano umano avrebbe senso solo se l'attuale Pontefice potesse giocare direttamente una tale partita a scacchi posizionando i pezzi con calma e meticolosità , ovvero avendo a disposizione massime forze ed energie fisiche personali da qui ad almeno 15 anni. Purtroppo non credo che ciò sarà possibile.
    Ed in Curia tante disobbedienze secondo me nascono dal fatto che sanno bene che ormai si " deve" ragionare in funzione del prossimo Pontefice.

    RispondiElimina
  106. <span>È stato scritto prima di me: </span><span><span>Ma tanto a cosa servono le missioni e la Propaganda Fide se tutte le religioni sono sullo stesso piano e non c'è più nessuna necessità di convertire gli "altri"? (Ospite delle 18.53)</span></span>

    <p><span>INFATTI! </span>
    </p><p><span>Da anni mi chiedo e vi chiedo: A cosa servono le missioni cattoliche se difficilissimamente 'evangelizzano' (anzi sembra proprio che lo debbano ‘statutariamente’ escludere); magari promuovono lo sviluppo umano, sociale, economico, politico... tutte cose ottime, ma non questo ha chiesto il Signore che mandò i suoi dicendo loro: </span><span>“Andate in tutto il mondo e predicate il vangelo ad ogni creatura. Chi crederà e sarà battezzato sarà salvo, ma chi non crederà sarà condannato”</span><span>(</span><span>Mc. 16, 15-16)???</span>
    </p><p><span></span>
    </p><p><span></span>Da molto tempo mi chiedo se faccia bene a destinare i miei risparmi alle missioni… [se faccia bene, soprattutto, ad insegnare ad altri a fare così (cfr. Mt. 5,9)] Forse farei bene a mandarne una parte a qualche organizzazione umanitaria (non necessariamente ‘cattolica’), una parte piccola essendo loro aperte molte altre vie di finanziamento, dirottando il tutto resto a monasteri di clausura, dove pregano e vivono di elemosina fatta nel nome del Signore…
    </p><p><span>Il Signore mi illumini. A. B.</span></p>

    RispondiElimina
  107. Che sia davvero ortodossa (in senso etimologico) la Chiesa ortodossa?

    RispondiElimina
  108. ci sto seriamente pensando anch'io

    RispondiElimina
  109. Enzo G. Castellari13 maggio 2011 15:06

    E chissenefrega!

    RispondiElimina
  110. e allora perche' scrive su di un blog cristiano?

    RispondiElimina
  111. Sul tema dell' evangelizzazione che, stando ai commenti, non riesce più ad ottenere conversioni.....forse perché qualcuno in alto sta remando contro.

    Da tempo, ho acquistato la Sacra Bibbia in lingua araba.

    Questo é il mio ragionamento:

    da una parte, avendo studiato un pò di arabo, mi faceva piacere averne una copia; dall'altra, sospettando che fra un pò queste bibbie in lingua araba saranno "forse" bandite (per il solito "rispetto" umano verso i musulmani) tali copie saranno introvabili.

    Se avete la possibilità di visitare un paese arabo (con presenza di comunità cristiane) cercate di acquistare almeno un Vangelo o Bibbia in arabo....insomma, se doveste trovarne una prendetela.

    Un domani, in modo silente, facendo fotocopie di una redazione evangelica o di alcuni passi importanti si può fare evangelizzazione.

    La quasi totalità dei musulmani non ha mai letto un Vangelo, non ha mai avuto modo di confrontare.

    Forse mi prenderete per pazzo, ma certi scenari vanno affrontati sin da ora.

    RispondiElimina
  112. <span><span>tornando al tema dell' evangelizzazione, che, stando ai commenti, non riesce più ad ottenere conversioni.....c'é da sospettare (forse) qualcuno "in alto" stia remando contro.  
     
    Da tempo, ho acquistato la Sacra Bibbia in lingua araba.  
     
    Questo é il mio ragionamento:  
     
    da una parte, avendo studiato un pò di arabo, mi faceva piacere averne una copia; dall'altra, sospettando che fra un pò queste bibbie in lingua araba saranno "forse" bandite (per il solito "rispetto" umano verso i musulmani) tali copie saranno introvabili.  
     
    Se avete la possibilità di visitare un paese arabo (con presenza di comunità cristiane) cercate di acquistare (con prudenza) almeno un Vangelo o Bibbia in arabo (andando nei quartieri/comunità cristiane)....insomma, se doveste trovarne una copia prendetela e conservatela. 
     
    Un domani, in modo silente, facendo fotocopie di una redazione evangelica o di alcuni passi importanti si può fare evangelizzazione.  
     
    La quasi totalità dei musulmani non ha mai letto un Vangelo, non ha mai avuto modo di confrontare.  
     
    Forse mi prenderete per pazzo, ma certi scenari vanno affrontati sin da ora.</span>Se un santo parroco dovesse essere avvicinato di nascosto da un musulmano (che ha paura dei suoi correligionari) quale regalo più grande può fare ognuno di noi, nel produrre una fotocopia di parte del Vangelo etc.etc.?Altro consiglio: se doveste avere una copia in arabo (che quasi sicuramente non sapete leggerlo) a matita segnate le parti iniziali per sapere il nome del libro (ad es. S.Vangelo San Matteo o libro di Isaia.....).
    Come fare?
    Se, cosa non facile ma non impossibile, vo dovesse capitare di incontrare o conoscere un libanese (siriano,giordano,egiziano) cristiano...bene approfittate al volo. </span>

    RispondiElimina
  113. Velester ha lanciato un'idea eccezionale che cercherò di seguire! :) :)

    RispondiElimina
  114. Ragazzi non illudetevi, qui le cose non cambiano. Purtroppo è cambiato i Santo Padre ( che Stimo) ma non è cambiata la Chiesa, ok ci ha concesso il motu proprio( ci ha concesso un indulto), però per il resto ha fatto nomine totalmente uguali a Giovanni Paolo II, anzi dal punto di vista delle politiche a tutela della vita umana siamo andati indietro ( basti pensare che in italia abbiamo approvato il Testamento Biologico con il bene placido della Santa Sede!!!)..quindi o viene nominato papa uno come Burke o Ranjith o sennò saremo sempre alle solite!! però dato che siamo cattolici dovremmo sempre e anzi con maggior vigore ORARE PRO PONTEFICE NOSTRO

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.