sabato 30 aprile 2011

30 aprile: memoria di San Pio V (secondo il N.O.)



San Pio V o.p., Papa
(17.01.1504 - 01.05.1572)



Secondo il nuovo calendario liturgico, la memoria di questo grande Papa è stata anticipata al 30 aprile, vigilia della sua morte.
Per riconoscente privilegio per il Pontefice che fu solerte sostenitore e proficuo difensore della Chiesa di Cristo e della Cristianità in Europa (adempiendo concretamente i carismi dell'Ordine di cui era membro, i Frati Predicatori -Domenicani-), gli riserviamo un ricordo anche in questa giornata, per anticipare la ricorrenza del 5 maggio.

4 commenti:

  1. Chissà se, per l'occasione, sarà riaperta per lo meno solo agli occhi, se non alle visite, dei fedeli la splendida cappella dove c'è il sarcofago di San Pio V, il cui cancello risulta sbarrato da più di un anno e ogni sguardo sull'interno impedito da una spessa cortina? Forse ci sono lavori in corso? Ma non ne appare traccia e pare che siano interminabili!
    Sarebbe interessante se qualcuno potesse dirci di più.

    RispondiElimina
  2. <span>Chissà se, per l'occasione, in Santa Maria Maggiore, sarà riaperta per lo meno solo agli occhi - se non alle visite - dei fedeli, la splendida cappella dove c'è il sarcofago di San Pio V, il cui cancello risulta sbarrato da più di un anno e ogni sguardo sull'interno impedito da una spessa cortina? Forse ci sono lavori in corso? Ma non ne appare traccia e pare che siano interminabili!  
    Sarebbe interessante se qualcuno potesse dirci di più.</span>

    RispondiElimina
  3. Uno che tenta di essere cristiano30 aprile 2011 16:50

    San Pio V, prega per noi!

    RispondiElimina
  4. Piccolo Dubbio30 aprile 2011 21:33

    Noi tradizionalistI,  San Pio V (Antonio MICHELE Ghislieri) Papa, lo
    continuiamo a festeggiare il 5 maggio. Festa che, ne sono più che certo,
    quando la crisi della Chiesa sarà risolta, da semplice memoria, quale è
    oggi, sarà elevata al rango di DOPPIO MAGGIORE DI PRIMA CLASSE, CON OTTAVA
    PRIVILIEGIATA. Noi oggi festeggiamo la Compatrona d'Italia, Santa Caterina
    da Siena. La cui  festa, quella appunto di Santa Caterina, oggi, ai sensi e
    per gli effetti del rescritto del Venerabile Pio XII del 1939, è, per
    l'Italia Doppio di Prima Classe, con recita del Credo

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.