lunedì 17 gennaio 2011

Lo Spillo.

Il Ministro Regionale dell'Istruzione della Renania-Palatinato (piccolo Land nell'Ovest della Germania) ha diffuso i seguenti consigli agli insegnanti:
1) niente gite scolastiche nel periodo del ramadam, per non affaticare gli affamati studenti musulmani;
2) quando possibile tenere lezioni di nuoto e altri sport in modo da separare i sessi: da un lato o in un giorno i maschi, dall'altro o in un altro giorno, le femminucce, in modo da non costringere alla promiscuità sessuale gli studenti musulmani;
3) (a Magonza, capoluogo del Länder) adottare costumi-tuta (burkini) per le caste studentesse musulmane, qualora la lezione non sia a "sessi separati".
4) esonerare le ragazze musulmane dalle lezioni di sport, se queste non sono separate per sesso, perchè non siano concupite dai maniaci studenti non musulmani;
5) idem per l'educazione sessuale, per non scandalizzare gli impressionabili studenti musulmani;
6) incaricare insegnanti dello stesso sesso degli studenti loro affidati, per non sconvolgere i poveri studenti musulmani;
7) evitare compiti in classe nel periodo del ramadam, per non affaticare i debilitati (dal digiuno) stuendi musulmani.
. .
A chi insorge di regresso, di mancata integrazione, di ritorno alla disparità dei sessi in un paese ad avere attualmente la prima Donna Cancelliere, (tra cui Thilo Sarrazin, ex Banchiere della Bundesbank che ha accusato gli immigrati di non volersi integrare, Heinz-Peter Meidinger, presidente dell'Associazione tedesca dei filologi, Malte Blümke dell'amministrazione della Renania-Palatinato che ha parlato di progetto di anti-emancipazione) il portavoce del Ministero regionale risponde candido che alle proposte hanno preso parte anche i rappresentanti della Chiesa Cattolica e della confessione luterana (che, c'è da scommetterci, non avranno minimante osato proferire favella a fronte di tale evidente "razzismo" al contrario, plaudendo ecumenicamente alle iniziative). E ha aggiunto che dopo tutto le gite non le organizzano neanche nel periodo di Natale.
.
Bella ipocrisia, verrebbe da dire.
Ovvio che non le organizzano per Natale: come farebbero, se no, gli insegnanti a gozzovigliare al cenone, a prendere parte al rutilante, scintillante e molto spirituale turbine consumistico che caratterizza il tanto cristiano periodo di ferie di Natale?
Ce li vedete gli insegnanti che rinunciano al riposo natalizio (sono tutti in favore delle-altre-religioni-diverse-da-quella-cristiana ma mai nessuno che, per coerenza, proponga l'eliminazione delle festività -con annessi giorni di riposo- cristiane, eh) per portare 20, 30 o 40 discoli e scatenati studenti nelle tanto estenuanti (per gli insegnani, soprattutto) gite scolastiche?
.
ps. Sbaglio o dopo tante e vibranti polemiche, l'abolizione in Europa della separazione "sessuale" nelle chiese, nelle scuole cattoliche, nelle aule di catechismo, etc., era stata salutata come un passo avanti della società moderna, che abbandonava le divisioni sessiste propugnate (si diceva errando) dalla sessuofobica Chiesa Cattolica? Ma forse mi son perso qualcosa. ...? Ah, be' no, che sbadato: basta essere musulmani per ottenere qualsiasi cosa. Anche senza chiederla.
.
Ps2. ho scritto troppe volte il prefisso "sess-": vado a indossar il cilicio a praticar qualche altra mortificazione e a preparami per la confessione: avrò peccato de sexto? (ma poi, il fatto che l'abbiamo messo proprio al sesto posto, è stato causale o ironicamente beffardo?)
.
fonte: la Stampa, del 16 gennaio 2011, pag. 17
vignetta: fuoriditesta.it

29 commenti:

  1. "5) idem per l'educazione sessuale, per non scandalizzare gli impressionabili studenti musulmani;". Per i nostri, invece, no problem, vero? Ricordo male o c'è "Qualcuno" che ha avuto a che ridire anche con riferimento agli imperturbabili ragazzi occidentali? Ricordo male? O per noi è diverso?

    RispondiElimina
  2. E' uno scherzo vero?

    RispondiElimina
  3. andiamo bene...17 gennaio 2011 16:03

    Purtroppo non è uno scherzo, e non ci si può aspettare altro di questi tempi. Per inciso avrei evitato la vignetta volgare, detto sine ira ac studio da uno che non è un'educanda delle Orsoline di fine '800.

    RispondiElimina
  4. Beh! Vedete, il Buon Dio sa trarre il bene anche dal male....ci volevano i mussulmani per riportare un po' di castità in giro. Speriamo così che tolgano anche le macchinette distributrici di condom. Tutto questo amore per i poveri mussulmani proprio mentre si fanno chiudere le scuole cattoliche. Il nazismo è innato in certi popoli, ma oggi (io direi anche ieri) i perseguitati sono i cattolici. Chissà se presto avremo pure noi una giornata (anzi diverse settimane) della memoria? Lo dubito, ma la speranza è l'ultima a morire!

    RispondiElimina
  5. Mi unisco: chissà che simili iniziative di "accoglienza" alla lunga inducano le donne cristiane ad adeguarsi alle loro "sorelle" maomettane: il livello che hanno raggunto le donne occidentali con le loro "conquiste" è diventato perlopiù quello del marciapiede.

    RispondiElimina
  6. Finalmente anche noi poveri genitori cattolici che per anni abbiamo subito da parte della scuola le lezioni di diseducazione sessuale e tutte le porcherie utili solo a depravare i figli altrui(esempio film o libri fatti leggere a scuola) possiamo insorgere a braccetto dei poveri studenti mussulmani. Magari possiamo pretendere il pesce nelle mense del venerdì e di essere esonerati dalla scuola per tutto l'avvento e per la settimana Santa. Vedete prima o poi i mezzi che i nemici della Chiesa usano per bloccare ogni operato dei cattolici, o ogni dissenso a tante corbellerie scolastiche, prima o poi si rivoltano contro e anche noi possiamo cominciare a pretendere usando i loro stessi mezzi, i mezzi laicisti con i loro mantra sull'intolleranza, sul razzismo, sui diritti di qui e i diritti di la. I laicisti sono terrorizzati dei loro stessi mantra, usiamoli dunque come una clava per riportare il buon senso nelle scuole e dire basta alle falsità che inculcano ai nostri figli, partendo dalla storia storpiata, all'educazione sessuale che serve solo a far vendere condom e pillole e inculcare nei giovani l'idea che il più grande male esistente sulla terra non sia perdere la Grazia, ma avere un bambino.

    RispondiElimina
  7. Che succede CANCELLIERE? "E' la sagra di Giarabub"!! (capitano non voglio pane voglio piombo pel mio moschetto... ;) )
    COMQUE non si dice "de sexto", ma più correttamente "contra sextum".

    RispondiElimina
  8. Ragazzi/e,
    aTTENZIONE!!
    Il più che giusto e doveroso anti-islamismo non deve avere come conseguenza che  dobbiamo ammalarci della "SINDROME DI ORIANA FALLACI". Vi rendete conto che, a parte il primo punto di quel programma, gli altri sono perfettamente espressione di ciò che una volta si sarebbe chiamato "DIRITTO NATURALE"?
    E non per fare (per l'ennesima volta) la figura del "Bacchettone", ma vi rendete conto che di raffigurazioni volgari il mondo, ed in particolare Internet, traboccano, e, quindi, dovrebbe essere un punto d'onore e di giusto e santo orgoglio, tenerne esenti almeno i siti cattolici? 

    RispondiElimina
  9. Sembrerebbe che la scuola sia fatta solo di lezioni di ginnastica, sport ed educazione sessuale! E che queste siano le materie più importanti...
    Comunque, se non fosse che la scelta é dettata da paura nei confronti dell'islam, certe "raccomandazioni" non sarebbero poi così fuori luogo!

    RispondiElimina
  10. Ospite ingrato17 gennaio 2011 18:16

    Ridicolo, penoso, controproducente. Semplicemente.

    RispondiElimina
  11. ma per favore !17 gennaio 2011 18:30

    "... a parte il prim a parte il primo punto di quel programma, gli altri sono perfettamente espressione di ciò che una volta si sarebbe chiamato "DIRITTO NATURALE"?  
      
    a sì ? e da quando e dove è scritto che l'insegnante deve essere dello stesso sesso (che presuppone classi unisex), ecc... ? Scusi la mia ignoranza, non è polemica, ma proprio semplice "non conoscenza" di quanto lei dice.
    e in quanto alla raffigurazione volgare ... beh, io la trovo divertente e affatto volgare. Forse dovrò andare quanto prima a confessarmi ...  

    RispondiElimina
  12. Claudio Sinclair17 gennaio 2011 18:44

    I perseguitati sono i cattolici?
    Ma che film hai visto?

    RispondiElimina
  13. Claudio Sinclair17 gennaio 2011 18:47

    Giusto! Meglio che l'educazione sessuale i ragazzi la apprendano dai film porno, riviste hard, amichetti/amichette  desiderose di esperienze varie anzichè in modo sano e scientifico a scuola!
    Questo è anche il pensiero di quel Grande Uomo e Sacerdote che è Don Andrea Gallo

    RispondiElimina
  14. andiamo bene...17 gennaio 2011 18:49

    Ha visto un documentario di quello che succede tutti i giorni e che persino i sordomuti hanno visto e capito se solo hanno acceso la TV, non parliamo di internet . Te invece che hai fumato? 

    RispondiElimina
  15. E' uno scherzo: pur di andare contro ai musulmani --sport facilissimo, oggigiorno--, si va contro la propria religione (inclusa vignetta). Chiunque abbia scritto (o postato) questo articolo non ha capito nulla, oppure vuole fare carriera.  

    RispondiElimina
  16. Claudio Sinclair sarebbe invece opportuno che invece di film pornografici o di consigli di amichetti depravati fossero mamma e papà a spiegare a tempo debito, conoscendo meglio l'indole e i tempi di ogni figlio, a  spiegare la sessualità e anche l'importanza di essere cast, finchè non si ha la maturità per metter su famiglia e per accettare l'arrivo evventuale di un figlio. Perchè a forza di preservativi, pillole, anelli vari, sesso sicuro di qui e sesso sicuro di la, aborto libero, si crea nella mente dei giovani il pensiero nefasto che avere un figlio sia una disgrazia. L'educazione dei figli, specialmente nei temi più delicati e importanti è la famiglia che ha il dovere e diritto di educare. Non siamo in Russia dove i propri figli vengono regalati allo Stato e fatti crescere dalle istituzioni...o si? Io sarò un po' all'antica, ma i miei figli preferisco educarli io e dalla scuola pretendo l'istruzione, ma spesso si scambiano i ruoli: i genitori devono fare scuola a casa, perchè spesso l'istruzione lascia a desiderare e spesso si deve ricorrere ad insegnanti di sostegno, mentre la scuola si arroga i compiti che sono propri dei genitori e delega ai genitori i compiti di propria competenza. Così alla fine ognuno assume il ruolo dell' altro e il disastro è assicurato. Infatti abbiamo ragazzi di un'ignoranza fenomenale, che però sanno tutto su come evitare un figlio e avere rapporti promiscui senza il rischio di prendersi l'AIDS (forse!).

    RispondiElimina
  17. la sessualità attraverso film hard e riviste porno mostrati da amichetti, nel mio caso, arrivò purtroppo ben prima della sana e scientifica educazione sessuale scolastica.

    E, sempre nel mio caso, la scientifica educazione sessuale servì a ben poco!

    Forse una sana educazione alla castità e all'amore (sopratutto con l'esempio di sposi cristiani autentici, forse una cosa "arretrata" dal punto di vista di certi sacerdoti "moderni", ma senz'altro più efficace di certa retorica prolassa che si sente da certi pulpiti "moderni") sarebbe servita molto di più.

    Naturalmente parlo della MIA esperienza, che non vuole essere L'ESPERIENZA.
    Però penso che molti ci siano passati come me..e temo che altrettanti ci passeranno, se le cose non cambiano.

    Come ho detto prima, òremus :)

    un caro saluto

    RispondiElimina
  18. Filippo Burighel17 gennaio 2011 22:20

    Avere figli è davvero un disgrazia: PER I FIGLI, visti certi genitori che ti possono capitare nascendo oggi!  *DONT_KNOW*

    RispondiElimina
  19. Come mai su questo sito si è liturgicamente molto sensibili ed esigenti e poi però non si usa la stessa sensibilità per quanto riguarda ad esempio la pudicizia? Trovo la vignetta di questo thread indecente.

    RispondiElimina
  20. Come mai su questo sito si è liturgicamente molto sensibili ed esigenti e poi però non si usa la stessa sensibilità per quanto riguarda ad esempio la pudicizia? Trovo la vignetta di questo thread indecente.

    RispondiElimina
  21. Vedo con piacere che alla fine,ma proprio alla fine!certi "ospiti" sanno trovare argomentazioni a tema...forse è meglio così...và là!
    A buon intenditor poche parole...

    RispondiElimina
  22. Ora ci manca soltanto qualcuno che ci ammannisca un po' di filoislamismo antigiudaico e l'idiozia è servita. Putroppo ci sono molti cattolici che vedono nell'islam un modello da seguire. Chissà la teocrazia islamica come li tratterebbe questi talebanucci di casa nostra?

    RispondiElimina
  23. Nel caso di specie, porche parole.

    RispondiElimina
  24. Leggetevi :San Leonardo da Porto Maurizio "L'educazione dei figli" (Edizioni CEDICA -Napoli- 1984);
    Pio XI:"Divini Illius Magistri". Nonchè tutta l'agile collana dei libretti del salesiano Padre Giuseppe Tomaselli, scritti tra gli anni '30 e gli anni '80 (quando ha lasciato questo mondo). Se non li trovate, basta che meditiate un po' sul quinto mistero gaudioso del Rosario, il ritrovamento di Gesù nel Tempio e su come si sono svolti i gli eventi che portarono la Madonna a perderlo di vista.

    RispondiElimina
  25. Dato che, secondo un punto bistrattato del Catechismo, do sempre per scontata la buona fede altrui, fino a prova contraria, mi dissocio dalla lettera spirito del commento di "Marco", pur condividendone in pieno lo spirito. E' facile fare polemiche anti-islamiche, difendendo la minigonna; è facile fare polemiche anit TdG, difendendo l'evoluzionismo. E' difficile fare apologetica corretta, tenendo presente che, come al solito, il diavolo fa dire le parole GIUSTE dalle bocche sbagliate. La difesa (quanto meno pubblica ed apaprente), della pudicizia, da parte islamica porta ai due eccessi: o fare gli apolegeti della minigonna (Oriana buonanima e tanti suoi emuli sia "atei devoti" che, ohimè, cattolici) o fare i filo-islamici. 

    RispondiElimina
  26. Sottosegretariante18 gennaio 2011 09:33

    <span></span><span>Ma che film hai visto?</span>

    Ma che domanda cretina hai fatto?

    RispondiElimina
  27. Io ho finito le superiori nel 2007 e non ho mai avuto problemi a studiare o fare verifiche nei giorni di digiuno, ero meno concentrato del solito :-E ma non incapace di formulare frasi di senso compiuto!

    RispondiElimina
  28. ITER PARA TUTUM18 gennaio 2011 21:58

    E poi saremmo noi quelli antiquati, sessuofobi ecc. ecc.

    Le ragazze musulmane saranno veramente "liberate" non certo segregandole, ma semmai consentendo loro di comprarsi un bel bikini succinto e fare il bagno con tutti gli altri!!!

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.