mercoledì 12 gennaio 2011

Coordinamento «pro Summorum Pontificum» Ferrara


Il Coordinamento "pro Summorum Pontificum" Ferrara
organizza una serie di incontri di catechesi liturgica
sulla Santa Messa Gregoriana,
finalizzata a incrementare la consapevolezza dei partecipanti
al Santo Sacrificio e a migliorarne l'actuosa participatio
(avendo come modello Maria Santissima, San Giovanni e le Pie Donne ai piedi della Croce), secondo l'insegnamento costante dei Pontefici a partire da San Pio X
e senza interruzione fino a Benedetto XVI felicemente regnante.
*
Il primo incontro si svolgerà

DOMENICA 16 gennaio 2011
alle ore 16:00

nell’ambiente antistante la cappella invernale della CHIESA DEI TEATINI
S. MARIA DELLA PIETA' - San Gaetano.
Si accede da via Cairoli oppure anche, attraverso la chiesa, da C.so Giovecca.

*
Parlerà il dott. Luigi Casalini, di Alleanza Cattolica, prendendo spunto dalle parole di Papa Benedetto XVI: «La vera liturgia si riconosce dal fatto che è cosmica, non su misura di un gruppo. Essa canta con gli angeli. Essa tace con la profondità dell’universo in attesa. E così essa redime la terra. […] La liturgia […] presuppone il cielo aperto; solo se questo è vero, c’è allora liturgia».

*
A seguire, come di consueto
alle ore 17:00
la celebrazione della
S. MESSA IN RITO ANTICO ROMANO

20 commenti:

  1. Fa piacere apprendere che gli aggregati di Alleanza Cattolica, credo la più importante e longeva realtà di tendenza cattolica tradizionalista in Italia, svolgano il loro apostolato anche a supporto del nuovo movimento liturgico, con un legame forte alla forma straordinaria del Rito romano. Bravi !

    RispondiElimina
  2. Guido - Torino12 gennaio 2011 14:48

    Scusate l' OT, ma proprio mi scappa.

    L'edicola del giornalaio, non potervano farla un po' più in la?
    La facciata della chiesa non mi sembra malaccio, ma così è deturpata.
    Che ci sta a fare la Sovrintendenza o chi in Comune si occupa di arredo e decoro urbano? 

    RispondiElimina
  3. In realtà la foto presa col grandangolo non rende giustizia alla facciata, pur incompiuta, della Chiesa seicentesca dei Teatini. L'edicola dista almeno una trentina di metri dalla chiesa, e in mezzo, ovviamente, c'è il sagrato. L'edicola non è così "opprimente" come sembra dall'immagine.
    L'interno, è quello riportato nell'immagine allegata.

    RispondiElimina
  4. Complimenti a tutti! Sembra proprio un'inziativa bella...

    RispondiElimina
  5. Alleanza Cattolica è una delle più belle realtà del cattolicesimo italiano. Bene, soprattutto perchè è sottolineata la continuità senza interruzioni nel Magistero dei regnanti Pontefici. 

    RispondiElimina
  6. Purché non diventino chiacchiere simili a quelle che si sprecano tra gli adepti del N.O. E' inutile chiacchierare della Messa, fare il convegnuzzo e la lezioncina. Le Messa antica va CELEBRATA E FREQUENTATA, non analizzata e illustrata. Non ci si alimenta con le fotografie del pane, ma con il pane. E se volete fare qualcosa di davvero utile, insegnate alla gente a CANTARE IL GREGORIANO.

    RispondiElimina
  7. Concordo parzialmente con Ospite:nel senso che le chiacchiere in quanto tali non producono gran che!Però c'è anche da dire che,anche in passato,cioè quando  la Messa Tridentina era lungi dall'essere "messa da parte",i preti non è che avessero fatto molta pastorale liturgica,!Forse hanno pensato un po troppo <span>a cucinarsi l'uovo</span>Questo fatto,a mio modestissimo e sindacabile parere,è stata una delle cause(chiamiamola così)per le quali i fedeli non hanno capito subito ciò che di non buono c'era nella Messa Riformata.
    Credo che questa iniziativa,sperando che ne seguano altre in tutte le regioni O:-) ,possa essere un buon punto di partenza per far cadere quella forma di sufficienza che troppo spesso fa dire a tanti fedeli:"tanto alla messa in latino non si capisce quasi nulla!!!"

    RispondiElimina
  8. ma bisogna spiegare che il pane è buono e fa bene, visto che sono pochi a mangiarlo

    RispondiElimina
  9. Come si fa a celebrare e soprattutto frequentare una Messa che la maggioranza dei fedeli cattolici non sa che esiste/ha rimosso completamente/non sa che è cattolica/non sa che più edificante del NO/etc...?!
    Bisogna al contrario farne di più di questi convegni non per parlare tra noi che già sappiamo (quasi) tutto, ma per fare in modo che magari partecipi quel ragazzo che ne aveva sentito parlare/aveva letto qualcosa su internet ed è venuto a dare un'occhiata per curiosità e poi la prossima domenica si va a cercare la parrocchia dove la celebrano! ;)

    Complimenti ad Alleanza Cattolica quindi che per quel poco che la conosco, mi pare di capire che opera sempre nel solco della vera Tradizione!

    RispondiElimina
  10. Gentile Ospite, infatti i membri del Coordinamento pro Summorum Pontificum di Ferrara la messa la frequentano (e le assicuro che ci sono anche dei sacerdoti che la celebrano ....).
    Ma ammetterà che è un po' difficile amare ciò che non si conosce per niente: fare catechesi sulla Messa Antica serve eccome, viste le celebrazioni alle quali sono abituate mediamente le persone da una quarantina d'anni a questa parte. E queste catechesi servono a favorire la partecipazione di nuove persone, non di quelle che la liturgia antica la frequentano, al conoscono e la amano già. 
    Ma poi, scusi, come può aprioristicamente dire che si faranno delle "chiacchiere"? E, certo, anche il gregoriano arriverà, gradualmente, con fede e perseveranza. Ma chi è lei per sputare sentenze con tanta saccenza??? Un po' di umiltà no?
    Questa S. Messa si celebra da più di due anni, ed è venuto il momento di farla conoscere anche a chi non l'ha mai sentita ... ecco il motivo delle catechesi. Con tutto lo sforzo organizzativo che Messa e Catechesi richiedono.

    RispondiElimina
  11. Hofer si metta gli occhiali e impari a leggere. C'è scritto: purché non diventino chiacchiere. E non: sono tutte chiacchiere. Per la saccenza veda di andare a farsi un giro.

    RispondiElimina
  12. Gentile Ospite, la ringrazio della cortesia, che è l'ancella della carità. Difficile avere la seconda senza la prima. Per il giro, ha qualche caritatevole consiglio? Per il resto, mi chiedo cosa le faccia presumere di poter dare lezioni al prossimo con quel tono ... mah!

    RispondiElimina
  13. Non c'è di che, era solo per ricambiare la sua gentilezza. Per il giro le consiglio vivamente un lavacro lustrale nelle fogne di Calcutta: come primo stadio di purificazione dovrebbe bastarle.

    RispondiElimina
  14. Chi insulta deve aspettarsi di essere insultato.

    RispondiElimina
  15. Cioè secondo lei sarei io che ho insultato lei??? Ah questa è bella davvero!

    RispondiElimina
  16. Nihil volitum quin praecognitum...

    RispondiElimina
  17. <span> Non si può sparare un "ma chi è lei per sputare sentenze con tanta saccenza???" e poi fare i permalosetti per un "</span><span>si metta gli occhiali e impari a leggere</span><span>".
    </span>

    RispondiElimina
  18. Verissimo. Si tratta solo di capire il significato di praecognitum. Quelli del N.O. sono convinti che significhi ciacolare, analizzare, fare incontri, simposi, tavole rotonde, spiegare i contenuti. Il contenutismo! L'arma d'assalto dei liturgisti anti V.O. "Traduciamo, perché il latino non lo capisce nessuno!", "Rallegrati, Maria!", "...ma le tenebre non l'hanno vinta". E vai con la chiacchiera!

    RispondiElimina
  19. Per il giro il consiglio glielo avevo dato, ma i soliti censori a senso unico hanno preferito appropriarselo. E tutto sommato va bene anche così.

    RispondiElimina
  20. La ringrazio.

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.