sabato 23 ottobre 2010

Nuova Messa ad Arona. Da quest'oggi


Dal giorno 23 ottobre alle 18.30 ha inizio la celebrazione della Messa tradizionale ad Arona (provincia di Novara, lago Maggiore) presso la chiesa della Beata Vergine di Loreto, nota anche come chiesa di Santa Marta, in piazza del Popolo (sul lungolago). Celebra don Marco Pizzocchi.

Da questa data la Messa tradizionale si terrà tutti i sabati e le vigilie delle festività di precetto sempre alle 18.30. Per informazioni: gruppostabile09@libero.it

9 commenti:

  1. Auguri a don Marco per questa nuova celebrazione! Oggi ero già occupato altrimenti venivo!

    RispondiElimina
  2. peccato che per far salvo il 'precetto' non si abbiano alternative!

    comunque è già tanto... Deo gratias!

    RispondiElimina
  3. Auguri agli amici di Arona, che so essersi cimentati tra non pochi ostacoli curiali (ma nient'affatto aulici, illustri e cardinali) per arrivare a questo risultato.

    RispondiElimina
  4. Extra Ecclesiam nulla Salus23 ottobre 2010 15:59

    Ma ad Assisi ci sarà questo miracolo?

    RispondiElimina
  5. Nobis quoque peccatoribus23 ottobre 2010 16:22

    Sono lieto che ci sia questa celebrazione sulle rive dell'amato Lago Maggiore e sotto la statua di S. Carlo Borromeo (che sia di buon augurio per Milano).
    FdS

    RispondiElimina
  6. Bussate e vi sarà aperto: finalmente dopo varie vicissitudini abbiamo avuto la  messa tradizionale, una Grazia  del Signore. Dobbiamo ringraziare il gruppo solerte di Arona che non si è lasciato nè spaventare nè intimidire dalle  non poche difficoltà che ha incontrato. Con affetto siamo riconoscenti ai nostri amici di Messa in latino che ci hanno sostenuto in questa difficile pugna. Sursum corda, S.Carlo esulterà e sono certa proteggerà e aiuterà  i fedeli della sua terra. Oggi ho partecipato alla Santa Messa, eravamo un buon  numero e don Pizzocchi ha celebrato bene, come suo solito. Christus vincit!

    RispondiElimina
  7. Felicissimo di questa notizia.
    Complimenti a chi ha fortemente voluto la Messa di sempre anche nella terra natale di S. Carlo.

    RispondiElimina
  8. don Marco è un apostolo della Messa antica, fa anche cento chilometri per venire incontro al desiderio di fedeli che vogliono sentire la Messa antica, e senza chiedere un euro e con la gentilezza e cautela che lo contraddistingue. Grande don Marco!

    RispondiElimina
  9. Voce d'Oriente25 ottobre 2010 03:45

    Proprio così. Don Marco è un sacerdote di grande qualità e l'immagine negativa che ne fu spacciata a suo tempo in certi organi di stampa e in certi consessi pubblici o privati dai nemici della Messa antica, spesso uomini di Chiesa, è vergognosamente diffamatoria e gravemente distorsiva. Per gli amici della Messa immemoriale nella città di San Carlo è un'autentica fortuna poterlo avere come celebrante.
    Quanto al gruppo stabile si Arona, esso si è mosso con determinazione, coraggio, solerzia e sangue freddo. L'auspicio è che tale esempio sia seguito dai numerosi, potenziali o attuali, gruppi stabili delle diocesi d'Italia: nessun fanatismo e nessun eccesso, ma anche nessuna reticenza e nessun timore.
    Deo gratias!

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.