mercoledì 27 ottobre 2010

Messe tridentine a Poggibonsi e Siena

A Poggibonsi e a Siena
le Messe tridentine per la festa di Cristo Re,
di Tutti i Santi e la Commemorazione dei Defunti


Domenica 31 Ottobre, solennità di Cristo Re, S.E. Mons. Juan Rodolfo Laise, Vescovo emerito di San Luis (Argentina), alle ore 9,30 celebrerà una solenne S. Messa nella Chiesa della Magione di Poggibonsi.
Dopo la Santa Messa una processione si dirigerà dalla Chiesa della Magione fino al ponte sullo Staggia: da lì Mons. Laise traccerà quattro benedizioni ai quattro punti cardinali con la Reliquia della Santa Croce recitando gli “incipit” dei quattro Vangeli: è la benedizione contro le inondazioni impartita per la prima volta dal Cardinale Silvio Oddi per la festa di Cristo Re del 1994, dopo le terribili alluvioni del 1992 (1 metro e 80 di acqua e fango) e del 1993 (tre metri), con disastrose conseguenze per il patrimonio storico-artistico, rappresentato dal Castello della Magione, e per la perdita di preziose testimonianze d’arte e di arredo anche religioso e di importanti documenti.
Nel pomeriggio alle ore 17,00 S.E. Mons. Laise celebrerà la S. Messa della festa di Cristo Re nella Chiesa di San Donato a Siena.
Lunedì 1° Novembre, solennità di Tutti i Santi, Mons. Laise celebrerà la S. Messa solenne nella Chiesa della Magione alle ore 9,30 e alle ore 17,00 nella Chiesa di S. Donato a Siena.
La sera del 1° Novembre, alle ore 21,15, i Maestri Alessio Cervelli e Mario Spinelli terranno un concerto d’organo nella Chiesa della Magione di Poggibonsi in onore di S.E. Mons. Laise, ospite della Milizia del Tempio nel Castello della Magione.
Martedì 2 Novembre, Commemorazione dei Fedeli Defunti, il Vescovo Mons. Laise celebrerà una solenne Messa di Requiem alle ore 17,00 nella Chiesa di S. Donato a Siena e alle ore 19,00 nella Chiesa della Magione a Poggibonsi.
Tutte le S. Messe nella Chiesa della Magione di Poggibonsi e di San Donato a Siena saranno celebrate nella forma straordinaria del rito romano (tridentino) da Mons. Laise il quale celebrerà nella Chiesa della Magione anche le Messe feriali di Mercoledì 27, Giovedì 28 e Venerdì 29 Ottobre alle ore 19,00 e di Sabato 30 Ottobre alle ore 18,00.
Dal 1° all’8 Novembre Il Sommo Pontefice concede l’Indulgenza Plenaria, applicabile solo per i Defunti, ai Fedeli Cattolici che visiteranno un Cimitero pregando, anche solo mentalmente, per i Defunti (Enchiridion Indulgentiarum).

7 commenti:

  1. parroco di campagna27 ottobre 2010 18:31

    Uno splendido programma per le imminenti Feste e Celebrazioni di Cristo Re,dei Santi e la commemorazione dei Defunti,mi unisco alla grande famiglia della Magione assicurando l'unione di preghiera .Memento ad invicem

    RispondiElimina
  2. ----- Original Message -----
    From: info@doncurzionitoglia.com
    To: news@doncurzionitoglia.com
    Sent: Wednesday, October 27, 2010 7:24 PM
    Subject: ALLEGATO A "INFALLIBILTÀ E VATICANO II", DEL 12 ottobre 2010
    ALLEGATO A "INFALLIBILTÀ E VATICANO II", DEL 12 ottobre 2010
    http://www.doncurzionitoglia.com/infallibilta_e_vaticano_ii.htm
    Schema Magistero & Infallibilità:
    1) papale: del solo Pontefice romano;
    a) straordinario: pronunciamento solenne o 'non-comune' sia quanto al modo
    (proclamazione in pompa magna) sia quanto alla sostanza (definizione di un
    dogma di fede divino-cattolica; p. es. l'Immacolata o l'Assunta solennemente
    proclamate da Pio IX e  Pio XII come verità divinamente rivelate e proposte
    a credere obbligatoriamente in ordine alla salvezza eterna). È infallibile
    di per se stesso (DB, 1839).
    b) ordinario: comune o 'non-solenne' quanto al modo di insegnare. Quanto
    alla sostanza della verità proposta è infallibile solo se il Papa vuole
    definire e obbligare a credere come divinamente rivelato ciò che insegna, in
    maniera ordinaria, 'non-solenne' o comune; oppure se enuncia una verità di
    fede o di morale costantemente e universalmente tenuta nella Chiesa (p. es.
    Paolo VI sulla contraccezione e Giovanni Paolo II sull'inammissibilità del
    sacerdozio femminile).
    ***
    2) universale: dei vescovi assieme al Papa;
    c) straordinario: Papa e vescovi uniti fisicamente nello stesso luogo (in
    Concilio Ecumenico a Firenze, Trento o Roma), insegnano solennemente o in
    maniera 'non-comune' quanto al modo (essendo uniti eccezionalmente nello
    stesso luogo e non sparsi abitualmente nel mondo). È infallibile, quanto
    alla sostanza della verità insegnata, se vuole definire e obbligare a
    credere come divinamente rivelata una dottrina per la salvezza eterna.
    d) ordinario: insegnamento comune, 'non-solenne' dei vescovi abitualmente
    sparsi fisicamente nel mondo nelle loro rispettive Diocesi, ma uniti
    intenzionalmente al Papa nel proporre un insegnamento. È infallibile se tale
    insegnamento è impartito, quanto alla sostanza della verità proposta, come
    definitivo e obbligatorio a credersi per la salvezza dell'anima.

    RispondiElimina
  3. maestrino di periferia27 ottobre 2010 20:05

    Grazie, rev.mo Monsignor Parroco di campagna: ad invicem e a presto.

    RispondiElimina
  4. Sono contentissima che Mons. Laise sia qui in Italia. Lui è un grandissimo vescovo che ricordo sempre come l'unico vescovo argentino che ha vietato la comunione nella mano nella sua diocesi di San Luis quando nel 1995 la CEA aveva permesso quest'usanza, a noi argentini, allora estranea. Ci sono state delle proteste di piazza e i lefebvriani erano particolarmente attivi cercando di allertare i fedeli. Mons. Laise poco dopo ha pubblicato un libro che ho subito comprato e letto dal titolo "Comunion en la mano", una sintesi del quale potete trovare qui (in spagnolo) : http://panoramacatolico.info/articulo/la-comunion-en-la-mano

    RispondiElimina
  5. Si parla, nel post di Messa solenne. Trattandosi di un Vescovo, si vuole intendere Pontificale o cosa?

    RispondiElimina
  6. maestrino di periferia28 ottobre 2010 14:57

    Per celebrare una Messa Pontificale occorrono almeno un Suddiacono, un Diacono ed un Prete Assistente, con una serie notevole di ministranti. Questo non è possibile.
    E' improprio parlare di Messa solenne: sarà una Messa cantata con incenso ecc.
    Altro non è possibile.

    RispondiElimina
  7. card. Enrico Dante30 ottobre 2010 15:48

    in se per se il vescovo non fa mai messa cantata. Quindi è improprio pure la dizione di messa cantata. La messa del Vescovo o è letta (prelatizia con canone, bugia e i due cappellani assistenti in predella oltre a due accoliti per il servizio, SENZA INCENSO E SENZA CANDELIERI) oppure Pontificale.
    Di conseguenza presumo che sarà una messa letta con canti.

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.