giovedì 3 giugno 2010

S. Messa tridentina cantata a Padova il 19 giugno.

.
Sabato 19 GIUGNO 2010
ore 11:30
.
BASILICA PONTIFICIA DI SANT'ANTONIO
Cappella del Santissimo Sacramento
Padova
.
SANTA MESSA CANTATA
celebrata da padre Konrad zu Löwenstein, F.S.S.P.

la S. messa è organizzata dai giovani della città, vicini alla Fraternità,
in occasione delle festività antoniane (S. Antonio, 13 giugno)

18 commenti:

  1. finalmente una bella Messa cantata senza dover andare fino a Venezia (almeno una volta!). :-D

    RispondiElimina
  2. Non vivo più a Padova, ma sono contento che i miei confratelli abbiano aperto le porte a questa celebrazione.
    W sant'Antonio.

    un frate minore conventuale

    RispondiElimina
  3. Sono molto contento anch'io. :-D   Peccato che abito in Toscana.... :'(


    un pre postulante dei frati minori conventuali

    RispondiElimina
  4. Evviva! Finalmente la basilica riscopre il latino!
    (cfr: La pontifica Basilica e il latino: http://antoniodipadova.blogspot.com/2008/04/la-pontificia-basilica-e-il-latino.html)

    RispondiElimina
  5. http://www.facebook.com/?ref=home#!/event.php?eid=131574906854301&ref=ts

    RispondiElimina
  6. Domenica 6 giugno in occasione della solennità del Corpus Domini sarà celebrata la messa cantata nella chiesa di San Canziano, sempre a Padova, alle ore 11.
    Nella stessa chiesa la messa è celebrata allo stesso orario tutte le domenica nella forma letta.

    RispondiElimina
  7. peccato sia sabato mattina... oltretutto sarò ad un matrimonio in parrocchia... pazienza spero sia la prima di una serie!

    RispondiElimina
  8. Il più bel regalo che possa mai fare alla mia amatissima nonna, classe di ferro '36, devotissima al Patavino.
    Una delle tante "sciùre" che non hanno ancora capito il perchè si sia dovuto cambiar "Messa".

    ci saremo!

    RispondiElimina
  9. istriano......3 giugno 2010 19:39

    ..........solo la Bellezza......della Messa Tridentina..........ti fa' capire...la grandezza....ma soprattutto la sostanza imensa......il resto e' solo.........mercato !!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  10. Cajetan, se hai una nonna così giovane (del '36), significa che tu sei poco più che un bambino! Non l'avrei mai creduto, vista la consueta, decisa fermezza dei tuoi interventi. Al contrario, le mie povere nonne, pace all'anima loro, erano bambine durante la Prima Guerra Mondiale! Meglio così, vuol dire che la tradizione ha un forte appeal nei giovanissimi.
    Una Messa tridentina a Padova è un vero e proprio evento, visto che nel Veneto centro-orientale il VO è completamente ignorato sia dal clero secolare sia da quello regolare. Più che avversione, nel Nord-Est c'è tantissima ignoranza nei confronti della Messa di sempre, credo che siano pochissimi i veneti messi al corrente del Motu Proprio, semplicemente perchè i sacerdoti diocesani non la conoscono neppure loro e quindi non sanno apprezzarne il grande valore. Vi ho già detto cosa mi è successo, tempo fa, nella Basilica del Santo: un giovane francescano non sapeva cosa io intendessi dire quando gli ho chiesto informazioni circa la Messa secondo la forma straordinaria! I frati del Santo, poi, sono notoriamente avversi al Motu Proprio e lo hanno chiaramente manifestato più volte nel loro periodico "Il Messaggero di S. Antonio". Credo che abbiano accettato a malincuore la richiesta di celebrare la Messa di sempre in Basilica. Confido nella presenza di moltissima gente, per far capire ai cari frati la grande fame di Messa Tradizionale che ha il popolo, soprattutto i giovani.
    Quel sant'uomo di Don Konrad, poi, sa rendere ogni celebrazione particolarmente mistica e divina.
    Io, comunque, ci sarò: Mirano Veneto (la mia cittadina) si trova giusto a metà strada tra Venezia e Padova, appena 20 km da entrambe le città.

    RispondiElimina
  11. Ho partecipato 5 o 6 anni orsono ad una Messa tridentina a Padova, nella chiesa di San Canziano, dove viene celebrata ogni domenica alle 11. Purtroppo il celebrante introduceva modificazioni "pastorali": Canone ad alta voce con tanto di commento in italiano prima del Memento dei morti ("preghiamo per i nostri fratelli defunti.."), formula della Comunione secondo il Novus Ordo (Corpus Christi - Amen), segno di pace. Per di piu` la  predica era offensiva verso i tradizionalisti. Insomma una vergogna. 

    RispondiElimina
  12. Ho partecipato 5 o 6 anni orsono ad una Messa tridentina a Padova, nella chiesa di San Canziano, dove viene celebrata ogni domenica alle 11. Purtroppo il celebrante introduceva modificazioni "pastorali": Canone ad alta voce con tanto di commento in italiano prima del Memento dei morti ("preghiamo per i nostri fratelli defunti", formula della Comunione secondo il Novus Ordo (Corpus Christi - Amen), segno di pace. Per di piu` la  predica era offensiva verso i tradizionalisti. Insomma una vergogna. 

    RispondiElimina
  13. Ho partecipato 5 o 6 anni orsono ad una Messa tridentina a Padova, nella chiesa di San Canziano, dove viene celebrata ogni domenica alle 11. Purtroppo il celebrante introduceva modificazioni "pastorali": Canone ad alta voce con tanto di commento in italiano prima del Memento dei morti ("preghiamo per i nostri fratelli defunti"), formula della Comunione secondo il Novus Ordo (Corpus Christi - Amen), segno di pace. Per di piu` la  predica era offensiva verso i tradizionalisti. Insomma una vergogna. 

    RispondiElimina
  14. Ho partecipato 5 o 6 anni orsono ad una Messa tridentina a Padova, nella chiesa di San Canziano, dove viene celebrata ogni domenica alle 11. Purtroppo il celebrante introduceva modificazioni "pastorali": Canone ad alta voce con tanto di commento in italiano prima del Memento dei morti ('preghiamo per i nostri fratelli defunti'), formula della Comunione secondo il Novus Ordo (Corpus Christi - Amen), segno di pace. Per di piu` la  predica era offensiva verso i tradizionalisti. Insomma una vergogna. 

    RispondiElimina
  15. eh, grazie per il "poco più di un bambino"!..
    sono dell'84..

    Noi veniamo da Brescia e chissà, ci sarà pure l'occasione di incontrarsi di persona..

    RispondiElimina
  16. Diciamo che la presenza dell'Altare post conciliare fisso non aiuta di certo lo svolgimento della Celebrazione.
    Senza togliere nulla a San Canziano (che profuma di rattoppo), conviene pigliare il treno e andare a San Simeon Piccolo in Venezia.

    RispondiElimina
  17. Ora siamo riusciti ad abolire questi usi nella celebrazione a san Canziano, ma purtroppo rimane sempre l'altare postconciliare che è di disturbo

    RispondiElimina
  18. Di grande disturbo. E richiedere una Chiesa diversa, adatta al Rito? A Padova non mancano!

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.