giovedì 24 giugno 2010

O Commissio Ecclesia Dei

O Commissio Ecclesia Dei,
batti un colpo se ci sei,
"Vade retro" di' alla CEI!

Quando c’era il Castrillione
ci metteva il corazone,
ricordiam con affezione.

Con il Pozzo speravamo:
“in latin ricominciamo.
gregoriano ricantiamo”!

Ma più d'uno col zucchetto,
prova a farci lo sgambetto:
"l'Introibo non sia detto".

O Gran Padre Beneditto,
deh! Promulga quell’editto,
che al fedel renda il diritto,

di salir l’Altare Dei!
Rinnovare i tempi bei,
non più oppressi dalla CEI!

21 commenti:

  1. Luis Moscardò24 giugno 2010 12:34

    Un sorriso a mezzodì! :)

    RispondiElimina
  2. Guido - Torino24 giugno 2010 12:41

    E per fortuna che c' è anche don Bux,
    che in fondo al tunnel ci fa veder la lux.

    Se poi promuovessero padre Uwe Lang,
    sarebbe un vero big-bang.

      

    RispondiElimina
  3. Nella chiesa del Martini,
    c'è ancor posto pei latini

    speriamo i tempi sian sempre più belli
    per ritornare com'eran col Pacelli

    :P

    RispondiElimina
  4. Se ci sarà un movimento tradizionale unificato, questo sarà di sicuro l'inno.

    RispondiElimina
  5. francamente squallidino...

    RispondiElimina
  6. Guido - Torino24 giugno 2010 13:25

    Ma dai, se non si scherza un po'!
    Io poi amo scherzare, nel limite del rispetto,
    proprio su cose, persone e istituzioni che amo di più.

    RispondiElimina
  7. Sunt lacrimae rerum24 giugno 2010 13:27

    Penso che per colpa di certi filoni vaticani dovremo versare copiosissime lacrime circa le nostre vertenze con quei vescovi cattivoni ...

    RispondiElimina
  8. A Ospite piace questo elemento.  ;)

    RispondiElimina
  9. Luis Moscardò24 giugno 2010 14:59

    <span>Ma l'eretica cagnara 
    zittirà Padre Nuara? 
    Quanto a Bux don Nicola: 
    scelga al pie' 'na staffa sola 
    come fece 'l Gherardini 
    co' suoi dubia "secondini". 
    Grande guida gli è 'l Manelli 
    co' li suoi fraticelli 
    e le sòre francescane 
    ch'oran dalla sera a mane. 
    Vox e Voce -vado a naso- 
    potrìan haver lo stesso caso? 
    Se pei clerici vento sano 
    spira già da Gricigliano, 
    la question aumenta seria 
    con la mitria che d'Imperia 
    sopra tutte quante vale 
    nell'italico stivale, 
    e perché non han ragione 
    quei ch'attratti alla Magione 
    vecchi, grandi oppur intonsi 
    son di casa a Poggibonsi? 
    E che 'l popol sia d'accordo 
    a obliare il novus ordo!</span>

    RispondiElimina
  10. Meraviglioso!!! La versione originale, e le aggiunte dei blogger!!!!

    RispondiElimina
  11. Peter Moscatelli24 giugno 2010 15:19

    <p><span><span><span>Con l'addio all'Ordo Novo,</span></span></span>
    </p><p><span><span><span>ben d'accordo io mio trovo.</span></span></span>
    </p><p><span><span><span>Non v'è chi si senta mogio</span></span></span>
    </p><p><span><span><span>qui in terra di Ambrogio,</span></span></span>
    </p><p><span><span><span>c'è la grinta, c'è il fermento,</span></span></span>
    </p><p><span><span><span>forte spira il nuovo Vento,</span></span></span>
    </p><p><span><span><span>toglie il fumo, Aria Sana!</span></span></span>
    </p><p><span><span><span>di Traditio Ambrosiana!</span></span></span></p>

    RispondiElimina
  12. =-O =-O =-O =-O =-O =-O =-O =-O =-O Insuperabile LUIS!!!!

    RispondiElimina
  13. Luis Moscardò24 giugno 2010 15:40

    :-D :-D :-D ...sì, come il Tonno!

    RispondiElimina
  14. <span>Cari amici, speranzosi 
    pur in giorni perigliosi 
    ricordiam con un sorriso 
    tutto ciò ch'è ancora irriso, 
    nonostante l'apertura 
    di un Papa di statura 
    incomparabile. 
    Ma il "Motus" suo mirabile 
    immotus giace per chi ad arte 
    lo silura da ogni parte. 
    Noi invochiamo, pazientiamo 
    di sperare non smettiamo, 
    mentre dura il nostro impegno  
    di riavere un Culto degno 
    del Signore dei Signori 
    che Regni in tutti i cuori...</span>

    RispondiElimina
  15. :-D Superlativa!

    RispondiElimina
  16. Propongo un libro di filastrocche ;).

    RispondiElimina
  17. Da voci di Curia.....24 giugno 2010 18:55

    A Roma si dice che quando si trattò di decidere dell'Ecclesia Dei il Cardinal Castrillon avesse proposto un degno successore. Un Cardinale appunto che avrebbe potuto tener testa ai vescovi riottosi. Poi si decise di mettere un Monsignore, nordico, un pò legalista, molto curiale e forse non inviso alla Segreteria di Stato, non sufficientemente convinto della necessità impellente di riformare la Chiesa, una nomina di compromesso insomma.

    Questo Monsignore ha tanta buona volontà, ma gli episcopati europei sono in grado di fare la voce grossa e lui rimane impotente. Non per cattiveria, ma forse per una tendenza diplomatica nella quale si distingue.
    Stanno forse pensando di chiudere l'Ecclesia Dei ? Sarebbe ora. Il progetto dovrebbe prevedere un Cardinale alla testa e non uno che deve ancora deve diventare vescovo. Non voglio dire che Mons. Pozzo sia un carrierista, ma voglio solo dire che non è ancora vescovo e "quis episcopatum desiderat bonum opus desiderat"...

    Dateci uno già Cardinale, non ci vuole tanto a capirlo.   

    RispondiElimina
  18. :-D  evvabbè ma allora ditelo!!!!! qui si scoprono anche poeti in fasce!!!!!!

    RispondiElimina
  19. Filoni? Un tessitore ardito
    che riduce a malpartito
    senza far troppo rumore
    chiunque spera con ardore
    di vedere restaurate
    sacre 'forme', sorpassate,
    va dicendo insieme a tanti
    che su spalle di giganti
    nani miseri, tramando,
    stan la Chiesa minacciando.
    Oh Signore, fino a quando?

    RispondiElimina
  20. Ragazzi, pensavo al buon Mons.Ranjit... non si e' mai rimangiato nulla dei rimbrotti che ha rivolto ai porporati ostili al MP, e per questo motivo il Santo Padre ha dovuto spedirlo in oriente come vescovo.
    E se ritornasse - ancora una volta a Roma - da... Cardinale??? :-D :-D :-D

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.