giovedì 3 giugno 2010

La scristianizzazione riporta in vita il paganesimo

Un articolo di Gianfranco Amato, che ringraziamo per le segnalazioni che ci manda regolarmente, riferisce la surreale ma verissima notizia che il pur serioso Home Office britannico, ossia il ministero degli interni d'Oltremanica, ha formalmente ed ufficialmente riconosciuto la Associazione di poliziotti pagani, costituita tra le forze dell'ordine, dipendenti dal ministero, per coloro che si riconoscono nelle antiche religioni precristiane. Essi potranno così assentarsi dal lavoro in occasione delle festività pagane. La cosa non ci sorprende troppo, avendo letto tempo addietro che ad Edinburgo, in Scozia, erano numerosi i militari che, dovendo dichiarare la propria fede (onde, all'evenienza, garantire loro il tipo di funerale giusto), optavano per la 'religione Jedi' (sì, proprio quella di Guerre Stellari). Ecco un brano dell'articolo, che potete leggere per intero su Il Sussidiario:


[..] Si considera che siano più di 500 gli agenti ed ufficiali di polizia pagani, inclusi druidi, streghe e sciamani. Otto sono le feste pagane ufficialmente riconosciute. Samahin che cade nel giorno di Halloween, in cui i pagani celebrano l’oscurità dell’inverno, lasciando fuori dalla porta cibo per i morti e vestendosi da fantasmi. Yule che cade attorno al 21 dicembre, in cui si festeggia il solstizio d’inverno, la notte più lunga dell’anno, nella quale i pagani bussano alle porte cantando e bruciando un ceppo di legno. Imbolc la festa della lattazione della pecora, che si celebre il 2 febbraio, in cui i pagani accumulano pile di pietra e fanno bastoncini fallici per celebrare la fertilità Oestara che cade il 20 marzo, in cui viene festeggiato l’equinozio di primavera ed il riemergere dagli inferi della dea luna. Beltane che cade il 30 aprile ed il primo maggio, in cui si celebra il dio sole con orge notturne; le coppie sposate sono invitate a «rimuovere le fedi nuziali» durante la notte. Litha che si celebra durante il solstizio estivo, il 21 giugno, il giorno più lungo del’anno, i cui i pagani bevono idromele e danzano nudi sotto il sole per celebrare l’imminente raccolto. Lammas che cade il 31 luglio, in cui si celebra il raccolto e si fanno passeggiate in campagna. Mabon in cui si festeggia l’equinozio autunnale, e che prende il nome dal giovane dio della vegetazione e dei raccolti (Mabon), figlio di Modron, la dea madre.

Andy Pardy, capo della polizia di Hemel Hempstead nell’Hertfordshire, che è cofondatore della Pagan Police Association e adoratore delle antiche divinità vichinghe, tra cui il dio Thor dal martello distruttore e Odino dall’occhio ciclopico, ha dato l’annuncio ufficiale del riconoscimento da parte del Ministero degli Interni, precisando che «il riconoscimento del paganesimo è ormai nei fatti». «Gli agenti di polizia»,ha proseguito Pardy «ora possono finalmente celebrare le proprie festività religiose e lavorare in altre giornate, come Natale, che per essi non hanno nessunissima rilevanza».

Sono stati pure nominati tre assistenti spirituali pagani per le forze di polizia. Le nuove regole consentono, inoltre, ai pagani – per i quali, tra l’altro, Stonehenge è un luogo di pellegrinaggio – di prestare giuramento in tribunale su ciò che «essi considerano sacro».

Millequattrocento anni dopo l’opera missionaria di Agostino di Canterbury sono ufficialmente tornati i pagani in quella che un tempo era chiamata la terra di San Giorgio. Druidi, streghe, bacchette magiche e divinità antropomorfe. Viene in mente il grande Chesterton: «Da quando gli uomini non credono più in Dio, non è vero che non credano più in nulla: credono a tutto».

42 commenti:

  1. Terribile segno dei tempi! Comunque, non sono i pagani ad attaccare la Chiesa in questi tempi. Loro sono solo un frutto dell'azione anticristiana in atto. I cui autori sono altri.

    RispondiElimina
  2. per volontà dell'uomo, che nel suo rifiuto satanico della Luce Eterna, dice: "Si faccia il BUIO!",
    sarà il ritorno DAL  KOSMOS    AL    KAOS     !

    RispondiElimina
  3. Luis Moscardò3 giugno 2010 09:50

    ... il ritorno alla lettura di questo blog non poteva essere più spassoso.  I britannici hanno l'innegabile capacità di ingenerare l'humor "inglese" forse senza saperlo. Ovvìa, di sonàti al mondo ce ne sono tanti.

    RispondiElimina
  4. <span>Ecco cosa stanno facendo gli uomini del secolo che secondo gli utopici piani del beato Papa Giovanni XXIII e del Servo di Dio Paolo VI erano tutti buoni e maturi nel discernimento tra il bene e il male così che  la Chiesa dovette abbandonare il bastone ed utilizzare la misericordia...ed ecco che i buoni saranno costretti a subire per colpa dei cattivi maestri ogni sorta di vessazione e persecuzione sul suolo che un tempo era cristinissimo e ora e simile se non peggiore di sodoma e gomorra...  ecco cosa abbiamo abbandonato o ci hanno costretto ad abbandonare per adeguarci alle interpretazioni conciliari e non al concilio... questo video ci deve far riflettere... cosa eravamo e cosa abbiamo abbandonato per far posto a streghe druidi bacchette e diritti omosessuali....  

    http://www.youtube.com/v/j03aupy7sb8" type="application/x-shockwave-flash" width="200" height="164
    </span>

    RispondiElimina
  5. ed allora sono 43 giugno 2010 10:52

    I paesi europei che hanno dato riconoscimento ufficiale al paganesimo. Svezia, Norvegia, Islanda e Lituania, tra il 1990 ed il 2000, hanno firmato una sorta di "concordato" con delle comunità Odiniste.

    RispondiElimina
  6. chissà se in questi paesi i dipendenti pubblici possono portare simboli religiosi pagani, oppure anche questi sono vietati perchè offendono le altre fedi, come la croce? :(
    <img></img>
    Questo antico simbolo, che può essere sia un martello di Thor sia una croce, è un invenzione del IX-X secolo dei fabbri svedesi; ora potrà essere introdotto nelle chiese inglesi come croce d'altare nelle celebrazioni ecumeniche Cattolico-Pagane ( che valorizzeranno l'aspetto sacrificale della Messa, in quanto i pagani sacrificheranno veri animali direttamente sull'altare :-D ). Vabbè, l'ultima parte me la sono inventata. O:-)



    Come salmodiavano i monaci inglesi del medioevo " Dalla furia degli uomini del nord, Liberaci o Signore!".

    RispondiElimina
  7. Nobis quoque peccatoribus3 giugno 2010 12:38

    Grazie, ne avevo letto sulla stampa di lingua inglese. In quelle terre le forze dell'ordine sono ritenute ottimo terreno di reclutamento per la nota setta. In una citta' australianami e' anche capitato di vedere un manifesto che invitava tutti alla cerimonia d'insediamento del Gran Maestro. Anche nelle librerie e' tutto un fiorire di paganesimo, esoterismo, magia, massoneria e quant'altro.
    Almeno alle paoline, cercando bene qualche pubblicazione cattolica ancora si trova.
    Detto cio' non sfugge la natura essenzialmente diabolica del paganesimo e il senso apocalittico di tale regresso come di altri.
    FdS

    RispondiElimina
  8. assurda realtà3 giugno 2010 13:00

    grazie , Benedikt...
    questo video mi ha suscitato profonda commozione, ricordando ciò che erano la Chiesa e la S. Messa della mia infanzia (subito prima del Concilio): il vero culto degno della Maestà infinita di Dio e di Cristo Signore e Salvatore, il cui Santo Sacrificio mai potremo comprendere, misurarne la grandezza e renderGli dovute grazie, neanche per tutta l'eternità! (La Madonna ha detto ad un'anima mistica: "Se voi poteste capire il valore dell'Eucaristia, verreste fino all'altare in ginocchio, per la profonda gratitudine e adorazione"....ecco: si è perso tutto questo, in profondità e vastità, dall'interiore all'esteriore.....)
    Abbiamo la promessa che dopo il Trionfo del Cuore Immacolato di Maria, (dopo lunghe e gravissime tribolazioni....) la Chiesa e tutti gli uomini torneranno a lodare e adorare Dio come nei tempi antichi, cioè COSI':  come accadeva ai tempi di quel video !
    (Grazie comunque delle immagini.....almeno come segno di speranza per i nostri figli o nipoti.....)
    :'( :'( :'(   

    RispondiElimina
  9. il piemontese irriverente3 giugno 2010 13:18

    Ma se uno aderisce a qualche forma di neo-paganesimo (wicca, odinista, sciamano, etc.) e non fa male a nessuno, e sta sotto il fico può essere salvato? Attendo cortesemente risposte, grazie

    RispondiElimina
  10. Aderire al paganesimo senza far male a nessuno è impossibile giacchè chi aderisce tende a diffondere idee sbagliate che allontanano la gente dalla salvezza. Se adori false divinità ( che, ricordo, sono spesso simulacri dietro cui si cela il Demonio), non conosci e non usi i mezzi ordinari di salvezza ( confessione, comunione, ecc..), per cui è molto difficile che ti salvi. Poi, teoricamente, se sei già battezzato potresti salvarti attraverso i mezzi straordinari, ma è un tiro ai dadi ( pensa che potresti colpire un bersaglio senza mirare, non è fisicamente impossibile, ma se miri le probabilità di centrarlo aumentano considerevolmente).

    RispondiElimina
  11. <span>il piemontese (come noi tutti del resto) dovrebbe considerare una verità fondamentale della Dottrina Cattolica, che la Chiesa non nomina più da 45 anni (guarda caso....):  cioè che dal momento in cui il mondo ha conosciuto Gesù Cristo, da quando esiste la <span>Chiesa che evangelizza il mondo</span>, e da quando gran parte degli uomini sono diventati cattolici, il fatto di rifiutarlo, per passare al paganesimo o ad altro credo sarebbe quel peccato gravissimo che viene definito:    
    "Impugnare la Verità conosciuta"    
    che rientra nei <span> SEI PECCATI CONTRO LO SPIRITO SANTO , i quali sono<span> imperdonabili:</span></span>    
    <span>Disperazione della salute; Presunzione di salvarsi senza merito;      
    Impugnare la Verità conosciuta; Invidia della grazia altrui; Ostinazione nei peccati; Impenitenza finale.</span>    
       
    Ora provate a chiedervi come mai la Chiesa non ha parlato più di queste verità dottrinali, insieme con i Novissimi ! è stato per ispirazione dello Spirito Santo, o per andare con maggior comprensione incontro al mondo, e per una maggiore espansione della carità ? o per manifestare lo "spiritodelconcilio" attraverso il dialogo con diversamente credenti e pagani, in nome del cosiddetto amore universale ?    
    :( </span>

    RispondiElimina
  12. A quando sacrifici umani e giochi gladiatorii, ecumenici, naturalmente!

    RispondiElimina
  13. <span>bellissime immagini, anche io per un momento son tornato a quei tempi... peccato però che anche allora non era tutto oro quello che lucicava, nonostante le formalità e le apparenze. 
    Per quanto riguarda la frase: si è perso tutto questo, in profondità e vastità, dall'interiore all'esteriore... non la posso condividere a pieno perchè da me non si è perso proprio nulla, anzi le vocazioni dimostrano il contrario. Dove si è perso qualcosa, evidentemente gli addetti ai lavori, in primis i preti delle parrocchie, non hanno fatto il loro dovere! e hanno lasciato i fedeli allo sbando.</span>

    RispondiElimina
  14. <p><span>Catechismo della Chiesa Cattolica</span>
    </p><p><span>1864 « Qualunque peccato e bestemmia sarà perdonata agli uomini, ma la bestemmia contro lo Spirito non sarà perdonata » (Mt 12,31).<sup></sup> <sup></sup><span>12</span><sup></sup>0 La misericordia di Dio non conosce limiti, ma chi deliberatamente rifiuta di accoglierla attraverso il pentimento, respinge il perdono dei propri peccati e la salvezza offerta dallo Spirito Santo.<sup></sup> <sup></sup><span>121</span> Un tale indurimento può portare alla impenitenza finale e alla rovina eterna.</span>
    </p><p><span>1867 La tradizione catechistica ricorda pure che esistono « peccati che gridano verso il cielo ». Gridano verso il cielo: il sangue di Abele;<sup> 124</sup> il peccato dei Sodomiti;<sup> 125</sup> il lamento del popolo oppresso in Egitto;<sup> 126</sup> il lamento del forestiero, della vedova e dell'orfano;<sup> 127</sup> l'ingiustizia verso il salariato.<sup> 128</sup></span>
    </p><p><span>1868 Il peccato è un atto personale. Inoltre, abbiamo una responsabilità nei peccati commessi dagli altri, quando vi cooperiamo: </span>
    </p><p>— <span>prendendovi parte direttamente e volontariamente;
    — comandandoli, consigliandoli, lodandoli o approvandoli;
    — non denunciandoli o non impedendoli, quando si è tenuti a farlo;
    — proteggendo coloro che commettono il male.</span>
    </p><p><span>(120) Cf Mc 3,29; Lc 12,10. </span>
    </p><p><span>(121) Cf Giovanni Paolo II, Lett. enc. Dominum et vivificantem, 46: AAS 78 (1986) 864-865.</span>
    </p><p><span>(122) Cf San Giovanni Cassiano, Conlatio, 5, 2: CSEL 13, 121 (PL 49, 611).</span>
    </p><p><span>(123) Cf San Gregorio Magno, Moralia in Iob, 31, 45, 87: CCL 143B, 1610 (PL 76, 621).</span>
    </p><p><span>(124) Cf Gn 4,10.</span>
    </p><p><span>(125) Cf Gn 18,20; 19,13.</span>
    </p><p><span>(126) Cf Es 3,7-10.</span>
    </p><p><span>(127) Cf Es 22,20-22.</span></p>

    RispondiElimina
  15. Non é Giovanni,ma Luigi. Si occupava,tra l'altro, da molti anni di organizzare regolari convegni internazionali (di esegesi..) su s Giovanni apostolo, patrono della Turchia, e su s Paolo; ha curato tutte le celebrazioni dell'anno paolino in Turchia. Un altro prete ucciso in questo paese, come don Santoro. E' un fatto gravissimo. Speriamo serva almeno a tenere i turchi fuori dall' Europa. Preghiamo s Giovanni per questo Paese.

    RispondiElimina
  16. il piemontese irriverente4 giugno 2010 09:51

    Grazie per la cortese risposta.
    Sono in linea di massima sulla stessa linea di pensiero, ma la questione mi turba comunque perchè a volte vi sono persone sotto il fico (leggete bene) lontane dalla chiesa.
    Comunque grazie

    RispondiElimina
  17. il piemontese irriverente4 giugno 2010 09:53

    Grazie anche a lei per la risposta, anche ben documentata.
    Il problema lo vedo nel "deliberatamente". Infatti, raramente ho conosciuto qualcuno nella vita che ha agito "deliberatamente".
    Siamo troppo poveri
    Comunque ancora grazie per le note

    RispondiElimina
  18. Il neo-paganesimo non è solo un problema del nord Europa. Anche in Italia si stanno diffondendo sentimenti paganeggianti.
    Mi riferisco soprattutto ad un certo modo di vivere l'ambiente montano: fino a non molto tempo fa, la montagna e il contatto con la natura richiamavano soprattutto sentimenti di elevazione dello spirito e non a caso le vacanze di oratori, movimenti, comunità, ecc... erano in montagna.
    Ora c'è un grande accento sulle tradizioni paganeggianti delle leggende locali: folletti, streghe, spiriti del bosco, ecc.... Per quanto affascinanti da un punto di vista culturale, si rischia davvero di cadere nel paganesimo, quando uno passeggiando per i boschi è portato a pensare ai folletti invece che alla grandezza del Creatore.

    Gli animi "nobili" non riescono ad eliminare il sentimento grandioso che si prova a stare nella natura, ma non potendo per ideologia collegarlo a Dio, stanno ritornando agli dèi pagani.

    RispondiElimina
  19. Bella scoperta! Ma nessuno lo aveva notato? Scristianizzando scristianizzando la Germania, nel 1918 è risorto il paganesimo. Nel 1933 andava al potere. Aveva il nome di nazionalsocialismo. Stava riportando l'Europa nell'era pagana quando fu fermato a suon di bombe.
    Quindi c'è già un precedente, e pure piuttosto grosso direi. Mi vien però da dire che quel neo-paganesimo (quello nazionalsocialista) mi sembra cosa assai seri.
    Il neo-paganesimo attuale mi sembra, invece, cosa da operetta.
    Comunque questo succede se ci si allontana da Cristo!

    RispondiElimina
  20. Ma dopotutto...4 giugno 2010 15:37

    Ma dopotutto quest'attrazione per il paganesimo che altro è se non un modo confuso e pasticcione di cercare le proprie radici? Radici che la Chiesa di oggi, tutta protesa verso la modernità e verso un cristianesimo sociologico, ha perso di vista. Se cominciasse anche a lei a mostrare che abbiamo delle radici, magari pure che quanto di buono c'era nel paganesimo è passato armi e bagagli nel cristianesimo, chissà mai che una fetta di quei signori che credono di trovare Odino scorrazzando nudi al solstizio d'estate non ritrovi la retta via!

    RispondiElimina
  21. <span>Il "deliberatamente" non è parola mia. mi trovo però daccordo con chi l'ha scritta che certamente ne sa più di me. Non solo, ma la trovo anche piena di misericordia, poerchè Dio è Amore e lo ha dmostrato mandando suo Figlio a caricarsi dei nostri peccati e a immolarsi sulla Croce per la nostra salvezza. 
    Amare non è il risultato di un calcolo matematico per cui ho fatto tot e mi spetta tot... Solo il Padre sa che origine ha il mio peccato e per questo mi ama.</span>

    RispondiElimina
  22. grazie per la precisazione Mariacarla, così ho letto sulle prime notizie, cmq la preghiera andrà bene lo stesso

    RispondiElimina
  23. DANTE PASTORELLI4 giugno 2010 20:35

    Da me? E dove sei, in una terra privilegiata? Da qualche parte si legge che anche in terra di missione c'è un qualche aumento di vocazioni, magari importate in Europa. Ma quante sono vere vocazioni e quante "boccazioni", come diceva u pete che in Africa, ad es., era stato per molti anni? Comunque, se si tratta di vere vocazioni è una grazia.
    Ci son conventi e monasteri, qui nei dintorni, che non hanno una vocazione da anni ed anni.

    RispondiElimina
  24. DANTE PASTORELLI4 giugno 2010 20:45

    I peccati contro lo Spirito Santo sono imperdonabili nel senso che difficilmente il peccatore si converte, continuando ad ergersi contro Dio rifiutando la sua Grazia. Il pentimento sincero merita sempre il perdono. Non è una novità del CCC o del Concilio: basta leggere qualche libro di teologia morale preconciliare.
    Chi, cattolico perché battezzato, sta sotto il fico finisce per mangiar cavoli amari.
    Comunque chi abbandona la vera fede per aderire all'idolatria - sempre che non sia un acclarato deficiente - è un apostata: senza sincero pentimento non può salvarsi.

    RispondiElimina
  25. Giovan Maria Catalan Belmonte4 giugno 2010 22:46

    menomale che la santa america ha fermato i cattivi pagani, tramite il trionfo a stelle e strisce del cuore immacolato di maria, e della devozione con falce e martello di stalin al divin prigioniero del tabernacolo. Antidoti ottimi

    RispondiElimina
  26. DANTE PASTORELLI4 giugno 2010 23:59

    Un po' come le feste di Halloween. Purtroppo dietro queste mode mostruose s'annida il male che diventa anche male sociale con stupri, omicidi ecc.

    RispondiElimina
  27. Giovan Maria Catalan Belmonte5 giugno 2010 15:00

    Complimenti: peccato che Halloween è la festa tradizionale di ognissanti, nata cattolica in irlanda, e dove i "mostri" che chiedono dolcetto o scherzetto, sono semplicemente la deformazione moderna delle anime purganti che chiedono suffragi ai viventi.

    Il coordinamento toscano non vi istruisce?

    RispondiElimina
  28. Filippo Burighel5 giugno 2010 16:07

    Attualmente nel Regno Unito non c'è una regolamentazione generale sui simboli religiosi. I vari enti e organizzazioni possono stabilirli come regolamenti interni, anche pena di licenziamento se non rispettati. La British Airways per esempio vieta l'esposizione di simboli religiosi che non siano di precetto per la religione praticata da un loro dipendente, col risultato che un cristiano che porti una croce sopra la divisa può essere licenziato per violazione del regolamento di vestiario, ma non possono essere licenziati dipendenti donne musulmane che portino lo hijab o uomini sikh che indossino il turbante e portino un simulacro del pugnale loro pugnale rituale.

    RispondiElimina
  29. Filippo Burighel5 giugno 2010 16:09

    Se è per quello in Francia i due terzi degli alti funzionari di Polizia e Gendarmeria sono membri di una delle cinque obbedienze massoniche francesi.

    RispondiElimina
  30. Filippo Burighel5 giugno 2010 16:17

    <span>Infatti personalmente trovo tutto questo livore per questa notizia alquanto fuori luogo. Anche noi cristiani abbiamo i nostri ordinari militari e cappellani e non vedo in che modo la concessione di assistenti spirituali tolga qualcosa a noi. Soprattutto non capisco con che logica si possa invocare il rispetto dei diritti per noi cristiani in paesi non cristiani e poi scandalizzarci se questi diritti vengono concessi ai non cristiani in paesi cristiani.</span>

    RispondiElimina
  31. Filippo Burighel5 giugno 2010 18:24

    Infatti, qui ha ragione Belmonte. La tradizione culturale di Halloween (che poi è la contrazione di All Hallows' Even, ovvero Vigilia di Ognissanti) è frutto del trasferimento operato in Irlanda da San Patrizio delle celebrazioni di Ognissanti in occasione di Samhain, con l'intenzione di togliere la ricorrenza ai pagani e rendere più facile convertirsi senza remore culturali. Lo spostamento fu poi confermato per tutta la Chiesa dai Papi in occasione della seconda evangelizzazione d'Europa, operata da monaci viaggiatori formatisi in paesi di cultura celtica (Irlanda, Scozia, Galles, Cornovaglia).

    RispondiElimina
  32. Filippo Burighel5 giugno 2010 18:30

    Poi si può aggiungere che Halloween è stata commercializzata negli USA (dove era stata importata dagli immigrati irlandesi) e per questo snaturata del suo significato storico e culturale, ma allo stesso modo è stato snaturato anche il Natale. Ma mica per questo il Natale è diventato satanico! Sta a noi viverlo nel modo corretto e possibilmente senza sfociare in integralismo fuori luogo: se un amico fa una festa per Halloween e mi invita, io ci vado e se mi chiede di andare mascherato magari faccio pure 'sto sforzo. E non lo faccio certo perché è una ricorrenza pagana, ma perché voglio bene al mio amico e mi fa piacere passare qualche ora a giocare assieme!

    RispondiElimina
  33. Mi pare un bell'arrampicarsi sugli specchi il voler giustificare l'orrenda festa di Halloween richiamando origini vagamente cristiane. E' chiaro come il sole che si tratta di una contro-festa religiosa, di uno sbeffeggio alla commemorazione dei nostri morti, come del resto lo è il natale targato coca-cola.

    RispondiElimina
  34. Ho letto alcuni mesi fa un libro proprio su questo tema. E' un libro estremamente suggestivo. E' di Luca leonello Rimbotti e si chiama "Il mito al potere - Le origini pagane del nazionalsocialismo".
    L'autore si dichiara neo-pagano, anche se ci tiene a prendere le distanze dal neopaganesimo atttuale. La sua anilisi è magistrale solo che mi faceva sorridere non poco la sua sorpresa sul "come" sia stato possibile che in Germania risorgesse il paganesimo, dato ormai morto da più di 1.000 anni.
    La risposta è tutta nel tuo post. Il Cattolicesimo non ha mai distrutto modi di vita e tradizioni. Ha distrutto gli dei pagani, cosa ben diversa. Tutto quanto c'era di buono nel paganesimo è entrato ed è stato conservato nel Cattolicesimo.
    Anche in america Latina.
    Altri sono i distruttori delle tradizioni.
    Caro Rimbotti, ecco come è potuto risorgere il paganesimo in Germania! E' risorto perchè il Cattolicesimo ne aveva conservato il meglio. Distrutto il Cristianesimo dopo due secoli di incessante propaganda, il paganesimo è risorto, forse come ultima risorse per la difesa della propria identità.
    Potrei aggiungere molte altre considerazioni ma andrei troppo lontano.

    RispondiElimina
  35. Filippo Burighel5 giugno 2010 23:58

    E scusa, mi dici cos'hai detto di più di quello che ho detto io?

    RispondiElimina
  36. Giovan Maria Catalan Belmonte6 giugno 2010 12:13

    Propongo il rogo per chi scambia regali e/o mangia panettone a Natale (o l'uovo a Pasqua) come bestemmiatore e pervertitore del culto: sostituisce l'incarnazione del Verbo con un impasto burroso e pieno di canditi. Che criminali atei schifosissimi.

    RispondiElimina
  37. D'accordissimo. Ma dico: come si fa a preferire il panettone al pandoro?? Bisogna esser per forza gente pericolosa per la società.

    RispondiElimina
  38. Giovan Maria Catalan Belmonte6 giugno 2010 12:43

    Temo allora che dovrò autofucilarmi. Sono un sostenitore del panettone usque ad effusionem sanguinis. Il pandoro è una specie di gommapiuma con sopra lo zucchero. Se uno mangia la crosta che è l'unica parte buona e ontologicamente sensata, gli rimane una specie di inflazione stomachevole, gonfiante e indigesta che non ha alcuna funzione, se non indispettire i buoni.

    RispondiElimina
  39. Rutilio Namaziano6 giugno 2010 16:33

    Si tratta non di livore, ma di farsi cadere le braccia. E l'apostasia avanza per molte cause, come la mancanza di sale in tanti che si dicono cristiani. Le colpe maggiori le hanno i modernisti, con i loro sincretismi buonisti, ma vedo che anche qui c'è qualcuno che, con motivazioni "giuridiche", tiene loro compagnia...

    RispondiElimina
  40. Filippo Burighel7 giugno 2010 14:53

    Quindi secondo te dovremmo fare come i musulmani? Sinceramente non capisco con quale coraggio anche solo pensare una cosa del genere.

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.