venerdì 2 aprile 2010

S. Messa cantata di Pasqua a San Remo

.
SANTUARIO DI N. S. MADONNA DELLA COSTA
SAN REMO
.
Domenica 4 aprile,
Solennità della S. Pasqua
ore 17:00
CONCERTO DI PASQUA
.
Il repertorio prevalentemente di stile barocco, prevede brani di P. Anfossi (1727-1797), compositore di Taggia che si fece apprezzare anche da Mozart, di J. S. Bach (1685-1750), di P.D. Paradisi (1707-1791), di G.F. Haendel (1685-1759), dello stesso Mozart, di G. Gherardeschi (1759-1815) e di J. Stanley (1712-1786).
Particolarmente adatte alla ricorrenza pasquale sono la “Sonata avanti la Messa della domenica, di G. Frescobaldi (1583-1643), che fu organista titolare della Basilica di San Pietro, e il bellissimo brano “Exultate, Jubilate: Alleluja” di W. A. Mozart.
.
.*
..
ore 18:00
S. MESSA CANTATA
"de angelis"
canto del Vidi Aquam e della sequenza Victimae paschalis laudes
al termine, canto del Regina Coeli
.
Grande musica e grande canto anche durante la Santa Messa: terminati il silenzio e il raccoglimento della Quaresima, ecco che a Pasqua la Chiesa torna a gioire: dopo 40 giorni di silenzio, l’organo suona maestoso quasi a voler trasmettere a tutto il mondo la forza della Risurrezione di Gesù Cristo che vive e regna!
Durante la celebrazione, il Coro “Amici della Musica – Città di Taggia”, eseguirà la “Missa de angelis." All’inizio della S. Messa, durante l’aspersione, sarà cantata l’antifona pasquale, Vidi aquam, e la sequenza Victimae paschalis laudes.
Durante la comunione il Coro accompagnerà la preghiera dei fedeli col canto eucaristico Ave Verum Corpus di Mozart, il cui testo ricorda i riti e i misteri della Passione appena celebrati: la presenza Reale di Cristo nel Pane Eucaristico, Suo vero corpo, (giovedì Santo), offerto in sacrificio per noi sulla Croce. (Venerdì Santo).
Al termine della S. Messa saranno cantati il Regina cœli, tradizionale antifona mariana che sostituisce la triplice preghiera quotidiana dell’Angelus durante il periodo di Pasqua, e il Canto del solenne Christus Vincit, in onore della vittoriosa Risurrezione di N. S. G. C., fondamento della nostra fede, per ricordarci, come diceva San Paolo che “Cristo è risorto dai morti e quindi vana non è la nostra Fede e noi non siamo più nei nostri peccati”.

2 commenti:

  1. Per la riflessione da parte di qualcuno:
    http://www.repubblica.it/ultimora/24ore/PAPA-ARCIVESCOVO-IRAQ-MUSULMANI-SCANDALIZZATI-DA-ATTACCHI/news-dettaglio/3765605

    RispondiElimina
  2. SALVE MI AVETE DEFINITO URLATORE. MA TRA UN BRANCO DI LUPI CHE SI FA???
    INTANTO AVREI DESIDERATO DIRE ALTRO SUI VOSTRI INQUISITORI TRIDENTINI INTERVENTI IN MERITO ALLA DISPUTA DA ME INIZIATA SUL CONCILIO, MA NON SO COME INSERIRMI NON SONO BRAVO.
    HO SCRITTO MA NON HA REGISTRATO.
    COMUNQUE, SE QUALCUNO VOLESE DARMI DELUCIODAZIONI, QUALCHE LUPO TRIDENTINO PRECONCILIARE CHE HA RAGGIUNTO LA SANTITA' NON QUELLA DI S. PAOLO CHE DICEVA DI VIVERE NELLA CARNER LA ATTRAZIONE CVESO IL PECCATO, MA QUELLA DI DIO MISERICORDIOSO(VOI CREDO SIATE ALLERGICI ALLA PAROLA dio misericordioso, siamo nella ottava di Pasqua e della divina misericvordia). BUONA SANTA PASQUA
    URLATORE!!!

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.