venerdì 26 febbraio 2010

Richiesta urgente di preghiere per i fedeli marchigiani

I fedeli marchigiani legati alla forma straordinaria del Rito Romano chiedono di elevare al Signore una particolare intenzione di preghiera durante la giornata della seconda domenica di Quaresima certi che il Signore saprà accogliere questo coro di suppliche.

“Uniamo le nostre lacrime ai tormenti di Gesù e al pianto di Maria. Nella misura in cui l'avremo fatto in questa vita, potremo poi, col Figlio e con la Madre, godere in cielo” . (dom Prosper Guéranger)

Guardando Nostro Signore, obbediente fino alla morte di Croce, uniamo i nostri dolori, sofferti a causa della nostra assoluta fedeltà al Magistero della Santa Chiesa, alla Sua Passione redentrice.

++++++++++++++++++++++


Sabato 27 febbraio alle ore 12 nella Sala Consiliare del Comune di Rapagnano (Fermo) Matteo Della Pittima, ministrante della Messa in latino, riceverà la Medaglia della Carità assegnatagli dall’Associazione Regina Elena per avere salvato il 26 luglio scorso dall’annegamento nel mare di Porto San Giorgio tre fratellini ed il loro nonno.

++++++++++++++++++++++

In unitate orationis

Andrea Carradori

www.missaleromanum.it

7 commenti:

  1. Anselmo d'Aosta26 febbraio 2010 09:10

    Sarà iniziata la persecuzione? C'è lo aspettiamo .........ieri Siri ,oggi i poveri laici.......avanti così .......dov'è la preghiera di Gesù: UT UNUM SINT. Vale solo per protestanti e non per i "tradizionalisti" a cui bisogna schiacciare la testa.

    pregheremo......

    RispondiElimina
  2. Andrea Carradori26 febbraio 2010 09:57

    Non ci rimane che pregare... certi che il Signore ci aiuterà !
    Le sofferenze vengono tutte dalle parti "basse" della Marca ...

    RispondiElimina
  3. parroco di campagna26 febbraio 2010 10:17

    "Tra il vestibolo e l'altare piangano i Sacerdoti ministri del Signore...".Mi unisco volentieri allapreghiera. Est Deus in Israel.

    RispondiElimina
  4. diacono di campagna26 febbraio 2010 11:05

    Elongasti ad me amicum et proximum et noti sunt me tenebrae compieta del venerdì Coraggio con le preghiere di tutti

    RispondiElimina
  5. Siri? perché Lefebvre no?

    RispondiElimina
  6. Ma che è successo? i vescovi marchigiani hanno proibito tutte le messe in latino?

    RispondiElimina
  7. Andrea Carradori26 febbraio 2010 17:00

    @ Nike
    Non tutte le messe, grazie a Dio, ai Francescani dell'Immacolata ed al benevolo Arcivescovo di Ancona-Osimo, l'esperienza liturgico-spirituale di Campocavallo va avanti egregiamente. A sola lode di Dio !
    Di più non dico.
    Questo è il momento della preghiera !
    " L'amore di Dio è amore di giustizia. Fa' penetrare nel tuo cuore la giustizia e simultaneamente vi penetra l'amore di Dio"( Don Dolindo Ruotolo)

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.