giovedì 17 dicembre 2009

Un nuovo caso Linz?


Il Papa ha nominato un mese il nuovo vescovo di San Sebastiàn, città dei Paesi Baschi spagnoli. Si tratta di mons. Munilla Aguirre, basco pure lui e nativo della stessa San Sebastiàn (nella foto).

Ma ha dei vizi irredimibili, agli occhi del 77% del suo clero: è un cattolico ortodosso, peggio: un ratzingeriano. Non solo: fa corsi di catechismo a Radio Maria España (e non insegna come l'abate Scicolone...), ed è persino editorialista di un quotidiano conservatore, ABC

Ecco allora il caldo benvenuto che gli regala il riottoso clero della diocesi basca, che si dice "fedele allo spirito del Concilio Vaticano II" (sì, la parolina 'spirito' dice tutto); clero, tra l'altro, tradizionalmente vicino alle istanze più politicizzate e combattive dell'indipendentismo basco. Pubblichiamo il comunicato, da noi tradotto, sottoscritto da 85 preti (sui 110 della diocesi). Gustatevi la prosa e gli stilemi. Sempre quelli...



SACERDOTI E RELIGIOSI CON CURA PASTORALE DELLA DIOCESI DI GIPUZKOA [=provincia di San Sebastiàn, in lingua basca]

In relazione alla nomina del nuovo vescovo della nostra diocesi e vista la nostra condizione di sacerdoti e religiosi della Chiesa di Gipuzkoa, mossi dalla responsabilità che abbiamo per la nostra Chiesa locale, esprimiamo quanto segue:

• Abbiamo appreso con dolore e profonda preoccupazione la nomina di D. Jose Ignacio Munilla a presiedere e guidare la Chiesa di Guipuzcoa, una designazione che è stata percepita da noi come una chiara sconfessione della vita ecclesiale della nostra Diocesi e come un'iniziativa volta a cambiare rotta.

Esprimiamo il nostro dissenso e disapprovazione per l'intenzione e per la procedura adottati per la nomina di D.. Jose Ignacio Munilla come Vescovo della nostra Diocesi. Lamentiamo e deploriamo che in una materia trascendentale come questa non siano stati presi in considerazione né rispettati il sentire della nostra Chiesa diocesana e le sue organizzazioni pastorali.

• Conosciamo il percorso pastorale di D. Jose Ignacio Munilla come sacerdote, profondamente segnata dalla sfiducia e dalla mancanza di comunione con le linee diocesane. Noi crediamo che in nessun modo è la persona giusta per la carica di vescovo e pastore della nostra diocesi.

• Esprimiamo il nostro sostegno e impegno per lo stile pastorale ed ecclesiale, che sono stati forgiati nella nostra Diocesi nella fedeltà allo spirito del Concilio Vaticano II, con l'incoraggiamento e la guida pastorale dei nostri vescovi.

• Per la stessa ragione, data la fedeltà al Vangelo di Gesù Cristo, il nostro amore per la Chiesa e il servizio al nostro popolo, vogliamo ribadire davanti alle nostre comunità cristiane la nostra volontà e il nostro impegno di continuare a camminare in linea con le scelte pastorali che abbiamo mantenuto in tutti questi anni.

• Siamo convinti che non ci mancherà il soffio dello Spirito e la collaborazione di tante e tanti credenti, che in questi tempi di incertezza continueranno ad apportare il meglio della loro esperienza cristiana.

In Gipuzkoa 14 dicembre 2009
Seguono le firme



Fonte: Secretum meum mihi

No: questo non sarà un nuovo caso Linz. Un'ottantina di pretonzoli cattocomunisti non rappresentano un serio ostacolo, se l'episcopato appoggia o non si oppone alla nomina. In Spagna non ci sono né l'ambiguo cardinal Schoenborn di Vienna (quello dei palloncini) né gli altri suoi mitrati sodali.

103 commenti:

  1. volesse il Cielo che il nuovo vescovo spagnolo non facesse la fine dell'ausiliare di Linz. Visto il precedente in cui Roma ha dimostrato tutta la sua debolezza ... Alessandro

    RispondiElimina
  2. E pensare che ci sono anche soggetti tradizionalisti dotati di bollino chiquita che si azzardano a dire che la FSSPX è nemica della Chiesa.

    RispondiElimina
  3. Il Papa, mi spiace dirlo, non avrebbe dovuto creare il grave precedente austriaco.
    Doveva mandare il Vescovo di Linz nella diocesi che lui, quale Sommo Pontefice, aveva scelto, mutandone l'incarico: da Vescovo ad Amministratore apostolico con l'obbligo di fare pulizia.

    RispondiElimina
  4. Più che un tentativo di "impeachment" mi sembra un avvertimento: noi continuiamo per la nostra strada, tu vedi di non intralciare. Speriamo che il nuovo vescovo riesca a rimettere un po' di ordine.

    P. S. Ma che c'entra la FSSPX?

    RispondiElimina
  5. Speriamo bene.

    Comunque, PER LA REDAZIONE, QUESTA VA DIFFUSA:

    http://www.larena.it/stories/Cronaca/112194__presepi_e_statue_quando_il_sacro_divide/
    http://mirabilissimo100.wordpress.com/2009/12/17/lettera-aperta-contro-la-scultura-della-madonna-nuda-d-senzano/

    FACCIAMOCI SENTIRE!

    RispondiElimina
  6. potreste chiedere a chi ci segue dalla Spagna se quei "pretonzoli cattocomunisti" sono semplicemente tali o non sono neocatecumenali?

    Non è un O.T., è un dubbio molto serio che andrebbe chiarito

    RispondiElimina
  7. concordo con l'anonimo delle 9,05. all'ausiliare di Linz, di fronte alle proteste dei vescovi e dei concubini preti, gli si doveva mutare doveva mutare l'incarico nominandolo amministratore apostolico sede plena o vescovo coadiutore. Alessandro

    RispondiElimina
  8. se sono modernisti, com'è pensabile la cosa non è meno grave; tuttavia il dubbio è legittimo

    RispondiElimina
  9. bisognerebbe sentire cosa ne pensano altri fedeli, se ci sono rimasti! Di solito la cultura egemone ma purtroppo anche la Curia non dà voce ad altri

    RispondiElimina
  10. L'anno scorso sono stato per un periodo proprio a San Sebastian. Una domenica, nella cattedrale del Buon Pastore, ricorreva la giornata del seminario. Il sacerdote, all'omelia, ha ricordato i numeri del disastro: negli anni '50 c'erano, se non ricordo male, 293 seminaristi; oggi, 3. Ha poi letto una lettera del vescovo, in cui il presule individuava la causa principale della disaffezione dei giovani alla vita cristiana e, di conseguenza, il calo delle vocazioni sacerdotali, in un fatto singolare: l'estrema diffusione, in quelle regioni, dell'attività politica, che "devia lo slancio idealistico dei giovani". Io, accucciato sulla mia panca, fra me e me, pensavo che, forse, una causa del disastro è anche pensare che la religione debba essere una "concorrente" dell'idealismo politico. Alla fine, se uno comunque deve fare politica, tanto vale che la faccia nei veri partiti politici. E pensare che il clero basco ha, da solo, evangelizzato mezzo mondo...

    RispondiElimina
  11. Mi sento di condividere esattamente ciò che il sinedrio di San Sebastian ha profeticamente preconizzato: "il soffio dello Spirito Santo non mancherà". Non mancherà di spazzare via il ciarpame cattocomunista!

    RispondiElimina
  12. Lore, metto altri link, quello che hai messo non si apre, per me.


    http://mirabilissimo100.wordpress.com/2009/12/17/lettera-aperta-contro-la-scultura-della-madonna-nuda-d-senzano/


    http://mirabilissimo100.wordpress.com/2009/12/17/foto-della-scultura-blasfema-della-madonna-nella-cappella-dei-padri-stimmatini/

    RispondiElimina
  13. sempre a fomentare discordie. ma che c'entriamo noi con la Chiesa dei paesi baschi? è vero che si manda un agnello tra i lupi... ma santapazienza, smettiamo di dire che chi non è per noi è catocomunista! così facendo alimentiamo il fuoco delle discordie
    Dio vede e provvede.
    GD

    RispondiElimina
  14. Ma i Sacerdoti non fanno di voto di obbedienza? E che obbediscano........

    RispondiElimina
  15. sto già raccogliendo le castronerie e assurdità che alcuni di questi firmatari e loro seguaci spargono per il mondo cattolico spagnolo...lo manderò in regalo a un preciso dicastero pontificio.
    bisogna combattere questa persone utilizzando contro di loro le loro stesse azioni.

    RispondiElimina
  16. to non sarà un nuovo caso Linz. Un'ottantina di pretonzoli cattocomunisti non rappresentano un serio ostacolo, se l'episcopato appoggia o non si oppone alla nomina. In Spagna non ci sono né l'ambiguo cardinal Schoenborn di Vienna (quello dei palloncini) né gli altri suoi mitrati sodali.
    Ahgimè! Temo che siete troppo ottimisti.

    RispondiElimina
  17. e a proposito ............ anche se c' entra fino a un certo punto , ma non più di tanto ........
    ..... come mai quel sacerdote di MILANO e di cui non ricordo il nome , mi pare fondatore del S RAFFAELE ...... si è presentato a parlare in pubblico , dello stato di salute del nostro PRESIDENTE DEL CONSIGLIO in giacca e cravatta , con CROCE al' occhiello !!!!!!! ........ perchè tanta liberta' ??? e perche il CARD, Tettamanzi non lo richiama per il suo look , piu' da manager che da sacerdote ??????.......

    RispondiElimina
  18. "In Spagna non ci sono né l'ambiguo cardinal Schoenborn di Vienna (quello dei palloncini) né gli altri suoi mitrati sodali"...ehhhhhhh???????
    purtroppo in spagna i veri cattolici son veramente poooccccchiiii e questo a causa dei suoi vescovi e dei sacerdoti

    RispondiElimina
  19. visto il link citato su quella statua blasfema dei
    CAPPELLA DEI PADRI STIMMATINI...
    mi chiedo
    CHI SONO COSTORO?
    che tipo di spiritualità coltivano
    ???????
    QUALE DEVOZIONE ALLA MADONNA
    vorrei chiedere a questi "religiosi"
    che significa il loro nome,
    PADRI STIMMATINI???
    che scopo ha il loro Ordine, che intento ha la presentazione ai fedeli di una simile blasfemia che grida vendetta al cospetto di Dio!!!
    Pensano essi di favorire in questo modo la devozione alla
    MADRE DI DIO IMMACOLATA, e lo fanno in nome della creatività che viene dal "soffio dello Spirito del Concilio?"

    Veramente c'è da temere ciò che disse Maria SS.ma a La Salette:
    "Non riesco più a trattenere il braccio di mio Figlio!"

    ----------------

    VIRGO PURISSIMA ORA PRO NOBIS!

    RispondiElimina
  20. Purtroppo pare che nei paesi baschi non vi sia neppure una messa tridentina.

    queste tutte le messe tradizionali in spagna
    http://honneurs.free.fr/Wikini/wakka.php?wiki=EspagnE

    RispondiElimina
  21. (immagini blasfeme, dichiarazioni ereticanti e sprezzanti del Sacro...e non abbiamo ancora toccato il fondo?)
    Si avvera giorno per giorno anche ciò che la Madonna disse a Fatima:
    "Satana marcerà tra le loro file"

    =file del clero, che espone e sparge le sue invenzioni "pastorali" ed artistiche a getto continuo, davanti agli occhi attoniti dei poveri fedeli che dovrebbero essere guidati da simili "pastori"!

    RispondiElimina
  22. Leggo nel comunicato:

    Abbiamo appreso con dolore e profonda preoccupazione la nomina di D. Jose Ignacio Munilla a presiedere e guidare la Chiesa di Guipuzcoa, una designazione che è stata percepita da noi come una chiara sconfessione della vita ecclesiale della nostra Diocesi e come un'iniziativa volta a cambiare rotta.

    • Esprimiamo il nostro dissenso e disapprovazione per l'intenzione e per la procedura adottati per la nomina di D.. Jose Ignacio Munilla come Vescovo della nostra Diocesi. Lamentiamo e deploriamo che in una materia trascendentale come questa non siano stati presi in considerazione né rispettati il sentire della nostra Chiesa diocesana e le sue organizzazioni pastorali.

    ****************************

    Mi auguro davvero che nelle firme che seguono non ci sia quella di qualche vescovo locale e neppure un tacito consenso... queste parole sono come la corona di spine posta sul Capo di Nostro Signore...dopo ci si chiede chi ha mandato in Croce Cristo!!!

    Che la Vergine Maria, Regina della Spagna, tocchi i loro cuori e...Roma provveda!

    Un triste Natale spetta a Gesù Bambino!

    Preghiamo per il Papa che deve risolvere queste spinose situazioni...

    RispondiElimina
  23. il dubbio di Viator circa quei "pretonzoli cattocomunisti" non è da sottovalutare....
    visto che la Spagna fu la rampa di lancio (1964) dell'estroso pittore-teologo-pastore, (ri)fondatore della Nueva Iglesia!

    RispondiElimina
  24. ...e Roma provveda!
    ............

    Certo...
    magari non come ha provveduto per Linz!

    RispondiElimina
  25. Quanto alla statua degli Stimmatini (una donna nuda con il pancione, che rappresenterebbe la Madonna): la statua non è lubrica né brutta di per sé, se rappresentasse, che so, la maternità in generale; ma è totalmente inadatta alla funzione religiosa. Personalmente, ricordo di aver visto alcuni dipinti portoghesi del '700, pienamente 'tradizionali' e provenienti da conventi lusitanici, della Madonna del latte col seno fuori, da cui il latte zampilla a fiotti a nutrire i monaci inginocchiati. La cosa mi aveva disturbato ben più che questa statua degli Stimmatini.

    Comunque: lecito scrivere, protestare e manifestare dissenso ma, per favore, manteniamo la dovuta misura. Certi toni millenaristici fan perdere credibilità ai tradizionalisti; ci fan sembrare un po' 'invasati'. Cerchiamo di esprimerci con più pacatezza.

    RispondiElimina
  26. Va letta ogni firma, associata univocamente alla persona fisica che la ha tracciata. Infine se è sacerdote, va sospeso a divinis.
    Non è complicato.E' necessario!
    Mazzarino

    RispondiElimina
  27. Concordo con la redazione; il mio scopo comunque era segnalarla, per poi, nel caso lo riteneste opportuno, magari farci un post, in modo da suscitare una valanga di proteste dirette ai frati (progressistissimi, si veda il loro blog).

    Vero è che al peggio non c'è mai fine... ma non penso si possa ritenere, onestamente, quel modo di rappresentare la Madonna se non come indegno.

    RispondiElimina
  28. Lore ha detto...
    Speriamo bene.

    Comunque, PER LA REDAZIONE, QUESTA VA DIFFUSA:

    http://www.larena.it/stories/Cronaca/112194__presepi_e_statue_quando_il_sacro_divide/
    http://mirabilissimo100.wordpress.com/2009/12/17/lettera-aperta-contro-la-scultura-della-madonna-nuda-d-senzano/

    FACCIAMOCI SENTIRE!

    ******************************

    ADDOLORATA....sono davvero addolorata, è come se avessero autorizzato a mettere la foto di mia madre nuda, quando aspettava me...

    Non si tratta di bigottismo o puritanesimo, ma di ben forte scandalo e gravità nella dottrina teologica...

    Non mi scandalizza il nudo nell'arte, Gesù stesso che fu crocefisso nudo fu SPOGLIATO DELLE VESTI PER UMILIARLO....le vesti hanno un significato anche biblico, san Francesco che si spogliò nudo nella piazza NON rifiutò il MANTELLO DEL VESCOVO, come anche a riconoscere quel RIVESTIRSI DI CRISTO NELLA CHIESA accogliendo la paternità di Dio in tutto!

    La Vergine Madre COPERTA è segno soprattutto della sua PUREZZA CHE NESSUN UOMO SCOPRI' MAI....METTERLA NUDA DI FRONTE AL MONDO E' SPOGLIARLA DI OGNI SIGNIFICATO TEOLOGICO INERENTE ALLA SUA PUREZZA....

    si tratta di presentare la Madre di Dio NEL MISTERO DI DIO ALLO SGUARDO DEL MONDO....

    Presentare Maria coperta è come quando presentiamo Gesu' NEI VELI EUCARISTICI, non vi è alcuna necessità di scoprirla tanto più e gravemente in questo tempo ricco di ambiguità nel quale la nudità ha assunto una cultura devastante che vuole annullare ogni concetto di sacro...

    Vi supplico, proprio per l'Immacolata agli occhi del mondo, ritornate sulla vostra decisione, fate questo atto di umiltà che ha generato davvero scandalo!

    Fraternamente CaterinaLD

    RispondiElimina
  29. "Per la stessa ragione, data la fedeltà al Vangelo di Gesù Cristo, il nostro amore per la Chiesa e il servizio al nostro popolo, vogliamo ribadire davanti alle nostre comunità cristiane la nostra volontà e il nostro impegno di continuare a camminare in linea con le scelte pastorali che abbiamo mantenuto in tutti questi anni."

    Questa citazione è impagabile. Dimostra in pieno l'untuosa ipocrisia dei progressisti.
    Come a dire: "siamo addolorati della scelta del nuovo vescovo, ma in realtà non ce ne frega più di tanto poiché continueremo a fare quel che ci pare."

    RispondiElimina
  30. Redazione di Messainlatino.it ha detto...
    Quanto alla statua degli Stimmatini (una donna nuda con il pancione, che rappresenterebbe la Madonna): la statua non è lubrica né brutta di per sé, se rappresentasse, che so, la maternità in generale; ma è totalmente inadatta alla funzione religiosa. Personalmente, ricordo di aver visto alcuni dipinti portoghesi del '700, pienamente 'tradizionali' e provenienti da conventi lusitanici, della Madonna del latte col seno fuori, da cui il latte zampilla a fiotti a nutrire i monaci inginocchiati. La cosa mi aveva disturbato ben più che questa statua degli Stimmatini.

    ******************

    Concordo, ma attenzione, una cosa è la Madre che allatta al seno, altra cosa è la posizione stessa della statua simile alla Venere...
    e poichè viviamo in un mondo di grande confusione, questa davvero poteva essere risparmiata...

    C'è dietro tutta una Teologia che rischia di frantumarsi, e cosa dovremo dire se da domani si pretendesse un crocefisso sull'altare nudo e la cui nudità fu proprio fatta per umiliare Nostro Signore?

    L'arte è una cosa, ma anche i soggetti esposti all'arte necessitano di essere composti nel dovuto senso del sacro che racchiude una profonda teologia dottrinale...

    Da qui a giungere ad un calendario con la MADONNA NUDA il passo sarebbe breve... tanto sarebbe spacciato per ARTE!

    e no eh!

    RispondiElimina
  31. Viator ha detto...

    potreste chiedere a chi ci segue dalla Spagna se quei "pretonzoli cattocomunisti" sono semplicemente tali o non sono neocatecumenali?

    Non è un O.T., è un dubbio molto serio che andrebbe chiarito

    rispsota

    E ti pareva che non tiravi in ballo il Cammino Neocatecumenale!!
    E' proprio una ossessione,una fissazione!!Ma cosa ti ha fatto il Cammino?Non mi piace come parlate di questi preti.ne parlate con disprezzo non avete carita'

    RispondiElimina
  32. La Madonna nuda è uno scandalo e un segnale di avanzata indifferenza e sviamento dalla VERA fede e addolora molto anche me.
    Suggerisco tutti gli interventi possibili per un'efficace protesta e possibile rimozione; ma qui si sta parlando di 85 preti (su 110) che contestano il loro vescovo e non sappiamo come andarà a finire; perché le prove di forza di costoro (parlo sia dei progressisti che di altri), finora a quanto mi risulta non hanno fatto altro che giocare a loro favore.
    E mi sembra che il corpo mistico di Cristo sofferente abbia ogni dirtitto di dire BASTA anche alle sentinelle cieche e ai cani muti!!!!
    Sperio tanto che in Vaticano leggano davvero questo blog e, se lo legge chi ha voce in capitolo, intervenga secondo il Signore e non secondo l'ecclesially correct che ci sta uccidendo
    Le innumerevoli segnalazioni e le proteste presso i dicasteri competenti anche lasciano il tempo che trovano, almeno finora... siamo stanchi di essere INASCOLTATI e soprattutto INDIFESI da chi dovrebbe garantire e diffondere la fede Apostolica

    RispondiElimina
  33. Bravissima Caterina: era proprio questo che volevo dire.
    E non c'entra niente il millenarismo: sarebbe solo ora di aprire gli occhi per accorgersi del livello che ha raggiunto l'EMPIETA' e l'indifferenza con cui vengono sfrontatamente profanati sia il Signore -nelle sue Sacre Specie, che vengono gettate nei rifiuti (ampiamente testimoniato in certi "movimenti")- sia la sua Madre di Santissima, oltraggiata con tali immagini quantomeno pagane,
    NON dal volgo sciocco e profano
    BENSI' da religiosi, consacrati !
    Ministri di Dio:
    e dovremmo chiedere loro CHI E' secondo loro Maria SS.ma e CHI E' per loro il Figlio che Ella porta in grembo e CHI E' lo Sposo di Maria SS.ma e se tali Misteri della nostra Fede meritano simili raffigurazioni, che MAI dall'anno 33 ad oggi si erano viste!

    PS ...o per caso, cara imperturbabile Redazione, in nome dell'Arte tutto è permesso?
    (come forse in nome del Concilio?)
    Una cosa è certa : abbiamo fatto il callo a tutto.

    Siamo pronti a TUTTO.

    RispondiElimina
  34. gli altri 25 preti non dicono nulla?

    RispondiElimina
  35. Va letta ogni firma, associata univocamente alla persona fisica che la ha tracciata. Infine se è sacerdote, va sospeso a divinis.

    sì, ma chi lo fa?

    RispondiElimina
  36. una cosa è certa : abbiamo fatto il callo a tutto.

    se davvero avessimo fatto il callo a tutto, non staremmo qui a soffrire e protestare per questo ed altri abomini

    RispondiElimina
  37. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  38. secondo me l' ultimo anonimo da i numeri ????

    RispondiElimina
  39. Sarà tardi temo, quando si capirà che quello su cui siamo trascinati in moto inarrestabile, tutte le realtà obbrobriose che dobbiamo assorbire, protestando senza ottenere ascolto e riparazione, non è altro che una CHINA discendente, dove il moto subisce un'accelerazione crescente,
    secondo le ben note leggi fisiche, che ci travolgerà tutti
    .... se non interviene una FORZA ben maggiore di quella del peso che rotola giù, opponendosi a tale caduta precipitosa con uno STOP risoluto:
    ...e anzi spingendo il peso del "grave" verso l'Alto, a risalire la china!

    RispondiElimina
  40. non è che l'Anonimo cerca di distogliere l'attenzione dai preti baschi?
    e lo sta facendo anche con uscite davvero deliranti, che non stanno né in cielo né in terra?

    RispondiElimina
  41. parole "casual"17 dicembre 2009 13:47

    all'anonimo 13.13 che sproloquia di "problemi psicologici" riferiti a chi si INDIGNA delle blasfemie e oltraggi che Nostro Signore riceve nella Chiesa e dalla Chiesa stessa
    (come li ricevette dai suoi conterranei nella PASSIONE)
    si dovrebbe ricordare l'episodio in cui Gesù cacciò i mercanti dal Tempio, con la frusta, e quando apostrofava i farisei con le parole che conosciamo:
    "serpenti, razza di vipere..."
    e chiedergli: per caso, anche Gesù aveva problemi psicologici??
    comunque si è ben capito da quale "scuola" provengono simili assurdità!
    (caro anonimo, a lei nessuno ha mai detto che esiste la Giustizia Divina, e che Dio perdona solo quando un peccatore è pentito? non SE continua imperterrito a peccare, infischiandosene di Lui?)

    RispondiElimina
  42. Dopo il caso Williamson il Papa ha detto e scritto che avrebbe presttato attenzione ad Internet: sperimao che ce lo dimostri in questo e anche in altri casi!

    RispondiElimina
  43. Come al solito sul questo blog si percepisce violenza verbale.Si stigmatizzano questi Preti.Cosa sapete di loro?Di quella realta?Non voglio difenderli non li conosco ma nenache voi li conoscete fareste bene ad essere piu' prudenti.Invece subito condannate.il Vaticano dovrebbe intervenire per fare cosa?Spretare tutta la diocesi?

    RispondiElimina
  44. Speriamo non spreti nessuno! la Chiesa non ha MAI voluto vendicarsi delle offese, ma ha il dovere di sincerarsi della retta fede e intenzioni dei suoi ministri ( questo per garantire ai laici il meglio possibile la possibilità di salvezza). Sarebbe a dire: un prete può dire quello che vuole, nessuno lo punisce per questo; ma se in quello che dice c'è qualcosa che fa pensare a opinioni erronee o contrarie alla fede, allora i suoi superiori devono dirglielo e correggerlo, per evitare che possa esserne danneggiato. Soltanto una questione di carità.

    RispondiElimina
  45. i suoi superiori devono dirglielo e correggerlo,

    Bravo Olatuus.
    MA questo sarebbe realtà se la Chiesa fosse ancora Magistra in quella funzione di correggere: ma non ha forse detto da 40 anni che vuole usare soltanto la "medicina della misericordia" di fronte a qualunque errore ?
    e dunque...

    RispondiElimina
  46. il Papa ha detto e scritto che avrebbe prestato attenzione ad Internet:

    eh eh, caro cyber...
    ammesso che lo faccia, quanti premurosi "curiali" saranno pronti a manovrare il mouse per "aiutarlo"?

    RispondiElimina
  47. Soltanto una questione di carità.
    ----------------
    Infatti, Olatus: essi dimenticano il lucidissimo (e attualissimo) monito del Card. G. Biffi:
    "La prima Misericordia di cui abbiamo bisogno è la luce impietosa della Verità".

    RispondiElimina
  48. Se cade anche la Spagna, siamo finiti!!!!!
    Per fortuna che i Vescovi spagnoli sono buoni e fedeli al Papa...
    Preghiamo, preghiamo, preghiamo...

    RispondiElimina
  49. abominio ha detto...


    PS ...o per caso, cara imperturbabile Redazione, in nome dell'Arte tutto è permesso?
    (come forse in nome del Concilio?)
    Una cosa è certa : abbiamo fatto il callo a tutto.

    Siamo pronti a TUTTO.

    *****************************

    Usiamo il santo DISCERNIMENTO^__^

    io ho detto anche che concordo con la Redazione di questo Blog circa l'invito al discernimento dell'uso dei termini ^__^

    La Statuetta in sè non è oscena,
    per parlare di oltraggio e di volgarità ci vuole ben altro, perfino L'INTENZIONE...e questo non si rileva dall'oggetto, ma DAL MESSAGGIO CHE SI VUOLE LANCIARE ;-)

    l'oscenità non sta nell'immagine artistica in sè che vuole revocare la maternità, ma il soggetto sacro denudato che è la Vergine Madre di Dio che "non conobbe uomo"....

    NON CONOBBE UOMO: "NON CONOSCO UOMO"...

    qui sta lo scandalo e la dissacralità: NELL'ATTRIBUIRE ALLA STATUETTA L'IMMAGINE DELLA VERGINE PURA, SANTA ED IMMACOLATA...trasformandola in questo senso in una donna come tutte le altre ;-)

    si tratta di DISSACRALITA'....

    Inoltre se ci fate caso l'immagine riprodotta NON STA PREGANDO...ma sta in posa...cosa mi rappresenta quella mano dietro?
    NON è l'immagine della Madre dell'Annunciazione......

    Infine mi è stato fatto notare che tale statua non spinge affatto alla PREGHIERA...non rende culto, ma semplicemnte un richiamo alla maternità non propriamente divina...un inno se vogliamo alla maternità, anche utile se vogliamo ai tempi nostri, ma non certo raffigurante la Madre di Dio...stiamo sempre li, ad una devozione spiritualistica NON sacra, materialmente limitata ai sensi...

    Ma in tutto ciò, ciò che veramente è grave è che tutto viene fatto IN BUONA FEDE :-(
    per smascherare l'inganno pertanto è necessario EQUILIBRIO e sano discernimento, evitando ogni accanimento, non servono parole violente o di minacce come hanno scritto nel sito gli stimmatini nel denunciare email di dure proteste con minacce, serve semplicemente di PARLARE DI MARIA MADRE DI DIO NELLA SUA PUREZZA, VESTITATA DA DIO come è simboleggiata nel Libro di Osea...
    ;-)

    RispondiElimina
  50. serve semplicemente di PARLARE DI MARIA MADRE DI DIO NELLA SUA PUREZZA, VESTITA DA DIO ....

    non capisco, Caterina: vorresti forse dire che questa realtà i padri stimmatini non la conoscono, non hanno mai sentito queste qualificazioni, ovvie per il fedele cattolico? e allora, qual è l'idea che hanno loro della Madonna, e che insegnano ai fedeli, e con quale tipo di preghiera e culto
    ??
    Fedele basito

    RispondiElimina
  51. Ma scusate, con il Vescovo piu' conservatore si vedra' chi sono le pecore, chi i capri e chi sta in mezzo attendendo. poi non dimentichiamo che i fedeli non sono cosi' sciocchi.

    Sulla statua della Venere incinta.Una cosa e' un seno discretamente esposto in segno di nutrimento spirituale, che sicuramente rappresenta la scena reale di 2000 anni fa, altro quella statua sensual- erotico-spirituale che non rappresenta Maria. Questi sono gli effetti tra gli altri di aver separato il Gesu' storico dal Gesu' dello spirito(mons Ravasi docet)con riflessi anche su Maria.p.s. per Caterina: Gesu' fu crocifisso con un panno alla vita che gli fu dato da un uomo pio in accordo con le visioni della Beata Caterina Emmerich. Gianluigi

    RispondiElimina
  52. Materia trascendentale, spirito del Concilio, linea pastorale. Come al solito parole fumose, tranne le seguenti: esprimiamo il nostro dissenso e disapprovazione.
    Sulla base di quale "spirito"?
    FdS

    RispondiElimina
  53. P.S. anche se OT

    La Santa Sede ha ridotto allo stato laicale mons. Milingo...

    http://212.77.1.245/news_services/bulletin/news/24835.php?index=24835&lang=it


    si, i tempi della Chiesa non sono decisamente i nostri tempi, ragione in più per non perdere mai la speranza nel suo sano discernimento e nella nostra fedeltà ed obbedienza...^__^

    (preghiamo per Milingo perchè si ravvedi!)

    RispondiElimina
  54. Anonimo ha detto...
    serve semplicemente di PARLARE DI MARIA MADRE DI DIO NELLA SUA PUREZZA, VESTITA DA DIO ....

    non capisco, Caterina: vorresti forse dire che questa realtà i padri stimmatini non la conoscono, non hanno mai sentito queste qualificazioni, ovvie per il fedele cattolico? e allora, qual è l'idea che hanno loro della Madonna, e che insegnano ai fedeli, e con quale tipo di preghiera e culto
    ??
    Fedele basito

    *************************

    Non ho infatti giudicato LA LORO FEDE, ma ho esternato ciò che la statua di VENERE NUDA POSTA IN UNA CAPPELLA LITURGICA DOVE SI RENDE IL CULTO A DIO, suscita!

    Quella statua NON è la Vergine Maria! ma viene venerata come tale...
    esiste l'oscuramento della verità anche da parte di persone IN BUONA FEDE, l'ho scritto, ergo non mi si attribuisca ciò che non ho detto
    ;-)

    RispondiElimina
  55. oscuramento della verità anche da parte di persone IN BUONA FEDE...

    ...continuo a non capire: se i cultori di quella statua la confrontano con le migliaia (milioni?) di statue che l'arte sacra ha sempre proposto alla venerazione, la vedono la differenza?
    e se la vedono CHE COSA DICE LORO questa differenza?
    nulla?
    Se essi sono in "buona fede", beh no, non hanno fatto nulla di male!
    Mi dispiace, ma allora a questo punto mi viene in mente solo quella frase di Dostojevskij:

    "Se Dio non c'è, tutto è permesso!"

    Fedele basito

    RispondiElimina
  56. P.S.
    quando si estrapolano frasi dalle risposte altrui, si faccia attenzione a non spezzare il contesto, rischiando di far dire alla frase spezzata di tutto e di più....e il contrario di tutto...

    per esempio, la frase che mi è stata estrapolata è stata:

    serve semplicemente di PARLARE DI MARIA MADRE DI DIO NELLA SUA PUREZZA, VESTITATA DA DIO

    *****

    ma io ho specificato il senso:

    Ma in tutto ciò, ciò che veramente è grave è che tutto viene fatto IN BUONA FEDE :-(
    per smascherare l'inganno pertanto è necessario EQUILIBRIO e sano discernimento, evitando ogni accanimento, non servono parole violente o di minacce come hanno scritto nel sito gli stimmatini nel denunciare email di dure proteste con minacce, serve semplicemente di PARLARE DI MARIA MADRE DI DIO NELLA SUA PUREZZA, VESTITATA DA DIO come è simboleggiata nel Libro di Osea...

    come è simboleggiata, ossia RAPPRESENTATA, RAFFIGURATA, nel Libro di Osea...

    ;-) il senso alla frase c'era, se viene taglia nel riportarla è ovvio che poi si fanno domande attribuendo pensieri mai pensati nè scritti...

    ;-)

    Buona giornata!

    RispondiElimina
  57. dice Caterina:
    Quella statua NON è la Vergine Maria! ma viene venerata come tale...

    ....dimmi, Caterina, a rigor di logica: si può ignorare "in buona fede" chi sia la vera Maria SS.ma dopo 2000 anni che la conosciamo, NOI CRISTIANI CATTOLICI?
    I pagani sono giustificati dal non sapere chi ella sia, ma noi?
    E i religiosi, e consacrati ?
    Non hanno mai letto nulla sulla Madre di Dio ?
    E' un errore scusabile venerare la statua di Venere credendola immagine della Madonna?

    RispondiElimina
  58. punto di domanda17 dicembre 2009 15:46

    perché questi 85 preti dovrebbero potersi imporre al loro vescovo, mentre quelli di Mandas, in Sardegna non l'hanno potuto fare, ed era per per la Tradizione e non per altro?

    RispondiElimina
  59. qualcuno sul web ha anche sottolineato:
    "I mussulmani hanno stima e rispetto di Maria madre del profeta Gesù e loro la trattano con più dignità."

    Bella lezione ci tocca da loro!
    Vergogna su di noi...

    RispondiElimina
  60. quale Dottrina ha detto...

    E' un errore scusabile venerare la statua di Venere credendola immagine della Madonna?

    ********************

    Non ho scusato l'errore, ma non ho elementi nè posso giudicare il movente o il cuore di queste persone ^__^ per questo parlo di OSCURAMENTO DELLA VERITA' IN BUONA FEDE....

    per questo non possiamo giudicare LA FEDE di codeste persone, ma l'errore si...cioè che questo sia un errore si!

    Si tratta di una venerazione ALLA MATERNITA' DI MARIA e fin qui nulla di male, il problema sta nell'immaginarla nella sua NUDITA' quando, teologicamente parlando Ella NON CONOSCENDO UOMO, fu rivestita da Dio...

    Purtroppo non sono poche le persone che dicendosi cattoliche non vedono nulla di male in questa statuetta, perchè LA BUONA FEDE (LA FEDE DEL FAI DA TE) HA SOSTITUITO DA TEMPO LA VERA E SANA DOTTRINA...ergo, occorre aiutare a leggere dove si annida l'errore e non a condannare le persone coinvolte...
    ;-)

    (vado alla Novena di Gesù Bambino troviamoci nel Rosario)

    RispondiElimina
  61. punto di domanda17 dicembre 2009 15:54

    chissà se il vescovo di Cagliari esprimerà solidarietà al vescovo di San Sebastiàn

    RispondiElimina
  62. Purtroppo non sono poche le persone che dicendosi cattoliche non vedono nulla di male in questa statuetta, perchè LA BUONA FEDE (LA FEDE DEL FAI DA TE) HA SOSTITUITO DA TEMPO LA VERA E SANA DOTTRINA...ergo, occorre aiutare a leggere dove si annida l'errore e non a condannare le persone coinvolte...

    questo va fatto per questo triste episodio e per tutti gli altri attentati alla fede e desacralizzaizoni non abbastanza tutelati dai pastori disattenti

    RispondiElimina
  63. ma se alle persone coinvolte in questo caso - come agli 85 sacerdoti baschi - nessuno, con ferma e caritatevole autorevolezza, dice loro che stanno sbagliando, come possono ravvedersi?

    RispondiElimina
  64. Grazie, Caterina, per la precisazione.
    E rimango ovviamente esterrefatto (non so se lo siamo in pochi ormai) nel constatare fino a qual punto la Dottrina bimillenaria sia GIA' di fatto stata sostituita da una dottrina fallace, che in silenzio, per 40 anni e più, come gutta che cavat lapidem, ha scavato nella roccia che credevamo così solida...e che non sappiamo in qual misura ancora continuerà a sgretolarsi!
    Fedele basito

    PS comunque ho letto che le immagini sono state ritirate dal sito: speriamo che i bravi padri cerchino di attingere nozioni dottrinali da fonti Autorevoli circa la vera personalità della Madonna e il culto a Lei dovuto; ma il problema è sempre quello che torna come un nodo irrisolto: quali fonti, quale Dottrina, quale Autorità oggi può imporre il suo insegnamento come certo, univoco, indefettibile...e INDISCUTIBILE?
    (cioè che non sia permesso interpretarlo da sofisti, cioè che sia vero A = A
    ma anche A contrario di A ?)
    Quali e quante deviazioni sono state permesse e tuttora NON vengono riprese e corrette?

    RispondiElimina
  65. se nessuno...
    dice loro che stanno sbagliando, come possono ravvedersi?


    se l'Autorità che una volta aveva questa funzione non lo fa, chi potrebbe farlo? noi piccoli possiamo solo osservare l'errore, ma non abbiamo l'autorità per correggere...e tutto rimane sospeso, in un mare di precarietà:
    niente è certo, tutto è vero, niente è vero....
    e se tutti in teoria hanno le "loro buone ragioni", è OVVIO che tra tante visioni concorrenti A PARI MERITO vinca il più forte!
    è questo il senso ultimo dell'
    ET - ET ?

    RispondiElimina
  66. meminisse orret17 dicembre 2009 16:37

    speriamo che non succeda a San Sebastiàn la stessa cosa che è successa a Linz. sarebbe un'ulteriore diminutio per il Papa

    RispondiElimina
  67. Aujourd'hui la Vierge à poil; demain, peut-être, le Pape en slip; et après-demain, pourquoi pas, le prochain conclave dans les thermes de Caracalla…

    RispondiElimina
  68. ..."horret"!
    (correggere errori...:-))

    RispondiElimina
  69. pourquoi pas...

    dice bene il francese...se si tolgono tutti i freni, vedremo questo e altro!

    RispondiElimina
  70. ......... e magari un conclave in una sauna gay .......... ahahahah !!!!

    RispondiElimina
  71. meminisse horret17 dicembre 2009 17:31

    speriamo che non succeda a San Sebastiàn la stessa cosa che è successa a Linz. sarebbe un'ulteriore diminutio per il Papa

    RispondiElimina
  72. Scusate il linguaggio ma sarebbe giusto dire che, in certi posti del nostro pianeta, la nostra Chiesa si trova in stato di putrefazione ed alcuni vogliono che rimanga così fino alla fine dei tempi con evidenti danni alla salute dell'anima dei fedeli?
    Ci rendiamo conto di quanti danni ha recato questo falso "spirito" del concilio in tutto il mondo? Il marciume sembra essere più esteso di quanto possiamo immaginare.
    Mi auguro che questa volta la Sede Apostolica possa esercitare la sua fermezza e non lasciarsi sorpassare da questo clero (pure i fedeli?) ribelle!

    RispondiElimina
  73. Mi auguro che questa volta la Sede Apostolica possa esercitare la sua fermezza e non lasciarsi sorpassare da questo clero (pure i fedeli?) ribelle!

    chissà se le testate di stampa (diverse) che si sono occupate del caso, ne parlano dei fedeli!

    RispondiElimina
  74. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  75. Filippo Burighel17 dicembre 2009 17:50

    Il caso di Linz era leggermente diverso: Mons. Wagner non era propriamente, come si dice dalle mie parti, "una cima" e il Pontefice stesso aveva dubbi su di lui per una serie di dichiarazioni assai poco felici e assai poco evangeliche su disastri naturali intesi come punizioni divine... No comment!
    Quindi, eviterei di far paragoni che personalmente vedo assai poco corretti e come al solito crudeli verso il Santo Padre (e provenienti dai soliti sedevacantisti della domenica, tanto per non smentirsi mai).
    Cerchiamo di non confodere "pomi co' perseghi" (mele con pesche)!

    RispondiElimina
  76. Leggo su "El Mundo" :

    I firmatari hanno paura che (il nuovo vescovo) applichi nella diocesi la pastorale già applicata coma Parroco di Zummarraga e, poi, come vescovo di Palencia. E che elimini, per esempio, la catechesi familiare, la pastorale della donna o la pratica liturgica attuale.

    non è quindi una questione in qualche modo "nazionalista", come si poteva anche pensare trattandosi dei Paesi Baschi, ma è proprio una questione "pastorale" e c'entra lo spirito del vaticano II a quanto pare: dov'è, qui, la continuità?

    RispondiElimina
  77. così diceva tempo fa un blogger:

    "Sono oramai così tante queste trovate e prese di posizione in contrasto con le posizioni ufficiali della Chiesa da creare uno sconcerto quotidiano.
    Sono però convinto che se la Chiesa dicesse un parola chiara su tutto questo rischierebbe lo scisma ritrovandosi con una buona parte della Chiesa cattolica europea schierata su posizioni protestanti e politicamente corrette. Penso che nessuno voglia correre il rischio."

    concordo (purtroppo); ci troviamo nel bel mezzo di un'amara scoperta...

    RispondiElimina
  78. (e provenienti dai soliti sedevacantisti della domenica, tanto per non smentirsi mai).

    salve Filippo, grazie per la precisazione, ma non stiamo a fare questioni di lana caprina e non tiriamo fuori sedevacantismi inesistenti, per favore!

    RispondiElimina
  79. ...infatti pare che il sig. Burighel conosca i presenti dialoganti di persona e li possa etichettare con precisione uno per uno!

    RispondiElimina
  80. domanda: non è forse una diminutio per il Papa doversi eventualmente rimangiare una nomina per la seconda volta? E' mancanza di rispetto per il Papa o è una constatazione obiettiva, non imputabile a lui ma al contesto terribile che ha intorno e alla discomunione che purtroppo è così evidente nella Chiesa?

    RispondiElimina
  81. Ecco le principali obiezioni degli 85 preti (comunque 130 firmatari in tutto) di San Sebastiàn:

    Secondo "El Mundo":

    I firmatari hanno paura che (il nuovo vescovo) applichi nella diocesi la pastorale già applicata coma Parroco di Zummarraga e, poi, come vescovo di Palencia. E che elimini, per esempio,

    1. la catechesi familiare,
    2. la pastorale della donna
    3. la pratica liturgica attuale.


    c'è da chiedersi legittimamente, ad esempio, quale sia la pratica liturgica attuale!

    RispondiElimina
  82. come al solito:
    guai a chi segnala, guai a chi descrive una realtà PALESE
    (è pronta per lui l'etichetta-bavaglio).
    Se lo scirocco porta aria calda e il termometro segna 35°, c'è chi è pronto a dire che il termomentro è causa del caldo!

    RispondiElimina
  83. Filippo Burighel17 dicembre 2009 18:12

    Cari signori, anche in questo post si sono letti commenti sprezzanti da soggetti che in altri post su quest blog hanno riportato folli elucubrazioni su come a loro parere un Papa che non agisce come loro comandano non sia un Papa a pieni poteri.
    Questo si chiama sedevacantismo e anche la Redazione del blog ha redarguito questi soggetti in altre occasioni.

    Senza dimenticare che altre elucubrazioni su cosa è "oggettivo" e cosa no somigliano tanto nei modi a quelle su cosa è "spirito del Concilio" e cosa no...

    RispondiElimina
  84. A Miserere delle 17,33 che vorrei tranquillizzare poichè condivido il suo stato d'animo e quello di altri che sono intervenuti per i due casi segnalati: già santa Caterina da Siena nel 1300 scrivendo le sue Lettere ai prelati sottolineava una certa "PUTREFAZIONE" nella Chiesa ^__^

    ciò che voglio sottolineare è che il Sangue è già stato VERSATO...^__^
    la guerra è già stata vinta...la Santa senese Patrona d'Italia, pur usando un linguaggio assai forte, non tralasciava mai di chiudere le sue Lettere con il richiamo alla SPERANZA, ALLA VITTORIA GIA' IN TASCA...il dispiacere della Santa come di tutti i Santi come ci insegnano non è mai rivolto agli atti in sè, o alle tentazioni, o all'eresie in quanto tali e già condannate dalla Chiesa stessa, quanto AL DOLORE, ALL'AFFLIZIONE DELLA PERDITA DELLE ANIME ED ALL'IMMAGINE DI UNA CHIESA IN PUTREFAZIONE CHE CAUSAVA LA PERDITA DI CREDIBILITA'....

    Regaliamoci e regaliamo per Natale Lettere di Caterina da Siena AI LAICI e ai Vescovi...ci aiuteranno molto a comprendere come dobbiamo reagire...e forse aiuteranno questi sacerdoti ad amare la virtù dell'obbedienza

    ^__^

    RispondiElimina
  85. commenti sprezzanti da soggetti che in altri post su quest blog hanno riportato folli elucubrazioni su come a loro parere un Papa che non agisce come loro comandano non sia un Papa a pieni poteri.

    non so Filippo a chi si riferisca qui, ma intervengo perché il suo post precedente evidentemente reagiva a una mia affermazione.

    Ora io ho posto una domanda e lui risponde riferendosi a fantomatici post di altri thread, svicolando dal contesto. Che c'entra?
    Ed eventualmente cosa c'entra esprimere una preoccupazione o formulare una critica o una riflessione con "un Papa che non agisce come loro comandano"??????

    Filippo, non ti conosco, ma non è facile capirti da questi ultimi post

    RispondiElimina
  86. Che palle che sei Filippo Brughiel!! E le spari proprio grosse!!! Quindi secondo te il Papa pur sapendo che Mons Wagner sosteneva teorie sulle catastrofi naturali come punizione divina etc..e non condividendole, lo avrebbe nominato vescovo?
    Quindi il Papa è un masochista?

    RispondiElimina
  87. ma voglio tornare al tema in questione e mi chiedo di nuovo:

    perché tanta preoccupazione su:

    1. la catechesi familiare,
    2. la pastorale della donna
    3. la pratica liturgica attuale.

    ?????

    Interessante inoltre quest punto della lettera:

    Siamo convinti che non ci mancherà il soffio dello Spirito e la collaborazione di tante e tanti credenti, che in questi tempi di incertezza continueranno ad apportare il meglio della loro esperienza cristiana.

    è evidente che oltre alla autocertificazione sul soffio dello Spirito, mettono avanti anche le loro 'schiere' di fedeli seguaci! Non è molto simpatico e nemmeno molto umile, da quel che appare!

    RispondiElimina
  88. Caro Filippo Burighel, capisco il tuo auspicio "de no scambiar pomi par perseghi", tuttavia vorrei ricordarti un caso significativo, molto simile ai due di cui stiamo discutendo (Linz e S. Sebastian), avvenuto una dozzina di anni fa e purtroppo assai poco lusinghiero per noi cattolici legati alla tradizione, in quanto sintomo di mancanza di coraggio e di lungimiranza da parte della Sede Apostolica. Ebbene, verso la fine degli anni novanta, vescovo della diocesi svizzera di Coira era un prelato fortemente tradizionalista (credo addirittura in sintonia con la Fraternità di S. Pio X) del quale purtroppo non ricordo il nome. Tale vescovo era particolarmente avversato da clero e fedeli della parte della diocesi che ricadeva sul territorio del piccolo principato del Liechenstein. Ebbene, Giovanni Paolo II, temendo ribellioni e non sapendo come comportarsi, creò dal nulla la nuova diocesi di Vaduz, prima inesistente, assegnandola al vescovo in questione, mentre provvide a nominare un nuovo vescovo di Coira. E tutto questo per paura di rivolte da parte del clero e dei fedeli!
    Personalmente sostengo da sempre la necessità di imporre vescovi di stampo tradizionale in tutte le diocesi del mondo, in maniera progressiva ma risoluta. Perciò ritengo deleterio e controproducente che la Santa Sede si abbassi a dimettere dei buoni vescovi soltanto per venire incontro a fedeli e clero stupidamente avversi ad ogni minimo sentore di tradizionalismo.
    Sono invece convinto che solo una forte iniezione di tradizionalismo potrà salvare la Chiesa dall'autodistruzione!
    La Santa Sede deve imporsi con severità e non dimostrare debolezza, altrimenti l'autorità della e nella Chiesa verrà messa in discussione sempre più.

    RispondiElimina
  89. meglio di Francesco B. non saprei descrivere l'attuale crisi d'autorità, dalla quale è urgente uscire. Sono proprio i continui cedimenti che ci hanno portato all'anarchia crescente di cui ogni giorno cogliamo gli amari frutti
    (per chi volesse individuarne l'anno iniziale, io vedrei il 1962: da allora fu messa in discussione l'autorità suprema del Pontefice)

    RispondiElimina
  90. Certe situazioni di ribellione del clero e conseguente acquiescenza dall'alto fanno pensare a un genitore che accontenti tutti i capricci del figlio immaturo, anche i più irragionevoli, credendo di fare il suo bene...
    Come mai la giusta "severità" oggi è considerata un disvalore assoluto e viene confusa con l'"autoritarismo" (attribuito all'educatore definito "repressivo") ?
    Si è cominciato col confondere il significato delle parole, per falsificare i giudizi di valore, impedire il discernimento e ingannare le coscienze... sempre da quei primi anni '60!

    RispondiElimina
  91. "Se cade anche la Spagna, siamo finiti!!!!! Per fortuna che i Vescovi spagnoli sono buoni e fedeli al Papa"...
    Non avete la minima idea di quello che è la Spagna...la gran parte degli spagnoli non sono più cattolici e peggio ancora non si considerano tali!!!! l'apostasia è dovunque in spagna. i pochi cattolici che continuano ad andare in chiesa, compresi i sacerdoti e le suore, sono super progressisti,favorevoli all'aborto, ai preservativi, all'eutanasia, contro il celibato dei preti, e amanti del famoso spirito del concilio. e mentre perseguitano i tradizionalisti fanno festa con i pagani.
    Vivo in Spagna da anni, sono partecipe della chiesa spagnola, lavoro nel mondo dell'università.
    SVEGLIAMOCI LA SPAGNA NON È PIÙ CATTOLICA.

    RispondiElimina
  92. .....qualche vescovo si salva ma la classe sacerdotale e i consacrati sono allo sbando.

    RispondiElimina
  93. Monsignore Munilla e un uomo di Dio, Die e con lui, e con il Suo aiuto portara la religione Catolica a fiorire di nuovo nel paese Vasco.Preghiamo per lui.

    RispondiElimina
  94. Cari amici, condivido molte delle preoccupazioni e delle amarezze espresse in numerosi commenti a questo e ad altri post, è però innegabile che facilmente si scivoli in critiche anche pesanti e offensive al Sommo Pontefice. Lasciamo questa pessima usanza ai cattoprogressisti e ai loro manutengoli. Mi permetto anche di ricordarVi che una delle differenze principali tra chierici e laici è costituita dal fatto che mentre i primi per ottenere la salvezza personale devono impegnarsi per quella degli altri, i laici grazie a Dio devono preoccuparsi solo della propria. Quindi un po' più di serenità penso non guasti. Un caro saluto a Filippo Burighel del quale condivido, parola per parola, ogni intervento.

    RispondiElimina
  95. "Un caro saluto a Filippo Burighel del quale condivido, parola per parola, ogni intervento."

    ;)

    RispondiElimina
  96. Sì ma infatti, la Spagna è già caduta da un pezzo e pure il Portogallo!!! Non ci sono più isole felici, tantomeno nazioni cattoliche. Il vescovo di Coira rigettato dal proprio clero è Mons. Haas, il qualche è vero che era ed è ben disposto verso i gruppi tradizionalisti, ma ricordo anche che affermò che lui era dispobibile con tutti, anche coi neocatecumenali.

    RispondiElimina
  97. Filippo Burighel18 dicembre 2009 04:43

    @Francesco B.

    A pensar male si fa peccato, però ho il vigoroso sospetto che la vicenda della creazione della Diocesi di Vaduz sia stata assai strumentale proprio alla creazione della Diocesi medesima, che copre il territorio di un piccolo eppur ricchissimo Principato sovrano, ben noto per le sue attività bancarie...


    @Filippo

    A costui di cui ho la sfortuna di essere omonimo ribadisco per l'ennesima volta di tornare alle elementari per reimparare a leggere: mi chiamo BURIGHEL!!!


    @Andrìa, Consorterie

    ;-)

    RispondiElimina
  98. Filippo Burighel18 dicembre 2009 04:53

    @Filippo

    "Quindi secondo te il Papa pur sapendo che Mons Wagner sosteneva teorie sulle catastrofi naturali come punizione divina etc..e non condividendole, lo avrebbe nominato vescovo?
    Quindi il Papa è un masochista?"

    Non sarebbe certo la prima volta che il Papa viene informato non tempestivamente delle idee strampalate di certi vescovi e preti vari, magari dopo che sono già stati presi provvedimenti in qualche modo a loro favorevoli.
    Direi che dopo la gestione della remissione della scomunica ai vescovi della FSSPX e il successivo caso su Mons. Williamson, non mi stupisco più di nulla.

    RispondiElimina
  99. i laici grazie a Dio devono preoccuparsi solo della propria

    Non so che tipo di Dottrina cristiana abbia imparato Andria, ma il Catechismo di sempre ci ha insegnato che i laici sono tenuti anch'essi, nel loro ambito (familiare, lavorativo, sociale), per quanto possibile, nei modi e momenti opportuni, all'APOSTOLATO, ovvero a TESTIMONIARE di essere seguaci di Cristo di fronte a chi parla e agisce contro Cristo o stravolgendo il Vangelo oppure "etsi Christus non daretur".
    E ciò è valido da sempre:
    cioè da Santo Stefano primo Martire!
    (Martyrèin = testimoniare)

    RispondiElimina
  100. che tristezza, mentre sagunto brucia, roma non può discettare. il vicario di Cristo intervenga, e lo faccia subito con provvedimenti estremi, visto che le metastasi sono molto e forse troppo avanzate...

    RispondiElimina
  101. Ho capito, in base alle affermazioni di Filippo Burighel, il Papa sarebbe ........."uno sprovveduto", per citare l'abate Scicolone.

    RispondiElimina
  102. il SIG BURIGHEL ........ a proposito della remissione della scomunica ai vescovi della FSSPX e il successivo caso su MONS . WILLIAMSON afferma di non stupirsi più di nulla ......
    ma è naturale !!! ........ visto che ci ha pensato il TEMPO a far cadere il tutto nel ridicolo ........ e a dare connotati farseschi al CASO ....

    RispondiElimina
  103. Filippo Burighel19 dicembre 2009 12:49

    @Filippo, mio omonimo da cervello fino...

    "Ho capito, in base alle affermazioni di Filippo Burighel, il Papa sarebbe ........."uno sprovveduto", per citare l'abate Scicolone."

    Il Papa è "provvedutissimo". Ma anche il più provveduto del mondo, se male informato (magari da chi ha secondi fini), può scegliere tempi poco propizi.
    Pensi che se il Papa avesse saputo delle dichiarazioni di Williamson non avrebbe gestito la remissione diversamente?
    Se lo pensi, sei tu a considerarlo sprovveduto.

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.