giovedì 23 aprile 2009

Nominato il nuovo Arcivescovo di St. Louis

Il nuovo Arcivescovo Carlson si reca a salutare i seminaristi di St. Louis

L'Arcidiocesi di Saint Louis, nel profondo Sud degli Stati Uniti, è una delle più antiche (risale al 1826) di quella giovane nazione ed è considerata la "Roma del West", per il suo carattere cattolico e per essere stata la madre di molte diocesi del midwest. E' stata retta fino all'anno scorso dall'Arcivescovo Raymond Burke, ora a Roma come Prefetto del Supremo Tribunale della Segnatura Apostolica e, come noto ai nostri lettori, grande estimatore del rito tradizionale della Chiesa: ha ordinato in forma straordinaria alcuni frati francescani dell'Immacolata (vedi qui); ha celebrato in quel rito a Palazzo Massimo alle Colonne (v. qui); ed aveva anche accettato l'invito della Latin Mass Society di Inghilterra e Galles a pontificare col Messale di S. Pio V a Westminster, se l'ex Arcivescovo londinese Murphy o'Connor non gliel'avesse impedito (leggi qui).

E' stato finalmente nominato in questi giorni il successore di Burke alla cattedra di St. Louis: si tratta di mons. Robert Carlson, ora vescovo di Saginaw e prima ancora di Sioux Falls.

Il nuovo metropolita di St. Louis appare essere un pastore di grande ortodossia e capacità e, soprattutto, un grande suscitatore di vocazioni (è riuscito a rianimare miracolosamente l'asfittico seminario di Saginaw, sede prima retta da un vescovo progressista). Per quanto concerne le sue idee liturgiche, Messainlatino.it apprende con soddisfazione che egli, nel suo incarico a Sioux Falls, aveva concesso una Messa dell'indulto addirittura nella sua Cattedrale.

Speriamo quindi che il nuovo Arcivescovo sappia eguagliare (e i presupposti sembrano esserci tutti) i successi pastorali del suo predecessore Burke.

2 commenti:

  1. DANTE PASTORELLI23 aprile 2009 20:39

    Mi dicono che la nomina sia "autorevole" e me ne compiaccio. Ovviamente poi bisogna prestare attenzione all'opera pastorale.
    Mons. Burke ha lasciato un magnifico ricordo - me lo attestano sacerdoti americani o che svolgono la loro missione in Usa - e mi sembra che stia dando ottima prova della sua dignità, della sua serietà e della sua lealtà in Curia.
    In quella diocesi vi sono sacerdoti dell'Istituto di Cristo Re di Gricigliano a cui Burke ha affidato chiese e fedeli.
    Preghiamo affinché il nuovo arcivescovo continui la buona battaglia del predecessore.

    RispondiElimina
  2. A proposito di nomine oggi finalmente è stato nominato il successore di Nogaro a Caserta.
    Che tipo è il sostituto,mons. Farina?

    Antonio

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.